Firme d'autore per il Buon Natale vaticano: dal Santuario francescano di La Verna le ceramiche di Andrea e Giovanni della Robbia

images/stories/francobolli2016/2016ScvNatale03.jpg

 

Arrivano dal Santuario francescano di La Verna, nell'Appennino toscano, in provincia di Arezzo, le opere d'arte utilizzate come soggetti dei due francobolli dedicate al Santo Natale dalla Città del Vaticano. Sono due ceramiche robbiane, rispettivamente "L'annunciazione" di Andrea della Robbia, e la "Natività" attribuita a Giovanni della Robbia, suo figlio ed erede più talentuoso della sua arte.

(TurismoItaliaNews) Il monte su cui sorge il santuario della Verna, ricoperto da una monumentale foresta di faggi e abeti, è visibile da tutto il Casentino e dall'alta Val Tiberina ed ha una forma inconfondibile con la sua vetta (1283 metri) tagliata a picco da tre parti. Sopra la roccia ed avvolto dalla foresta si trova il grande complesso del Santuario che dentro la sua massiccia ed articolata architettura custodisce numerosi tesori di spiritualità, arte, cultura e storia.

Il libretto e la serie filatelica con cui l'Ufficio filatelico vaticano celebra quest'anno il Natale riproducono dunque le due ceramiche robbiane conservate nel Santuario francescano e realizzate con la tecnica della terracotta invetriata elaborata dalle antiche civiltà orientali e conosciuta anche nel mondo romano e bizantino. Questa consisteva nell'applicazione di uno smalto ceramico policromo su un rilievo di terracotta e vista la sua eccellente resistenza agli agenti atmosferici si confaceva molto sia all'uso esterno che agli ambienti particolarmente umidi.
Verso la metà del '400 Luca della Robbia, primo rilevante esponente di questa famiglia di artigiani riscoprì e raffinò tale tecnica raggiungendo livelli di esecuzione eccelsi. Andrea della Robbia ereditò dallo zio questa nobile arte ispirandosi a lui anche nella plasticità e nei colori delle opere, principalmente bianche e blu.

La copertina del libretto filatelico vaticano, composto da quattro francobolli, è dedicata a "L'annunciazione", considerata il capolavoro di Andrea della Robbia sia per la raffinatezza del disegno che per l'espressività delle figure che sembra cambiare a seconda della luce. La serie raffigura invece "La Natività di Gesù", opera in terracotta policroma che adorna l'altare di sinistra del Santuari;: nel valore da 0,95 euro è rappresentata la Sacra Famiglia, con ai lati San Francesco e Sant'Antonio da Padova. Nel valore da 1,00 euro è riprodotto il particolare di Gesù bambino tratto dalla stessa opera. I due francobolli sono stampati dalla Printex di Malta con una tiratura annunciata di 150.000 serie; del libretto ne saranno realizzati 60.000 esemplari. Data di emissione il 17 novembre 2016.

Nell'estate del 1224 San Francesco si ritirò sul monte della Verna per i suoi consueti periodi di silenzio e preghiera. Durante la sua permanenza chiese a Dio di poter partecipare con tutto il suo essere alla Passione di Cristo, mistero di amore e dolore. Il Signore lo ascoltò e gli apparve sotto forma di serafino crocifisso lasciandogli in dono i sigilli della sua passione. Francesco divenne così anche esteriormente immagine di Cristo al quale già con il cuore e la vita tanto assomigliava.

Chi siamo

TurismoItaliaNews, il web magazine che vi racconta il mondo.

Nasce nel 2010 con l'obiettivo di fornire un'informazione efficace, seria ed obiettiva su tutto ciò che ruota intorno al turismo...

Leggi tutto

Questo sito utilizza cookie, di prima e di terza parte, per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la Cookie Privacy...