Marchio turistico per Nuoro-Ogliastra: Sardinia East Land per valorizzare il patrimonio identitario e le eccellenze

images/stories/sardegna/Nuorese02_PhVisitNuoro.jpg

Punta a raddoppiare le presenze del turismo internazionale nel Nuorese e in Ogliastra, in Sardegna: è il progetto Sardinia East Land che vedrà lavorare insieme i sindaci dei territori per una nuova stagionalità nelle zone interne con un patrimonio identitario forte e diverse eccellenze. “Dobbiamo rendere accessibile la Sardegna anche per questi tipi di viaggi, non solo per il turismo balneare” dice l'assessore regionale al Turismo Barbara Argiolas. E c'è un primo finanziamento per far partire il progetto di 900mila euro.

 

(TurismoItaliaNews) E' stato presentato ai sindaci del territorio e alla guide ambientali, nella sede della Provincia, dai partner della cabina di regia per il rilancio del centro Sardegna - all'interno di Visit Nuorese - che vede insieme l'assessorato regionale al Turismo, la Provincia, la Camera di Commercio e il Comune di Nuoro.

"Lo scopo è quello di migliorare accessibilità, accoglienza e servizi per i turisti e i cittadini e di sviluppare una nuova narrazione turistica online e offline - evidenziaGiuseppe Giaccardi, consulente di strategia e organizzazione del progetto - puntiamo a creare un marchio dei territori Nuoro Ogliastra per le guide internazionali. Abbiamo visto che negli ultimi 8 anni questo tipo di turismo è cresciuto in queste zone del 97% e la spesa del 35%. L'idea è di raddoppiare le presenze internazionali ed estenderle a tutto l'anno. Dobbiamo riuscire a creare almeno 100mila posti di lavoro, offrendo l'ambiente, la bellezza dei paesaggi, il silenzio, la cultura e le tradizioni".

Per il presidente della Camera di Commercio Agostino Cicalò, "finalmente c'è un impegno serio per il turismo su questo territorio. Dobbiamo testare un modello che potrà essere punto di riferimento in Sardegna e puntare a dare opportunità a questi territori attraverso nuovi redditi. In questo modo si può far tornare a crescere la popolazione nelle zone interne".

In Sardegna non c’è solo il mare, scoprire l’isola significa incontrare i calcari bianchissimi incorniciati dal cielo turchino, lasciarsi inebriare dagli aromi della macchia mediterranea e dei fiori selvatici. Respirare la pace e il silenzio di una terra bella e selvaggia, aspra e ospitale. Le emozioni della natura qui possono avere mille volti e mille percorsi, lunghi o brevi, facili o diffi cili ma tutti incantevoli e studiati per farvi vivere una giornata di autentico relax. Nordic walking, passeggiate , trekking, percorsi benessere open air, accompagnati da brevi soste ristoratrici e molto altro ancora… Un incontro suggestivo con la natura incontaminata. Come nel caso della Barbagia, difficile da raggiungere e con abitanti dalla fama di uomini forti e coraggiosi ma di poche parole. In Barbagia è ancora possibile incontrare persone e vivere esperienze che ti rimangono impresse nella mente per la loro autenticità.

E poi scoprire Nuoro e le sue tradizioni popolari attraverso la visita al centro storico alle botteghe artigiane, visitare la tipica casa borghese di fine ‘800 e respirare l’atmosfera che ispirò le opere del premio Nobel alla letteratura Grazia Deledda. Orgosolo ha un fascino speciale grazie ai murales che raccontano le tragedie e le grandi battaglie sociali, politiche ed economiche che hanno scandito la storia dell’umanità, aggirandosi per le vie del paese le facciate degli edifici trasmettono con suggestioni a tinte forti le grida di popoli oppressi. Non si può non andare a Mamoiada a conoscere maschere e riti di un carnevale arcaico: ogni anno durante il carnevale i Mamuthones e gli Issohadores, figure protagoniste delle danze propiziatorie in periodo pagano, rivivono tutto il loro primitivo splendore sfilando per le vie del paese.

L’Ogliastra, terra di incantevole bellezza, è situata lungo il versante orientale della Sardegna. Il territorio, compreso tra le cime del Gennargentu e il mar Tirreno, è considerato tra i più suggestivi dell’isola. Definita l’anfiteatro sul mare, l’Ogliastra comprende diversi monumenti naturali, spiagge incontaminate, riconosciute tra le più belle al mondo, itinerari per il trekking, mountain bike e il climbing. Quaranta chilometri di costa nella Sardegna più selvaggia, di scogliere a picco, scandite da profonde incisioni, che interrompono l’impressionante muraglia con cale e spiagge, che sono dei veri gioielli del Mediterraneo.

Per definizione uno degli ultimi paradisi naturali, dove specie faunistiche come il Gabbiano Corso, il Falco della Regina e il Marangone dal Ciuffo, nidificano e vivono in simbiosi con un ambiente naturale ricco di endemismi, custoditi gelosamente dai guardiani del territorio: i pastori che ancora oggi pascolano le greggi di capre. La Grotta dei Colombi, le insenature di Portu Pedrosu, Portu Quau e le spiagge di Cala Goloritzé, di Ispuligidenie (Cala Mariolu e la Spiaggia dei Gabbiani), vi accompagneranno in un viaggio indimenticabile, la scoperta di sifoni sottomarini all’interno della Grotta del Fico, ultimo regno della Foca Monaca, vi faranno rivivere i tempi di un mondo antico. Ancora, le spiagge di Cala Sisine e Cala Luna.

Per saperne di più
www.visitnuoro.com
www.turismo.ogliastra.it

 

Chi siamo

TurismoItaliaNews, il web magazine che vi racconta il mondo.

Nasce nel 2010 con l'obiettivo di fornire un'informazione efficace, seria ed obiettiva su tutto ciò che ruota intorno al turismo...

Leggi tutto

Questo sito utilizza cookie, di prima e di terza parte, per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la Cookie Privacy...