A Norcia è comunque Natale, l'occasione per rilanciare l'attrazione di luoghi sempre bellissimi e straordinari

images/stories/varie_2017/NorciaNatale02.jpg

Giuseppe Botti, Norcia / Umbria

A Norcia nessuno vuole arrendersi al fatalismo degli eventi. D'altronde in questa orgogliosa città millenaria, terra di San Benedetto e dalle tradizioni fortissime, ci si è sempre rimboccati le maniche di fronte a difficoltà e calamità naturali. Così oggi, pur tra mille comprensibili problemi legati alla ricostruzione post-sisma, anche il Natale è l'occasione per rilanciare l'attrazione di luoghi comunque bellissimi e straordinari.

 

(TurismoItaliaNews) Il contrasto, neanche a dirlo, è fin troppo evidente. Eppure quel grande albero di Natale posizionato davanti al Palazzo comunale puntellato e alla maestosa facciata della Basilica di San Benedetto tenuta in piedi dalla grande struttura in tubi innocenti alta 18 metri, restituisce almeno per un momento una parvenza di normalità ad una delle piazze più belle dell'Umbria.

Quando arriviamo, è già buio e sta nevicando. Per strada incontriamo in ogni caso gruppetti di turisti arrivati da chissà da dove pur di riabbracciare quella Norcia che pur conoscono bene per esserci stati più volte. Anche se il terremoto ha colpito duro, scuotendo case, monumenti e persone, il semplice dire “io ci sono stato” o “io ci vengo” si rivela una decisiva iniezione di fiducia per chi ogni giorno lotta per mantenere salda la comunità. La quasi totalità dei commercianti di Norcia ha dovuto delocalizzare le proprie attività. Anche se il centro storico è stato ormai messo tutto in sicurezza, molti degli edifici che apparentemente sembrano agibili, al loro interno celano lesioni e crolli che ne rendono impossibile l'utilizzo.

E così, oltre alla casette di legno provvisorie per la popolazione, sono spuntate anche strutture per negozi e presto arriveranno quelle per i ristoranti: da corso Sertorio a via Dante Alighieri, da via Cesare Battisti a via Mazzini, da via Anicia a via Roma, buona parte degli operatori economici ha dovuto riallestire la sua attività. Ora via della Stazione accoglie una lunga fila di “chalet” che in qualche modo ripropone la sensazione della via commerciale, con le vetrine illuminate e le decorazioni natalizie. All'interno i prodotti di qualità che si producono da queste parti – dalla norcineria alla cioccolata, da cereali e legumi ai formaggi – ma anche tutto quello che serve per la quotidianità: abbigliamento, casalinghi, gioielli e orologi... E' anche con la tentazione dello shopping di Natale che nella città della Valnerina si guarda al futuro. Su questo aspetto si è particolarmente concentrato il consorzio “We are Norcia”, a cui aderiscono un centinaio di imprese di diversa tipologia, messesi insieme dopo gli eventi sismici per sostenere la ripresa delle attività economiche nell’area nursina, riservando i ricavi delle sue attività per la promozione di iniziative e progetti locali di sviluppo turistico.

E chi non può venire a Norcia, può acquistare i prodotti delle diverse aziende online mediante il sito del Consorzio, “tutte di Norcia e colpite dal sisma dello scorso anno, vogliono essere protagoniste insieme a voi della ripresa e rinascita di queste terre”. “Abbiamo rappresentato alle istituzioni le esigenze delle attività commerciali che hanno i locali inagibili e che sono pertanto costrette a delocalizzare. Queste attività sono state o verranno posizionate nei pressi delle mura cittadine permettendo la sopravvivenza delle imprese e la rivitalizzazione del centro storico di Norcia. Questo permetterà di contenere lo spopolamento delle nostre terre” spiegano dal Consorzio.

Nei giorni scorsi Norcia ha ricevuto una visita speciale: quella della Principessa del Kuwait Sheikha Amthal Al Ahmad Al Jaber Al Sabah, insieme all’ambasciatore in Italia Sheikh Ali Khaled Al Jaber Al Sabah e ad una delegazione dello stato arabo. Ad accogliere la Principessa, il sindaco di Norcia Nicola Alemanno, la presidente della Giunta regionale Catiuscia Marini e il Capo Dipartimento della Protezione Civile nazionale, Angelo Borrelli. La visita è stata occasione per rafforzare e approfondire la cooperazione tra l’Emirato del Kuwait e l’Italia nell’ambito di un programma a sostegno delle attività di protezione civile e di scambio di buone pratiche nel campo del volontariato e della gestione emergenziale.

“Quando ho sentito cosa è successo in Italia – ha detto la Principessa riferendosi agli eventi sismici dell’autunno 2016 – mi sono subito informata dal nostro Ambasciatore in Italia per ulteriori notizie. In qualità di presidente del Centro di Volontariato del Kuwait – ha detto – sono interessata ad avere un’idea per sapere come si coordina il volontariato quando accadono situazioni d’emergenza di questo genere e quali siano i rapporti con il Governo centrale”. La Principessa ha espresso apprezzamento per il modello organizzativo e operativo della Protezione Civile italiana: “Lo spirito del volontariato è profondamente radicato nella cultura kuwaitiana e islamica, così come nella storia e nella tradizione italiane. Saremo lieti di approfondire l’esperienza organizzativa del sistema di protezione civile italiano per farne tesoro e ci auguriamo che questa occasione di scambio prosegua in un percorso mirato alla firma di un protocollo d’intesa tra i nostri due Paesi”.

La delegazione ha poi visitato l’ospedale di Norcia, salutando pazienti e personale sanitario. Particolarmente significativo poi il passaggio della delegazione all’asilo nido comunale “Lo Scoiattolo” dove la Principessa, accolta da bambini e genitori, ha distribuito doni a tutti i bambini.

Il sito del Consorzio "We are Norcia"

 

Chi siamo

TurismoItaliaNews, il web magazine che vi racconta il mondo.

Nasce nel 2010 con l'obiettivo di fornire un'informazione efficace, seria ed obiettiva su tutto ciò che ruota intorno al turismo...

Leggi tutto

Questo sito utilizza cookie, di prima e di terza parte, per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la Cookie Privacy...