Yoga nel deserto marocchino, circondati dal suo silenzio, dalla sua bellezza e dalla sua forza primitiva

images/stories/marocco/YogaNelDeserto_ViaggiLevi.jpg

Un meraviglioso viaggio in Marocco dedicato alla pratica dello yoga nel deserto. Immersi nel deserto, circondati dal suo silenzio, dalla sua bellezza e dalla sua forza primitiva, la pratica yogica diventa più spirituale e consapevole. Nel deserto tutto è più lento e più profondo. Passeggiare tra le dune, sentire la sabbia sotto i piedi, ci porta in una dimensione «altra» che aiuta a trovare un senso a ciò che si fa e a ciò che si è.

 

(TurismoItaliaNews) A proporlo è il tour operator “I Viaggi di Maurizio Levi” tra le novità della primavera 2018. “Lo scopo dello Yoga consiste nel bloccare le fluttuazioni della mente - spiega l’insegnante Laurence Parietti (francese ma italiana nel cuore) specializzata in Hatha Yoga, Flow e Yoga in volo - è una disciplina che insegna ad ascoltare il proprio corpo e ad affidarsi alle sensazioni”. L’Hatha Yoga e l’Hatha flow consentono di equilibrare le nostre due energie, solare (Ha) e lunare (Tha), mediante le Asana (posture), il Pranayama (tecniche di respirazione) e la meditazione.

Il corso di Yoga durerà 3 giorni e avrà come scenario lo spettacolare Erg Mhazil, nel profondo sud del Marocco. La pratica mattutina sarà solare, dinamica ed energizzante al fine di aumentare l’energia, migliorare la scioltezza e la forza e ridurre lo stress. Ogni sequenza avrà un tema, sarà preceduta da una fase di riscaldamento e unirà in un unico flusso una serie di Asana attraverso la sincronizzazione del respiro.

Al termine della pratica, la quale include un rilassamento, saranno effettuati degli esercizi di Pranayama. La pratica serale sarà lunare, dolce e introspettiva. Oltre alla sequenza di Asana, più corta rispetto alla pratica del mattino, e agli esercizi di Pranayama, sarà proposta una seduta di Yoga Nidra. Si tratta di un metodo di rilassamento profondo attraverso il potere della visualizzazione; un’antica pratica indiana, adattata da Swami Satyananda, utilizzata come tecnica di meditazione per liberarsi dallo stress e dall’ansia.

Le tappe del viaggio. Partendo da Casablanca, si percorre la valle del Draa, un susseguirsi continuo di splendi ksur, fortezze d’argilla dalle facciate decorate. Si raggiungerà Zagora, la porta del deserto. Si prosegue nel deserto, percorrendo piste appena visibili per raggiungere lo spettacolare erg Mhzil, luogo che ci vedrà immersi nelle pratiche yoga, in un campo tendato allestito proprio tra le dune. Poi, attraverso le spettacolari gole del Dades e del Todrà si raggiunge l’altopiano, punteggiato da verdissimi campi e minuscoli villaggi fortificati. Pochi chilometri dopo, la meravigliosa Ouarzazte con la famosa kasbah di Aït Benhaddou (patrimonio dell’Unesco), una delle più esotiche e meglio conservate del Marocco e scenario di moltissimi film.

Data unica di partenza il 28 aprile 2018 con quota da 1.790 euro, con l’insegnante di Yoga Laurence Parietti.

Per saperne di più
I Viaggi di Maurizio Levi
Via Londonio, 4 - 20154 Milano
tel. +39 02-34934528
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 
www.viaggilevi.com

Chi siamo

TurismoItaliaNews, il web magazine che vi racconta il mondo.

Nasce nel 2010 con l'obiettivo di fornire un'informazione efficace, seria ed obiettiva su tutto ciò che ruota intorno al turismo...

Leggi tutto

Questo sito utilizza cookie, di prima e di terza parte, per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la Cookie Privacy...