E’ un Buon Natale firmato da Filippino Lippi quello che parte dall’Italia: un francobollo con il suo stupendo “tondo”

images/stories/francobolli2017/2017ItaliaNatale.jpg

Eugenio Serlupini, Roma

Il Buon Natale filatelico dell’Italia è all’insegna dell’opera di un grande artista del Quattrocento, di cui ricorre peraltro il 560° anniversario della nascita: Filippino Lippi. Per illustrare il tradizionale francobollo la scelta è caduta sulla sua Madonna col Bambino e Angeli, uno dei capolavori della pittura rinascimentale e l’opera più prestigiosa della Collezione d’Arte della Fondazione Cassa di Risparmio di Firenze. L’emissione natalizia è completata dal francobollo a soggetto “laico”.

 

(TurismoItaliaNews) Un appuntamento ormai consueto quello con i due francobolli natalizi italiani. Due perché, per non scontentare nessuno, uno è dedicato all’iconografia classica religiosa della Natività, mentre l’altro – definito “grafico” – propone un Babbo Natale composto da pacchi regalo nell’atto di consegnare un dono ad un bambino, mentre, a sinistra, una bimba è intenta ad aprire il proprio dono; sullo sfondo un albero di Natale stilizzato e un cielo stellato. L’emissione del francobollo artistico di Natale 2017 si inserisce peraltro nelle celebrazioni per il 25° anniversario della Fondazione Cassa di Risparmio di Firenze, con la riproduzione del grande tondo di Filippino Lippi raffigurante appunto la Madonna col Bambino e Angeli.

“L’assoluto rilievo del dipinto – spiega Umberto Tombari, presidente della Fondazione Cassa di Risparmio di Firenze - oltre che dalle dimensioni e dalla qualità straordinaria del soggetto, è testimoniato anche dagli studiosi che ne hanno evocato la storia e i tratti distintivi e dagli eventi espositivi ai quali ha partecipato: da Firenze a Roma, da Bonn a Tokyo. Sempre ha suscitato ammirazione e stupore, proiettando il tema della maternità in un più ampio orizzonte di universalità e di bellezza”. A questa emissione è affidato il compito di “veicolare” in Italia e nel mondo un’opera che è parte integrante del comune patrimonio storico ed artistico della Nazione. Il francobollo ne amplifica il valore e il significato destinandolo ad un pubblico più vasto. “Per questo motivo – chiosa Umberto Tombari - il progetto filatelico è ritenuto anche un segno di riconoscimento all’impegno che la Fondazione Cassa di Risparmio di Firenze ha profuso negli ultimi anni per la conservazione e la valorizzazione delle proprie opere d’arte portato avanti attraverso il progetto ‘In Collezione’. Tale iniziativa è un’occasione in più per condividere con il maggior numero possibile di persone elementi significativi di storia, cultura e civiltà”.

“Il dipinto di Filippino Lippi (Prato, 1457 circa – Firenze 1504), acquistato dalla Cassa di Risparmio di Firenze nel 1982, fu pubblicato per la prima volta da Crowe e Cavalcaselle nel 1864 come un’opera di Filippino Lippi, il figlio di Fra’ Filippo, e allievo di Botticelli – spiega Jonathan K. Nelson nel presentare l’opera immortalata nel francobollo italiano - nel dipinto del Lippi la prospettiva del pavimento non indirizza lo sguardo dell’osservatore verso la Madonna al centro dell’opera, come ci si potrebbe aspettare, ma verso i tre angeli cantori sulla destra. Uno dei tre ha entrambi gli indici tesi, come per tenere il ritmo, e appoggia la mano sinistra sulla mano destra del compagno accanto, comunicando con lui senza parlare. Questo secondo angelo ha in mano un rotolo, sul quale è fedelmente riportata una partitura, completa di chiavi, note e segni di ripetizione”.

Chi siamo

TurismoItaliaNews, il web magazine che vi racconta il mondo.

Nasce nel 2010 con l'obiettivo di fornire un'informazione efficace, seria ed obiettiva su tutto ciò che ruota intorno al turismo...

Leggi tutto

Questo sito utilizza cookie, di prima e di terza parte, per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la Cookie Privacy...