Il 2019 è l’Anno delle Lingue Indigene: dalle Nazioni Unite arrivano francobolli con saluti in 41 lingue diverse

images/stories/francobolli_Onu/LingueDelMondo2019d.jpg

Le lingue giocano un ruolo fondamentale nella quotidianità delle persone: infatti è attraverso il linguaggio che comunichiamo con il mondo, definiamo la nostra identità, esprimiamo la nostra cultura e la nostra storia, impariamo, difendiamo i nostri diritti e partecipiamo a tutti gli aspetti della vita della società. E così proprio le Lingue del mondo diventano i soggetti della nuova emissione di francobolli delle Nazioni Unite in circolazione dal 21 febbraio 2019.

 

(TurismoItaliaNews) La data di emissione non è casuale in quanto è il giorno deputato alla celebrazione della Giornata Internazionale della Lingua Madre. L’Apnu – l’amministrazione postale dell’Onu – ha emesso tre minifogli da sei francobolli ciascuno dedicati alle lingue del mondo, che riportano espressioni di saluto in 41 lingue diverse.

Le persone usano il linguaggio non solo per preservare la storia, le tradizioni e la memoria della propria comunità, ma anche per tramandarne i modi di pensare, di intendere ed esprimersi, e per costruire il proprio futuro. Tuttavia, a prescindere dal loro immenso valore, in tutto il mondo le lingue continuano a scomparire a un ritmo allarmante Le Nazioni Unite hanno così proclamato il 2019 Anno delle Lingue Indigene per accrescere la consapevolezza della loro importanza e per valorizzare l’importante contributo che esse offrono alla grande diversità culturale del mondo.

I fogli sono stati disegnati da Sergio Baradat (Nazioni Unite).

Per saperne di più

Chi siamo

TurismoItaliaNews, il web magazine che vi racconta il mondo.

Nasce nel 2010 con l'obiettivo di fornire un'informazione efficace, seria ed obiettiva su tutto ciò che ruota intorno al turismo...

Leggi tutto

Questo sito utilizza cookie, di prima e di terza parte, per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la Cookie Privacy...