E’ a San Marino il primo e unico monumento shintoista ufficiale in Europa: il Jinja

images/stories/varie_2018/SanMarino_Jinja02.jpg

Giuseppe Botti, San Marino

E’ il primo e unico monumento shintoista ufficiale in Europa e si trova a San Marino. Inaugurato il 22 giugno 2014 in memoria delle migliaia di vittime del grande terremoto del Tohoku che l’11 marzo 2011 si è abbattuto nel cuore del Giappone orientale, il monumento “San Marino Jinja” è composto da un Torii bianco, portale tradizionale giapponese di accesso e dal Jinja, il piccolo santuario in legno.

 

(TurismoItaliaNews) Il San Marino Jinja è il primo monumento di stile shintoista presente nel Vecchio Continente e si collega allo Shintoismo, non una religione in quanto in esso mancano gli elementi per poterlo definire religione: un fondatore, un dogma, i testi sacri. Lo Shintoismo è in sostanza una filosofia, nata in Giappone 2.600 anni fa partendo dalla venerazione di tutti gli elementi che compongono la natura: sole, acqua, vento, montagne, alberi, piante... Nei “norito” (preghiere shintoiste) vengono infatti lodate queste entità naturali, chiamati “kami”, che per noi occidentali ricordano le lodi al Signore di San Francesco d’Assisi nel Suo celebre “Cantico delle creature”. Lo Shintoismo non è molto conosciuto in Occidente in quanto è una filosofia intima per i giapponesi, caratterialmente molto riservati e che non amano fare proselitismo. Ed è notoriamente una cultura pacifista ed aperta a ogni tipo di credo.

Come si è arrivati a costruire a San Marino il Jinja? L’iniziativa si deve alla Jsfs Japan San Marino Friendship Society, associazione di amicizia nippo-sammarinese, nasce nel 2001 per volontà del professor Hideaki Kase, critico diplomatico giapponese, scrittore, regista: “Dopo aver visitato la Repubblica di San Marino – spiega l’associazione - il professor Kase ha intrapreso rapporti con l’ambasciata di San Marino in Giappone per la nascita di un gruppo di amici della più antica Repubblica al mondo e della più antica dinastia imperiale al mondo. La notorietà del professore all’interno delle istituzioni giapponese ed il suo impegno nel sociale, hanno dato vita all’associazione che oggi conta più di mille associati”.

Nel 2011, la Jsfs ha iniziato una raccolta fondi per la costruzione di un monumento di stile shintoista, architettura tipica del Giappone, che potesse commemorare le vittime del terremoto di Tohoku del marzo dello stesso anno, dove circa 29.000 persone persero la vita. L’associazione ha voluto che il monumento fosse collocato proprio nella Repubblica di San Marino, luogo di antica libertà e di respiro internazionale. L’inaugurazione è avvenuta il 22 giugno 2014 presso il Podere Lesignano di Serravalle.

Adesso San Marino, terra di pace e libertà, celebra il collegamento con il Giappone attraverso la presenza del Jinja, simbolico nelle relazioni tra i due Paesi anche per la visita sul Titano nel 1984 del principe ereditario Giapponese Hironomiya Naruhito. E lo fa attraverso l’emissione di due francobolli stampati in versione foglietto, da 2,00 euro ciascuno, sui quali è raffigurato il Tempio Shintoista. La tiratura annunciata è di 250.000 foglietti, la cui impaginazione grafica è firmata da Dara Giardi. L'emissione è del 5 giugno 2018.

Per saperne di più
www.ufn.sm
www.sanmarinojinja.com

Questo sito utilizza cookie, di prima e di terza parte, per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la Cookie Privacy...