Fede, misticismo e magia: ecco la Settimana Santa dei Paesi del centro-America, dal Nicaragua al Belize

images/stories/guatemala/GuatemalaSemanaMayor01.jpg

Fede, misticismo e magia. Sono questi gli elementi che caratterizzano la Semana Mayor, come viene chiamata nei Paesi del Centroamerica la Settimana Santa. Un mix speciale ed esotico che in questi territori, dove gli esempi di sincretismo religioso sono visibili un po’ ovunque nei luoghi sacri, si respira ancora più forte ed evidente in questo speciale periodo dell’anno.

(TurismoItaliaNews) Un esempio sono i tappeti di petali di fiori, segatura e polveri colorate che durante il periodo della Quaresima sono utilizzati per ricoprire le strade di disegni e rappresentazioni religiose dai colori sgargianti, ma anche i piatti della tradizione culinaria che si preparano soltanto a Pasqua e le imponenti processioni. Tutto questo, insieme al clima tropicale, alle differenti etnie che popolano il Centroamerica, le tradizioni rendono davvero unico al mondo la Settimana Santa.

Una tradizionale corsa in bicicletta
L’attività sportiva caratterizza invece le festività pasquali in Belize con una competizione ciclistica di cross country il Sabato Santo. Si percorrono oltre 230 chilometri andata e ritorno da Belize City a San Ignacio, e vi assistono migliaia di spettatori.

Pasqua golosa
Nel periodo della Semana Mayor non si mangia carne, secondo la tradizione cattolica, e la maggioranza dei piatti viene realizzata a base di pesci, frutti di mare e molluschi e verdure. Giocano un ruolo da protagonisti i dolci, anche perché il periodo pasquale coincide con la maturazione di diversi frutti di stagione utilizzati nelle ricette di dolci tipici che si preparano in Nicaragua e Guatemala, come il ribes, il tamarindo, la papaya, il cocco, il mango che sono anche la base per golosi sciroppi e confetture.

In Costa Rica è molto tradizionale mangiare miele di chiverre, una specie di zucca che viene utilizzata anche come ripieno per le empanadas de chiverre, piccoli calzoni che si possono friggere o mettere in forno, mentre in El Salvador, si preparano diversi piatti con la panela, un derivato dal succo della canna da zucchero, simile a delle zollette solide, insieme a frutti e a patate dolci.
Un altro dolce tipico che si mangia a Pasqua in tutti i Paesi della regione sono le famose torreja (nella foto in alto), fatti con pane, riso o di frumento tostato e poi macinato, panela, latte e uova e accompagnate con un bicchiere di esotica chilate (nella foto qui sopra), bibita preparata con mais tostato, cacao, peperoncino al quale è possibile aggiungere anche anice, zenzero e cannella.

Per saperne di più

Chi siamo

TurismoItaliaNews, il web magazine che vi racconta il mondo.

Nasce nel 2010 con l'obiettivo di fornire un'informazione efficace, seria ed obiettiva su tutto ciò che ruota intorno al turismo...

Leggi tutto

Questo sito utilizza cookie, di prima e di terza parte, per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la Cookie Privacy...