Roma, dopo più di quaranta anni tornano a essere visitabili il IV e V livello del Colosseo

images/stories/roma/Colosseo08_visione_da_ultimi_livelli.jpg

Dopo più di quaranta anni il IV e V livello del Colosseo tornano a essere visitabili. A circa 40 metri d’altezza rispetto al piano dell’arena, la straordinaria vista sull’intera cavea del monumento e su Roma completa un percorso voluto dal Parco Archeologico del Colosseo, fino ad oggi possibile soltanto fino al III livello. L’intervento di restauro è costato complessivamente un milione e 418.000 euro. Dal 1° novembre 2017 attive le visite guidate secondo questo inedito percorso.

 

(TurismoItaliaNews) Questo nuovo itinerario di visita, consentito per ragioni di sicurezza unicamente accompagnati da una guida e per gruppi di massimo 25 persone, comincia con l’attraversamento dell’unica galleria conservata – per un ampio tratto – come in origine. Si tratta di uno spazio con copertura a volta destinato allo smistamento del pubblico. Qui erano anche collocati i servizi igienici, di cui resta traccia. Situata in uno spazio intermedio tra il II e il III livello, la galleria - mai aperta al pubblico prima d’ora – presenta un ulteriore unicum: intonaci bianchi con segni di colore, riportati alla luce da un capillare restauro.

L’illuminazione messa a punto per questo passaggio, in penombra, ricorda la fioca luce che filtrava dai lucernari aperti lungo la volta, e potenziata dalle fiaccole accese durante gli spettacoli. I muri della galleria risalgono ai restauri eseguiti dopo l’incendio del 217 d.C. dagli imperatori della dinastia dei Severi. Blocchi di travertino riutilizzati in quell’occasione sono visibili lungo il percorso. In origine nascosti dall’intonaco, hanno messo in luce le scritte realizzate con colore rosso dai cavatori del travertino, estratto nelle vicine cave di Tivoli. Dalla galleria si accede al III livello, già visitabile dal 2010 e con affaccio unicamente verso l’arco di Costantino.

Adesso il cammino prosegue seguendo la linea della controfacciata dell’anfiteatro, che sovrasta il percorso con i suoi 15 metri d’altezza. La suggestione dell’imponenza del Colosseo è ancor più accentuata quando si arriva al IV e al V livello, quelli destinati alla plebe. Il Parco Archeologico del Colosseo amplia così l’offerta di visita al monumento. Alla visita guidata ai sotterranei e al piano dell’arena, si aggiunge questo nuovo itinerario che consente di godere di una vista mozzafiato sui sotterranei e sul piano dell’arena, sul Palatino e su tutta Roma. Dal 1° novembre 2017 saranno attive le visite guidate secondo questo inedito percorso. Partiranno dalla mostra “Colosseo. Un’icona” ad introduzione alla storia del monumento, per raggiungere poi la sommità dell’anfiteatro. Dal 4 al 31 ottobre alle ordinarie visite guidate ai sotterranei e al piano dell’arena si aggiungerà, su richiesta, l’accompagnamento al IV e V ordine.

L'assetto. La galleria intermedia svolgeva funzione di smistamento del pubblico che, dal II livello, raggiungeva i piani più alti della cavea, cioè la parte sommitale del meniano secondo e il meniano in ligneis, l’unico con sedili di legno. Quest’ultimo, il più scomodo da raggiungere e con visibilità ridotta, era destinato alla plebe. Il percorso si snodava attraverso scale e gallerie coperte con volte su cui si aprivano lucernai che garantivano l’illuminazione. Il meniano in ligneis, corrispondente all’attuale V livello, si sviluppava all’ombra di un ampio portico che garantiva ai plebei protezione dai raggi del sole e da eventuali acquazzoni. Il resto della cavea, con sedili esclusivamente di marmo, era protetto invece dal velum, un sottile telo teso, all’occorrenza, dai marinai della flotta di Miseno cui era destinato un camminamento sulla sommità dell’edificio.

Oggi il V livello, ricostruito da Luigi Canina nel XIX secolo, ha l’aspetto di una terrazza scoperta con funzione panoramica. Se si volge lo sguardo non sui sotterranei, ma verso la poderosa parete perimetrale, si vedranno evidenti i segni della ricostruzione operata nel III sec. d.C. dalla dinastia degli imperatori Severi dopo l’incendio che nel 217 devastò l’anfiteatro. Gli originari blocchi di travertino furono in gran parte sostituiti con elementi di marmo recuperati: frammenti di colonne, di epigrafi, di rilievi, il tutto nascosto da una possente parete in mattoni rivestita con intonaco.

Il Colosseo in cifre
-52 metri l’altezza totale 188 metri l’asse maggiore
-156 metri l’asse minore 3357 mq l’area complessiva che occupava l’arena
-73.000 persone occupavano la cavea
-4 ordini realizzati in opera quadrata di travertino
-80 arcate nei primi tre ordini, inquadrate da semicolonne con capitelli tuscanici nel primo ordine, ionici nel secondo e corinzi nel terzo
-80 riquadri scandiscono il quarto ordine, intervallati da 40 finestre
-6.400.000 circa i visitatori nel 2016

Modalità di visita
-Gruppi di massimo 25 persone, accompagnati da archeologi e storici dell’arte
-durata della visita: 75 minuti
-Lingue: italiano, inglese, spagnolo
-9 euro il costo del biglietto intero per la visita guidata, cui si aggiunge quello di ingresso al Colosseo / Palatino / Foro romano. Gratuità: bambini al di sotto dei 12 anni di età accompagnati dai genitori
-Prenotazione obbligatoria: tel. +39 06-39967700 www.coopculture.it

 

 

Chi siamo

TurismoItaliaNews, il web magazine che vi racconta il mondo.

Nasce nel 2010 con l'obiettivo di fornire un'informazione efficace, seria ed obiettiva su tutto ciò che ruota intorno al turismo...

Leggi tutto

Questo sito utilizza cookie, di prima e di terza parte, per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la Cookie Privacy...