Alla scoperta delle leggende irlandesi con Artemis Fowl, il film della Disney

images/stories/irlanda/DunluceCastle02.jpg

Dalla serie di libri di successo che narra il magico mondo del dodicenne dalla mente criminale, Artemis Fowl, arriva il nuovo film della Disney ispirato e parzialmente girato sull’Isola d’Irlanda. La pellicola racconta di Artemis, interpretato da Ferdia Shaw, che sta indagando sulla scomparsa di suo padre, impersonato da Colin Farrell, avvenuta per mano di una misteriosa forza soprannaturale.

 

(TurismoItaliaNews) Serie di libri molto amata scritta dall'irlandese Eoin Colfer, Artemis Fowl ha catturato l'immaginazione di milioni di persone in tutto il mondo grazie al suo mix equilibrato di mitologia irlandese, tecnologia futuristica e azioni da supereroe. Il film è stato girato in Irlanda nel 2018 in alcuni dei luoghi più belli dell'isola, tra cui l’emozionante Dunluce Castle, le rovine del 16° secolo situate in cima a una scogliera sulla Causeway Coast, e White Rocks Beach a Portrush, destinazione nota a milioni di appassionati di golf in tutto il mondo in quanto è lo straordinario scenario del Royal Portrush Golf Club che ha ospitato il 148° Open nel 2019.

Dunluce Castle

Giants Causeway

Whiterocks BeachIn merito alle riprese, il regista Kenneth Branagh ha spiegato: "Da subito ho desiderato girare almeno parte del film in Irlanda e dare così una rappresentazione reale delle dimensioni dell’isola, della sua bellezza, della costa, del paesaggio, del colore della sua famosa erba e dello spettacolo di alcuni degli antichi edifici". Artemis Fowl vanta un cast e un team creativo irlandesi, tra cui proprio il regista Kenneth Branagh, nato a Belfast, l’acclamato drammaturgo e sceneggiatore di Dublino Conor McPherson e gli attori principali Ferdia Shaw, di Wexford, Lara McDonnell, di Dublino e proprio il nostro Colin Farrell". Il creatore di Artemis Fowl, l'autore Eoin Colfer, proviene dalla contea di Wexford, nell'Ancient East irlandese, una regione dalla ricca storia, che ospita monumenti neolitici di 5.000 anni fa, centinaia di castelli e una tradizione narrativa di fama mondiale.

I libri di Artemis Fowl di Eoin Colfers sono stati ispirati dalle molteplici sfaccettature di vita che si sviluppano grazie a una destinazione così ricca di storie. Dice: "L'Irlanda è il luogo più magico della terra, e ciò grazie alla sua mitologia, visto che siamo stati gli ultimi a comunicare con le fate prima che andassero sottoterra". Uno dei posti che è diventato un luogo chiave nella storia è la casa di Artemis, Fowl Manor, ispirata a Loftus Hall, un'imponente dimora sulla penisola di Hook nella contea di Wexford dove Eoin Colfer ha lavorato quando era adolescente . È qui che ha immaginato la vita della famiglia Fowl. L’autore sottolinea: "E’ molto più facile scrivere un libro quando hai il “luogo fisico” nella mente e ne conosci, pertanto, tutti i corridoi, i tunnel e i segreti".

Giants Causeway

Whiterocks Beach

Il regista Kenneth Branagh fa eco al senso del luogo e della leggenda che l'Irlanda incarna, affermando: "Bisogna solo andare in un posto come The Giant’s Causeway per credere che in Irlanda le fate esistano perché in qualche modo quel paesaggio incredibile deve essere stato creato". Il sito patrimonio mondiale dell'Unesco nella contea di Antrim è una delle attrazioni turistiche più famose in Europa. Le migliaia di colonne esagonali di basalto che precipitano nell'Oceano Atlantico risalgono a un'età vulcanica di quasi 60 milioni di anni fa e la leggenda narra che fossero state create da due giganti in guerra.

Artemis Fowl è stato lanciato su Disney+ lo scorso 12 giugno.

Il sito ufficiale del Turismo Irlandese

Chi siamo

TurismoItaliaNews, il web magazine che vi racconta il mondo.

Nasce nel 2010 con l'obiettivo di fornire un'informazione efficace, seria ed obiettiva su tutto ciò che ruota intorno al turismo...

Leggi tutto

Questo sito utilizza cookie, di prima e di terza parte, per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la Cookie Privacy...