Artigianato, prodotti tipici e della tradizione: lo shopping di Natale a Praga anticipa i regali delle feste

Il mercato sulla piazza della città vecchia e Vaclavske Namesti, punteggiate dalle tipiche casette in legno, stipate di oggettistica originale. Praga sembra fatta apposta per trascorrere le festività di fine anno e Natale o Capodanno (ma in fondo che dire degli altri periodi dell'anno?) la capitale ceca si scopre cornice da favola con i suoi mercatini, i colori, i suoni e i sapori delle feste, presepi, riti e tradizioni. E comunque non c'è solo Praga...

(TurismoItaliaNews) Le atmosfere natalizie di cui è intrisa la capitale della Repubblica Ceca in questo periodo esplodono letteralmente nei suoi due mercati principali, cui fanno però da corollario tanti mercatini “minori” (sulle piazze Namesti Miru e Namesti Republiky, all’interno della fiera nel quartiere Holesovice o sulla Kampa, pittoresca penisola sulla Moldava). Imperdibili i due grandi classici: il mercato sulla piazza della città vecchia (Staromestske Namesti), dove troneggia il grande albero tra splendide architetture gotiche, e la piazza Venceslao (Vaclavske Namesti), punteggiate delle tipiche casette in legno, stipate di oggettistica originale. E’ concentrato qui tutto il meglio della tradizione artigianale ceca: dai giocattoli in legno ai cristalli di Boemia, dalle figurine in foglie di granturco ai manufatti in paglia, dagli addobbi natalizi a golosi prodotti tipici, primo fra tutti il succulento prosciutto di Praga che affumica sui bracieri accesi.

A completare la cornice, abeti vestiti e illuminati a festa, il presepe con veri animali allestito sotto il grande albero sulla piazza della città vecchia e le note dei concerti natalizi – prima fra tutte l’ormai celebre Messa di Natale “Ceska mse vanocnì” del compositore barocco Jakub Jan Ryba - che riempono le chiese e gli auditorium. Ovviamente anche la fine d’anno è all’insegna della magia in Repubblica Ceca. La capitale, ma anche le città, i villaggi e i paesini sono tutti vestiti a festa. E allora tanto vale lasciare che i sensi vengano sedotti: l’occhio da luci e addobbi sgargianti, le narici da profumi dolci di vaniglia e mandorle tostate e dall’aroma speziato di vin brulé, il palato da tutte le specialità dolci e salate di stagione, l’orecchio da cori e jingle festosi…

 

“Un viaggio in Repubblica Ceca a questo punto dell’anno è davvero una festa dei sensi – sottolineano dall'Ente del Turismo - u n tripudio di suggestioni, emozioni e seduzioni cui è difficile resistere. Un’occasione unica, in cui lasciarsi cadere in tentazione non solo non è peccato, ma è d’obbligo. Una giostra variopinta che si muove tra sacro e profano e da cui, una volta saliti, è difficile scendere. E allora via, pronti per un altro giro! Ce n’è davvero per tutti i gusti. Il grande carosello parte già a fine novembre…”. In effetti ovunque, nelle piazze, lungo i vicoli, tra le bancarelle, dentro le mura di antichi castelli, nelle chiese, tra le figure e le casupole di presepi bellissimi va in scena un travolgente e dolcissimo spettacolo di colori, suoni, profumi che non ha uguali nel calendario.

 

Ad aprire ufficialmente le feste, qui come in gran parte dell’Europa centrale e settentrionale, è San Nicola. In Cechia è usanza accoglierlo già la vigilia del suo onomastico, vale a dire il 5 dicembre. A scortarlo, ovunque il Santo si rechi, sono i suoi immancabili aiutanti: un angelo e un diavolo, occupati sì in eterne scaramucce che simboleggiano la lotta (e la convivenza) tra bene e male, ma per l’occasione molto più impegnati a distribuire frutta secca e di stagione, dolciumi e piccoli doni ai bambini buoni. Ma attenzione: per i monelli c’è anche una buona scorta di carbone e… patate.

 

Tra le tante sfilate in maschera che animano le strade di città e paesi cechi è sicuramente da non perdere quella tradizionale di Trebic. Il Santo dalla lunga barba bianca – che ha ispirato la figura più profana e universalmente riconosciuta di Babbo Natale, non a caso conosciuto all’estero come Santa Klaus - e le sue “guardie del corpo” approdano ogni anno acclamatissimi sulla piazza principale della cittadina, gioiello Unesco. Veri protagonisti della festa non sono però il Santo, l’angelo e il demone ma i bambini che recitano poesie e canti natalizi, ricevono dolcetti e frutta e infine aiutano San Nicola ad accendere le luci del grande albero di Natale.

E poi c'è il tour dei presepi. Anche nella Repubblica Ceca, in ogni angolo di città o paese, lo spettacolo della nascita di Gesù va in scena in tutta la sua disarmante semplicità, regalando capolavori d’arte. In Cechia vive, e crea, una nutrita schiera di abili artisti, forti di una tradizione che affonda le sue radici nel XVI secolo e che ricorre a ogni tipo di materiale. Dal legno alle foglie di granturco, dalla carta al panpepato… statuine per ogni gusto e stile. Gli appassionati trovano in Cechia non solo presepi sparsi qua e là nelle chiese e sulle piazze o schiere di statuette sulle bancarelle, ma interi musei dedicati al genere. Quello di Museo di Trebechovice pod Orebem, in Moravia settentrionale, tra gli esemplari più preziosi vanta una Natività animata vecchia di oltre un secolo. E’ il celebre presepe di Probost, creazione straordinaria costituita da oltre duemila elementi meccanici. Sempre in tema di presepi meccanici, l’esemplare più “popoloso” al mondo si può ammirare nel Museo di Jindrichuv Hradec, in Boemia nord-orientale: realizzato dal mastro calzolaio Tomas Kryza, con le sue oltre 1.400 figurine è entrato persino nel Guinness dei Primati.

 

A Zabrdi u Husince, in Boemia meridionale, c’è invece il Museo dei Presepi di Carta, che raccoglie circa 800 esemplari, dal più grande di quasi 4 metri fino al più piccolo, che può entrare in una scatola di fiammiferi. Vicino a Praga, il Museo di Karlstejn oltre a presepi classici e meccanici propone qualche curiosità, come un esemplare di zucchero e uno di pane.

Per saperne di più
Ente Nazionale Ceco per il Turismo – CzechTourism
Via G. B. Morgagni, 20 - 20129 Milano

 

turismo italia news
turismoitalianews
TurismoItaliaNews.it
www.facebook.com/turismoitalianews
www.twitter.com/turismoitalianw

Chi siamo

TurismoItaliaNews, il web magazine che vi racconta il mondo.

Nasce nel 2010 con l'obiettivo di fornire un'informazione efficace, seria ed obiettiva su tutto ciò che ruota intorno al turismo...

Leggi tutto

Questo sito utilizza cookie, di prima e di terza parte, per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la Cookie Privacy...