LUOGHI | Musei Reali di Torino: nell'anno di Leonardo quasi 600mila visitatori, in crescita il pubblico che ama l'arte

images/stories/varie_2019/Leonardo_Autoritratto_in_mostra.jpg

Si è chiuso con un incremento di pubblico del 6,5% rispetto al 2018 il 2019 dei Musei Reali di Torino, per un totale di 492.136 visitatori, a cui si aggiungono i 102.465 delle mostre del 2019, che fanno salire la percentuale a +15% rispetto all'anno precedente. Un dato che si rispecchia anche nell'attività dei canali ufficiali social, anch'essi in crescita; tra tutti spicca Instagram che registra +10mila follower rispetto all'anno precedente.

 

(TurismoItaliaNews) L'anno appena trascorso ha visto il succedersi di mostre, insieme a numerose novità e riconoscimenti. Primo fra tutti, l'European Heritage Award/Premio Europa Nostra 2019, ricevuto a Parigi per i lavori di recupero della Cappella di Guarino Guarini nella categoria Conservazione. Il premio è indetto dalla Commissione Europea e da Europa Nostra, importante rete per il patrimonio che ogni anno celebra e promuove le eccellenze culturali.

Musei Reali di Torino: nell'anno di Leonardo quasi 600mila visitatori, in crescita il pubblico che ama l'arte

L'anno si era aperto con la mostra dedicata ad Antoon van Dyck. Pittore di corte (dal 16 novembre 2018 fino al 17 marzo 2019) pittore ufficiale delle più grandi corti d'Europa che ritrasse principi, regine, gentiluomini e nobildonne delle più prestigiose dinastie dell'epoca. Attraverso un percorso espositivo strutturato in quattro sezioni, la mostra (prodotta da Arthemisia) presentava 45 tele e 21 incisioni dell'artista che rivoluzionò l'arte del ritratto del XVII secolo. Riunendo i due principali nuclei di opere conservate alla Galleria Sabauda di Torino e alla Banca d'Italia di Roma, nelle Sale Chiablese, nel 2019 si è svolta la mostra Riccardo Gualino collezionista e imprenditore, attraverso la quale il pubblico ha potuto conoscere meglio una delle figure torinesi più significative del '900 italiano e la sua straordinaria storia. La mostra è tutt'ora in corso al Musée des Beaux Arts di Chambéry, in Francia.

Soprattutto, il 2019 è stato l'anno di Leonardo, a cui i Musei Reali hanno dedicato la mostra Leonardo da Vinci. Disegnare il futuro. Il percorso espositivo, costruito sulla base del nucleo di disegni autografi conservati nella Biblioteca Reale. Una straordinaria raccolta di opere, databili all'incirca tra il 1480 e il 1515, diverse per soggetto e per ispirazione, in grado di documentare l'attività di Leonardo dalla giovinezza alla piena maturità. In mostra, tra gli altri, il Codice sul volo degli uccelli e il celeberrimo Autoritratto. Due opere recentemente tornate visibili al pubblico, grazie alla mostra Il tempo di Leonardo 1452-1519 (fino all'8 marzo 2020 in Biblioteca Reale). L'esposizione ripercorre un periodo di grande fermento culturale in cui si incrociarono accadimenti, destini e storie di grandi protagonisti del Rinascimento.

Musei Reali di Torino: nell'anno di Leonardo quasi 600mila visitatori, in crescita il pubblico che ama l'arte

Musei Reali di Torino: nell'anno di Leonardo quasi 600mila visitatori, in crescita il pubblico che ama l'arte

Proseguono per i primi mesi del 2020 anche Pelagio Palagi a Torino. Memoria e invenzione nel Palazzo Reale, in Galleria Sabauda fino al 9 febbraio e la mostra internazionale Konrad Mägi. La luce del Nord (Sale Chiablese, fino all'8 marzo) realizzata in collaborazione con il Museo Nazionale d'Arte dell'Estonia. Tre sono le mostre già annunciate per i mesi successivi e che saranno presentate nelle prossime settimane in una conferenza stampa dedicata alle iniziative del 2020. Si inizia il 2 aprile con il fascino millenario di Cipro, cuore del Mediterraneo e ponte tra Oriente e Occidente, protagonista della mostra internazionale Cipro. Crocevia delle civiltà (fino al 20 settembre 2020, realizzata in collaborazione con l'Università degli Studi di Torino). La collezione del Museo di Antichità è arricchita da prestiti unici per la prima volta in Italia provenienti da illustri istituzioni straniere, tra cui il British Museum di Londra, il Metropolitan Museum of Art di New York, il Fitzwilliam Museum di Cambridge, Medelhavetmuseet di Stoccolma, il Kunsthistorisches Museum di Vienna e il Museo di Cipro a Nicosia.

Dal 24 ottobre fino al 7 marzo 2021, le Sale Chiablese ospitano Capa in color, la mostra curata dall'International Center of Photography (Icp) di New York che presenta per la prima volta al grande pubblico le fotografie a colori di Robert Capa. Le celebrazioni in occasione dei cinquecento anni dalla morte di Raffaello vedranno una mostra dedicata al grande maestro del Rinascimento, in Galleria Sabauda dal 30 ottobre 2020 al 14 marzo 2021. Uno speciale approfondimento infine sarà dedicato al Barocco, con mostre, concerti e percorsi di visita dedicati che si terranno da marzo a settembre 2020.

Per saperne di più

Chi siamo

TurismoItaliaNews, il web magazine che vi racconta il mondo.

Nasce nel 2010 con l'obiettivo di fornire un'informazione efficace, seria ed obiettiva su tutto ciò che ruota intorno al turismo...

Leggi tutto

Questo sito utilizza cookie, di prima e di terza parte, per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la Cookie Privacy...