TOURING CLUB | Sono 227 i borghi premiati con la Bandiera Arancione: 19 le new entry, la Toscana sul podio

images/stories/varie_2018/BandiereArancioni2018a.jpg

Sono 19 i nuovi borghi che dal 2018 possono fregiarsi della Bandiera Arancione, il riconoscimento assegnato dal Touring Club Italiano ai Comuni dell'entroterra con meno di 15mila abitanti che si distinguono per un'offerta turistica di eccellenza e un'accoglienza di qualità. La premiazione è avvenuta a Genova a Palazzo Ducale, la regione più arancione è la Toscana. E 4 bandiere sono state ritirate rispetto alla scorsa edizione.

 

(TurismoItaliaNews) Sono complessivamente 227 i borghi premiati dal Touring Club Italiano nel triennio 2018-2020 con la Bandiera Arancione. Oltre alle riconferme sono 19 le località italiane alle quali è andato il riconoscimento: Gressoney Saint Jean per la Valle d'Aosta, Agliè, Chiusa di Pesio, Gavi e Ozzano Monferrato (Piemonte), Almenno San Bartolomeo, Bellano e Pizzighettone (Lombardia), Maniago e San Vito al Tagliamento (Friuli Venezia Giulia), Santa Fiora (Toscana), Frontino e Serra San Quirico (Marche), Fara San Martino, Lama dei Peligni e Opi (Abruzzo), Aliano (Basilicata), Oriolo e Taverna (Calabria).

Sul podio la Toscana con 38 borghi, seguono il Piemonte con 28 Comuni, le Marche con 21 Bandiere arancioni., 20 i borghi premiati in Emilia Romagna, 19 nel Lazio, 15 in Liguria e 13 in Puglia e in Lombardia. La premiazione è avvenuta a Genova a Palazzo Ducale alla presenza di oltre 150 sindaci da tutta Italia con il direttore generale del Touring Lamberto Mancini, il sindaco Marco Bucci, il governatore Giovanni Toti e l'assessore al Turismo Gianni Berrino.

L'iniziativa Bandiere arancioni, programma territoriale di sviluppo e valorizzazione turistica dei borghi dell'entroterra italiano, nel 2018  festeggia anche un importante traguardo: 20 anni. Il Touring, infatti, dal 1998  seleziona e certifica attraverso questo progetto i borghi eccellenti dell’entroterra Italiano. Località a “misura d’uomo” con meno di 15.000 abitanti, luoghi speciali, magari ancora poco conosciuti, dove la sostenibilità ambientale, la tutela del territorio, il patrimonio artistico-culturale, la qualità dell’accoglienza si uniscono per regalare autenticità al viaggio.

I Comuni candidati, inoltre, indipendentemente dall'esito dell’analisi, ricevono un importante strumento, il Piano di miglioramento, che approfondisce le aree risultate non in linea con gli standard previsti dal Touring e indica le principali azioni da attivare per perfezionare e potenziare il sistema di offerta turistica locale. L’iniziativa è nata grazie alla collaborazione tra Tci e l’assessorato al Turismo della Regione Liguria. Da una riflessione comune su come stimolare, coinvolgere e promuovere i territori lontani dalla costa, in particolare le loro località minori, Touring ha sviluppato il Modello di Analisi Territoriale Tci, alla base del progetto Bandiere arancioni, che prevede che le località che presentano la candidatura vengano approfonditamente analizzate,  anche sul campo, attraverso la verifica di oltre 250 criteri di analisi, raggruppati in cinque macroaree.

L’iniziativa si è poi sviluppata a livello nazionale, in tutte le regioni. Ad ad oggi la Toscana è la Regione più arancione d’Italia (con 38 riconoscimenti), seguita da Piemonte (28) e dalle Marche (21). Scopri qui le 227 località certificate.

Per saperne di più

Chi siamo

TurismoItaliaNews, il web magazine che vi racconta il mondo.

Nasce nel 2010 con l'obiettivo di fornire un'informazione efficace, seria ed obiettiva su tutto ciò che ruota intorno al turismo...

Leggi tutto

Questo sito utilizza cookie, di prima e di terza parte, per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la Cookie Privacy...