VENEZIA | Stop a kayak e pedalò in Canal Grande per una maggiore sicurezza della navigazione: nuove regole dal 1° agosto

images/stories/veneto/Venezia01.jpg

Nuove regole per la navigazione nel Canal Grande a Venezia: dal 1° agosto scatta il divieto per pattini, pedalò, canoe, kayak, tavole a remi e ad ogni altra tipologia a queste assimilabili. Sul sito del Comune di Venezia è stata pubblicata l’ordinanza che riguarda la modifica di alcuni articoli del Testo Unico in materia di circolazione acquea.

 

(TurismoItaliaNews) Nello specifico il Comune è intervenuto sul punto riguardante la “circolazione delle unità a remi”, il quale in precedenza stabiliva il divieto di navigazione per jole, dragon boat, pattini, pedalò, canoe, kayak e tavole a remi nei rii principali di collegamento all'interno del centro storico di Venezia, dal lunedì al venerdì dalle ore 8 alle 15, e al sabato dalle ore 8 alle 13. La nuova ordinanza stabilisce invece che “In Canal Grande, Canale di Cannaregio, nei rii del sestiere di San Marco, e negli altri rii e canali dove sono attivi servizi di trasporto pubblico di linea di navigazione autorizzati dal Comune di Venezia, è vietata la navigazione dei natanti denominati jole, pattini, pedalò, canoe, kayak, tavole a remi e ad ogni altra tipologia a queste assimilabile”.

E poi: “Nei rii dei Greci - San Lorenzo, Santa Giustina, Sant’Antonin - Pietà, di Noale - Canale delle Misericordia, Novo-di Ca’ Foscari, dei Santi Apostoli-Gesuiti, è vietata la navigazione dei natanti denominati jole, pattini, pedalò, canoe, kayak e tavole a remi, e ad ogni altra tipologia a queste assimilabile, dal lunedì al venerdì dalle 7 alle ore 17, e al sabato dalle ore 7 alle ore 15, festivi esclusi. La navigazione nei canali e negli orari consentiti non autorizza in alcun modo di ricomprendere l’attraversamento del Canal Grande”. Nei restanti canali della Zona a traffico limitato lagunare è vietata la navigazione dei natanti denominati jole, pattini, pedalò, canoe, kayak e tavole a remi, e ad ogni altra tipologia a queste assimilabile, dal lunedì al venerdì dalle 8 alle ore 15 e al sabato dalle ore 8 alle 13 festivi esclusi”.  Restano invariate le regole per quanto riguarda le dotazioni di bordo del fanale e le modalità e gli orari del suo utilizzo. Infine si autorizzano eventuali deroghe per eventi specifici riconosciuti di interesse pubblico dall’Amministrazione comunale.

Altro articolo che viene modificato è il 18esimo che riguarda la “circolazione delle unità da diporto”, al suo punto 1 che sancisce: “La navigazione da diporto all'interno della zona a traffico limitato è vietata ad esclusione delle unità da diporto di proprietà di residenti nel Centro Storico di Venezia e nelle sue isole, o concessionari di spazi/specchi acquei rilasciati dal Comune di Venezia, alle quali, salvo diverse limitazioni, è consentita dalle ore 00 alle 24 di tutti i giorni feriali e festivi”. Questo punto viene integrato con la seguente aggiunta: “ed è vietata alle unità con scafo gonfiabile “gommoni” o parzialmente gonfiabile (con chiglia o carena rigide) di qualsiasi conformazione e dimensione anche se di proprietà di residenti”.

Chi siamo

TurismoItaliaNews, il web magazine che vi racconta il mondo.

Nasce nel 2010 con l'obiettivo di fornire un'informazione efficace, seria ed obiettiva su tutto ciò che ruota intorno al turismo...

Leggi tutto

Questo sito utilizza cookie, di prima e di terza parte, per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la Cookie Privacy...