Tra rocce di falesia e spazi indoor il comprensorio è il paradiso dei climber: il boom dell’arrampicata conduce a Pontedilegno-Tonale

images/stories/varie_2022/Consorzio_PontedilegnoTonale_Estate04.jpg

 

Tra rocce di falesia e spazi indoor il comprensorio è il paradiso dei climber: il boom dell’arrampicata conduce a Pontedilegno-Tonale. Cresce in Italia l’interesse per il climbing sportivo. Dopo l’esordio olimpico, il movimento coinvolge un crescente numero di praticanti. E il comprensorio offre 6 diverse palestre tra pareti all’aperto e percorsi indoor. Per divertirsi in sicurezza… fin da giovanissimi.

 

(TurismoItaliaNews) La prima regola è intuitiva: mai guardare verso il basso. La seconda, nonché la più importante, è ancora più scontata: rispettare sempre le norme di sicurezza. E il resto? Viene da sé, a patto di abbandonarsi con curiosità a quell’istinto primordiale che ci accompagna fin dall’infanzia in una delle attività più giocose che si possano concepire. Parliamo dell’arrampicata, ovviamente, disciplina che chiama in causa forza, tecnica, resistenza e voglia di misurarsi con i propri limiti. E che è davvero alla portata di un pubblico vastissimo e in forte crescita. I numeri, del resto, parlano chiaro: nello spazio di dieci anni, i tesserati sono praticamente raddoppiati passando dai 18.200 circa segnalati dal Coni nel 2012 ai quasi 36.000 dichiarati oggi dalla Fasi, la Federazione italiana climbing. Un trend evidente cui contribuisce anche il fattore “olimpico”. Nel 2021, infatti, gli arrampicatori hanno fatto il loro debutto a cinque cerchi ai Giochi di Tokyo “legittimando”, per così dire, il ruolo della disciplina nella mappa dello sport globale. Quanto al mondo degli amatori, le stime si fanno più difficili. Ma la sensazione è quella di una passione in rapida diffusione che in Italia accomunerebbe ormai non meno di 300.000 praticanti.

Tra rocce di falesia e spazi indoor il comprensorio è il paradiso dei climber: il boom dell’arrampicata conduce a Pontedilegno-Tonale

Tra rocce di falesia e spazi indoor il comprensorio è il paradiso dei climber: il boom dell’arrampicata conduce a Pontedilegno-Tonale

Non sorprende, dunque, che l’arrampicata stia guadagnando sempre maggiore spazio nell’offerta delle attività dedicate a vacanzieri appassionati o semplicemente curiosi, mossi dal richiamo della parete e dalla voglia di scoprire i segreti di questa disciplina. Uno dei territori più all’avanguardia, in tal senso, è il comprensorio Pontedilegno-Tonale che in estate mette a disposizione dei praticanti molte strutture dedicate. “La presenza di differenti aree attrezzate consente in primo luogo di offrire diverse vie per ogni livello di esperienza, da quelle per i principianti fino ai percorsi per gli arrampicatori più esperti - spiega Michele Bertolini, direttore del Consorzio Pontedilegno-Tonale - sportivi e appassionati, inoltre, possono usufruire sia di palestre all’aperto sia di spazi indoor che consentono di praticare questo sport anche nelle giornate di pioggia così come in inverno”.

Sono due le palestre indoor attrezzate con pareti di roccia artificiali: l’impianto di arrampicata di Edolo, situato presso la piscina comunale, e il Centro Formativo Provinciale “Giuseppe Zanardelli” a Ponte di Legno che offrono diversi percorsi a differenti gradi di difficoltà. È qui che i praticanti possono cimentarsi nelle diverse specialità previste. C’è il lead, ad esempio, che prevede una scalata a difficoltà crescente con punteggi variabili assegnati per ogni presa effettuata. E poi lo speed, che ovviamente premia la velocità. Infine il boulder, che mette i praticanti nella condizione di salire su pareti basse facendo leva solo ed esclusivamente sul proprio corpo. Niente corde, moschettoni e imbragatura, dunque, per una salita caratterizzata da uno sforzo breve ma intenso in un confronto ad armi pari con la parete. Ma niente paura: in caso di caduta, un soffice materasso è in grado di assorbire ogni impatto. A quel punto si tratta solo di ripartire. Spinti dall’irresistibile attrazione per la cima.

Tra rocce di falesia e spazi indoor il comprensorio è il paradiso dei climber: il boom dell’arrampicata conduce a Pontedilegno-Tonale

Chi preferisce praticare questa disciplina all’aperto può provare le quattro palestre di roccia in falesia collocate nel panorama montano. Al Passo Tonale la Palestra Monticelli offre 40 vie con un’altezza massima di 120 metri e percorsi a difficoltà variabile (compresa tra 4b e 8a). Al Passo Paradiso, alle pendici del Ghiacciaio Presena a quota a 2.600, l’omonima palestra all’aperto presenta 10 vie (con difficoltà tra 4a e 6b) e un’altezza massima 33 metri. Cinque sono invece le vie sulla falesia della Palestra Centrale (con difficoltà dal 5a al 6b e un’altezza massima di 37 metri) e sette quelle della Palestra Stavel che offre vette decisamente meno alte (da 6 e 13 metri) e poco impegnative (da 3a a 6a) e si propone come un luogo perfetto anche per principianti e i bambini.

Già, i bambini. Contrariamente a quanto si potrebbe credere, spiegano infatti gli esperti, anche i più piccoli possono essere protagonisti della disciplina. L’importante è andare per gradi. Accompagnando gli arrampicatori esordienti alla scoperta di una pratica che, in fondo, non fa altro che assecondare un istinto naturale che fin dai primi anni di vita accompagna i loro giochi. E così, con l’aiuto degli istruttori, i giovanissimi possono cimentarsi con pareti adatte a loro, divertendosi e sviluppando qualità capaci di tornare utili nello sport e non solo, come il senso dell’equilibrio, la coordinazione motoria e la capacità di orientarsi. Tutto in sicurezza, s’intende. Perché la prevenzione di ogni disavventura, tanto nelle strutture indoor quanto all’aperto, è sempre la priorità. Anche per i più grandi e i più navigati. I consigli degli esperti? Controllo dell’attrezzatura e rispetto delle regole segnalate dagli istruttori: fissare sempre due punti di ancoraggio, mai sovrapporre due corde nello stesso moschettone, prestare attenzione agli altri nelle fasi di oscillazione e di caduta e altro ancora. Per divertirsi e appassionarsi senza correre rischi, in fondo, basta davvero poco.

Per saperne di più

Chi siamo

TurismoItaliaNews, il web magazine che vi racconta il mondo.

Nasce nel 2010 con l'obiettivo di fornire un'informazione efficace, seria ed obiettiva su tutto ciò che ruota intorno al turismo...

Leggi tutto

Questo sito utilizza cookie, di prima e di terza parte, per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la Cookie Privacy...