La splendida Natività di Nocera Umbra è firmata da Niccolò di Liberatore: ha mezzo millennio la dolcezza tutta umbra dell’Alunno

images/stories/umbria/NoceraUmbra_Pinacoteca_03.jpg

 

Giovanni Bosi, Nocera Umbra

E' un viaggio nel tempo guardare quella bellezza tutta umbra di Maria. Così delicata, assorta, estasiata davanti al Bambino paffutello, di cui sembra di cogliere ogni movimento di gioia davanti a sua madre, con lo sgambettare tipico di un bimbo innocente e nel contempo già pervaso di santità… Questa Natività di Niccolò di Liberatore detto l’Alunno - vissuto a cavallo tra Quattrocento e Cinquecento, straordinario artista del Rinascimento umbro – è un autentico capolavoro d’arte. E’ conservato nel Museo Civico di Nocera Umbra, allestito nell’antica chiesa di San Francesco. Da mezzo millennio ammalia chi lo guarda.

 

(TurismoItaliaNews) Ci sono tanti buoni motivi per arrivare a Nocera Umbra, mai così bella dopo la lunghissima ricostruzione necessaria a causa del devastante terremoto del 1997. C’è voluto davvero tanto per riportarla in vita, ma di certo l’attesa è valsa la pena. Il centro storico che può fregiarsi del marchio dei Borghi più belli d’Italia e della Bandiera Arancione del Touring Club, è una delle mete imperdibili quando si è in Umbria. Per i tesori che custodisce, per la storia che racconta, per l'immagine che dona già da lontano, distesa dolcemente a ridosso dell’Appennino, lungo il tracciato antico della Flaminia consolare.

La splendida Natività di Nocera Umbra è firmata da Niccolò di Liberatore: ha mezzo millennio la dolcezza tutta umbra dell’Alunno

La splendida Natività di Nocera Umbra è firmata da Niccolò di Liberatore: ha mezzo millennio la dolcezza tutta umbra dell’Alunno

La splendida Natività di Nocera Umbra è firmata da Niccolò di Liberatore: ha mezzo millennio la dolcezza tutta umbra dell’Alunno

Il Campanaccio che domina l’abitato rende caratteristico lo skyline: proprio questa torre testimonianza della rocca dei Gastaldi, minata dal sisma ha finito col diventare l’alfiere dell’azione di ricostruzione, simbolo della resistenza del borgo che ha recuperato in armonia e funzionalità il suo patrimonio edilizio. Non a caso proprio la Pinacoteca affacciata su Piazza Caprera, di fronte al Municipio, rappresenta il suo cuore e la punta di diamante per la conoscenza della cittadina, “tappa di rilievo per quanto concerne l'arte umbra” tengono a dire i nocerini.

E' davvero così. E per rendersene conto basta entrare in questo grandioso contenitore d'arte e aggirarsi tra le opere che protegge. L'allestimento è particolare perché di ogni “pezzo” si può ammirare davvero tutto, compreso il retro, quella parte quasi mai visibile perché destinata ad essere addossata ad una parete. E ci si può avvicinare osservando negli occhi i personaggi raffigurati, le loro espressioni, i decori preziosi dei loro abiti piuttosto che la loro semplicità disarmante. Sì, davvero un viaggio nella grande bellezza. Come quella dello splendido polittico con al centro la Natività opera di Niccolò di Liberatore detto l’Alunno, il folignate vissuto tra il 1430 circa e il 1502, autore di una serie di capolavori artistici oggi conservati non solo nella sua città natale, ma anche ai Musei Vaticani, alla Pinacoteca di Brera e in diversi luoghi di Umbria e Marche. Un artista amatissimo da queste parti, unico maestro del Rinascimento umbro, insieme al Perugino e al Pinturicchio. Il tema del suo Polititico è l'Adorazione del Bambino con angeli, santi, l'incoronazione di Maria Vergine e gli Apostoli; la data è quella del 1483. Vengono i brividi a pensarci.

La splendida Natività di Nocera Umbra è firmata da Niccolò di Liberatore: ha mezzo millennio la dolcezza tutta umbra dell’Alunno

La splendida Natività di Nocera Umbra è firmata da Niccolò di Liberatore: ha mezzo millennio la dolcezza tutta umbra dell’Alunno

La splendida Natività di Nocera Umbra è firmata da Niccolò di Liberatore: ha mezzo millennio la dolcezza tutta umbra dell’Alunno

Accanto all'Alunno ci sono molte altre opere esposte nella navata unica della chiesa-museo, con cinque robusti arconi e un'abside poligonale. Tra quelle di maggiore prestigio ci sono il Crocifisso di un pittore umbro della seconda metà del tredicesimo secolo; e l'Incontro di Gioacchino e Anna alla porta Aurea, opera probabilmente commissionata dal vicario generale del vescovo di Nocera, Giovan Battista Olivieri, a Matteo di Pietro da Gualdo. Opere pensate per questo territorio ed esibite con orgoglio al visitatore che arriva. Perché a Nocera non si può essere semplici turisti, ma viaggiatori disposti a guardare anche con il cuore.

La Concattedrale dell'Assunta è l'altra attrazione della città medievale, la cui storia comincia comunque già fin dalla Preistoria, circa 500.000 anni fa, per proseguire con le civiltà del ferro, quella subappenninica, quella italica e con i Longobardi. Tanto da raccontare dunque, tanto da esibire. E tanti sono quindi i motivi per arrivare qui a Nocera Umbra e lasciarsi conquistare dalla curiosità di conoscere ogni suo angolo. Compresa la bontà delle acque del suo territorio, portate nel Seicento addirittura fino a Costantinopoli...

La splendida Natività di Nocera Umbra è firmata da Niccolò di Liberatore: ha mezzo millennio la dolcezza tutta umbra dell’Alunno

La splendida Natività di Nocera Umbra è firmata da Niccolò di Liberatore: ha mezzo millennio la dolcezza tutta umbra dell’AlunnoLa splendida Natività di Nocera Umbra è firmata da Niccolò di Liberatore: ha mezzo millennio la dolcezza tutta umbra dell’Alunno

La splendida Natività di Nocera Umbra è firmata da Niccolò di Liberatore: ha mezzo millennio la dolcezza tutta umbra dell’AlunnoLa splendida Natività di Nocera Umbra è firmata da Niccolò di Liberatore: ha mezzo millennio la dolcezza tutta umbra dell’Alunno

Giovanni Bosi, giornalista, ha effettuato reportages da numerosi Paesi del mondo. Da Libia e Siria, a Cina e India, dai diversi Paesi del Sud America agli Stati Uniti, fino alle diverse nazioni europee e all’Africa nelle sue mille sfaccettature. Ama particolarmente il tema dell’archeologia e dei beni culturali. Dai suoi articoli emerge una lettura appassionata dei luoghi che visita, di cui racconta le esperienze lì vissute. Come testimone che non si limita a guardare e riferire: i moti del cuore sono sempre in prima linea. E’ autore di libri e pubblicazioni.
mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. – twitter: @giornalista3

 

Chi siamo

TurismoItaliaNews, il web magazine che vi racconta il mondo.

Nasce nel 2010 con l'obiettivo di fornire un'informazione efficace, seria ed obiettiva su tutto ciò che ruota intorno al turismo...

Leggi tutto

Questo sito utilizza cookie, di prima e di terza parte, per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la Cookie Privacy...