Europa 2017: per i Castelli il Vaticano sceglie il Palazzo Pontificio di Castel Gandolfo e il Palazzo del Belvedere

images/stories/vaticano/Palazzo_del_Belvedere03.jpg

La Città del Vaticano partecipa all’iniziativa di Posteurop per lo sviluppo di una tematica comune a tutte le amministrazioni postali aderenti, con l’emissione di 2 francobolli dedicati a Castel Gandolfo e al Palazzo del Belvedere. I Castelli sono infatti il tema designato per il 2017.

 

(TurismoItaliaNews) La serie realizzata per l’occasione dall’Ufficio si compone di due francobolli; nel valore da 0,95 euro è raffigurata una facciata del palazzo Pontificio di Castel Gandolfo, su cui svetta l’osservatorio astronomico, la Specola Vaticana. Il palazzo, sorto sui resti di una parte dell’Albanum Domitiani, residenza di campagna dell’imperatore Domiziano, apparteneva originariamente alla famiglia dei Gandolfi, da cui prende il nome l’odierna cittadina laziale, per poi diventare sotto il pontificato di Clemente VII patrimonio della Santa Sede.

Nei secoli ha subito diversi lavori di ampliamento e ristrutturazione fino ad assumere l’attuale aspetto architettonico ed è stato la tradizionale meta di villeggiatura dei pontefici sin da quando all’inizio del ‘600 Urbano VIII lo fece diventare la sua residenza estiva. Papa Francesco, l’unico a non avervi mai trascorso le sue vacanze, ha deciso di condividerne le stanze e i luoghi più esclusivi con i fedeli trasformandolo in un museo.

Il valore da 1,00 euro ritrae il palazzo del Belvedere attualmente parte dei Musei Vaticani: esso fu eretto da Innocenzo VIII (1484-1492) ed è situato all’estremità settentrionale del colle Vaticano. Il francobollo ne ritrae una parte della facciata con la caratteristica merlatura impreziosita da decorazioni di vasi. La tiratura massima annunciata è di 150.000 serie complete stampate da Phil@poste (Francia); la data di emissione è il 4 maggio 2017.

Lo stesso giorno entrano in circolazione anche il francobollo da 2,55 euro e la cartolina postale con cui il Vaticano celebra il centenario delle apparizioni Mariane a cui assistettero nei pressi di Aljustrel, una frazione del piccolo villaggio di Fatima, in Portogallo, tre giovanissimi pastorelli, Lucia dos Santos di 10 anni e suoi cuginetti Francesco e Giacinta Marto rispettivamente di 9 e 7 anni. Nel 1930 la Chiesa cattolica ha ricnosciuto il carattere soprannaturale delle apparizioni autorizzandone il culto e a Fatima venne edificato un santuario dove Papa Francesco si reca il 12 e 13 maggio 2017.

Come nel racconto della giovane Lucia, nel francobollo realizzato da Stefano Morri la Vergine appare dal diradarsi di una nube, vestita di bianco e di luce e con un velo bordato d’oro che le copre il capo e le spalle. Davanti a lei, i tre pastorelli in atteggiamento di raccoglimento e devozione in un paesaggio bucolico che incornicia con dolcezza la straordinarietà dell’evento. La tiratura del francobollo è di 150.000 esemplari mentre la cartolina è stampata in 13.000 pezzi.

Per saperne di più
Ufficio Filatelico e Numismatico
Governatorato - Città del Vaticano
www.vaticanstate.va

Chi siamo

TurismoItaliaNews, il web magazine che vi racconta il mondo.

Nasce nel 2010 con l'obiettivo di fornire un'informazione efficace, seria ed obiettiva su tutto ciò che ruota intorno al turismo...

Leggi tutto

Questo sito utilizza cookie, di prima e di terza parte, per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la Cookie Privacy...