Bimillenario della scomparsa di Tito Livio, per il più grande storico latino dell'età augustea la Zecca conia i 2 euro

images/stories/numismatica/2017Italia_TitoLivio.jpg

E’ l’autore di Ab urbe condita libri, la principale storia di Roma dalle origini all’età di Augusto. Tito Livio, il più grande storico latino dell'età augustea, scompariva duemila anni fa ma a distanza di due millenni la sua importanza è più vitale che mai. Dopo il francobollo arriva anche la moneta commemorativa da 2 euro.

 

(TurismoItaliaNews) Ha il volto dell’importante storico Tito Livio, la sesta moneta che l’Italia mette in circolazione con il millesimo 2017. Autore di una monumentale storia di Roma dalle origini all’età di Augusto, gli Ab urbe condita libri, Tito Livio è nato a Padova e vissuto tra il I secolo a.C. e il 17 d.C. Questa vasta opera, a cui Livio dedica tutta la sua vita, si propone come una vera epopea del popolo romano basata su diverse fonti storiografiche e realizzata in uno stile volutamente narrativo ed enfatizzato.

La statua dedicata a Tito Livio a Vienna

Sul dritto della nuova moneta coniata dalla Zecca dello Stato, è raffigurato il busto dello storico tratto da un’opera di Lorenzo Larese Moretti; nel campo di sinistra, ci sono la sigla “RI”, monogramma della Repubblica Italiana, e le iniziali dell’autrice Claudia Momoni. Sul bordo è presente una zigrinatura fine con stella e “2” ripetuti sei volte, alternativamente dritti e capovolti. La moneta è prodotta in versione “Fior di conio” e “proof” (fondo a specchio). Per la redazione di questa opera, iniziata tra il 27 e il 25 a.C. e portata avanti per tutto il resto della sua vita, Tito Livio ha utilizzato fonti storiografiche di svariato valore anche se è rarissimo il ricorso diretto a fonti documentarie.

Chi siamo

TurismoItaliaNews, il web magazine che vi racconta il mondo.

Nasce nel 2010 con l'obiettivo di fornire un'informazione efficace, seria ed obiettiva su tutto ciò che ruota intorno al turismo...

Leggi tutto

Questo sito utilizza cookie, di prima e di terza parte, per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la Cookie Privacy...