Alla scoperta dell’Emilia-Romagna attraverso i suoi maestri del cinema: da Pier Paolo Pasolini a Federico Fellini

http://www.turismoitalianews.it/images/stories/emiliaromagna/BolognaWelcome05.jpg

Bologna vista con gli occhi di Pier Paolo Pasolini, Rimini che per Federico Fellini è un «vuoto aperto sul mare», e ancora il «Mondo Piccolo» lungo il Po raccontato da Giovannino Guareschi o le atmosfere rarefatte tra il parmense e il modenese immortalate da Bernardo Bertolucci nel suo capolavoro Novecento. C’è un modo diverso di fare vacanza in Emilia-Romagna e passa attraverso lo sguardo visionario dei suoi più celebri registi e autori cinematografici e i luoghi che sono stati determinanti per il loro universo creativo.

 

(TurismoItaliaNews) È quasi impossibile trovare persone refrattarie al fascino del cinema. Le storie raccontate sul grande schermo - ora, in realtà, sempre di più anche sui nuovi dispositivi portatili e canali in streaming - hanno il potere di rapirci dalla vita di tutti i giorni per catapultarci in uno scenario nuovo e immaginifico. “Con le sue storie e i suoi autori, il cinema è in grado non solo di farci sorprendere o fantasticare, ma è in grado anche di svelare un territorio e la sua ricchezza in modo unico e suggestivo” spiegano dall’assessorato Turismo e Commercio della Regione Emilia-Romagna.

La Bologna di Pier Paolo Pasolini

Le Terre di Don Camillo e Peppone

Sono quattro gli itinerari attualmente scaricabili dall’apposita sezione del sito dedicato al turismo della Regione: da «Le Terre di Don Camillo e Peppone» alla «Bologna di Pasolini», da «La Rimini di Fellini» alle "Terre di Novecento", cui se ne aggiungeranno in futuro altri sette che fanno parte di un ampio progetto, a cura degli assessorati regionali alla Cultura e Turismo. L’iniziativa vede nel cinema, nelle sue storie e nei suoi autori, un affascinante ed originale strumento per svelare in un modo unico un territorio e la sua ricchezza.

Per ogni itinerario, previsti altrettanti pacchetti turistici che completeranno l’offerta con proposte culturali ed enogastronomiche più ampie. Un progetto mai così attuale, con il 2020 anno di celebrazioni dei 100 anni dalla nascita di Federico Fellini (a cui Rimini dedicherà un museo diffuso di prossima apertura) e del suo amico e sceneggiatore di fiducia Tonino Guerra, Parma che si accinge a dedicare alla famiglia Bertolucci e al loro prezioso archivio una casa museo e il Laboratorio di Restauro della Cineteca di Bologna sempre più protagonista della scena internazionale. Di prossima uscita gli itinerari «La Bologna del Cinema», «La Ferrara di Michelangelo Antonioni», «Il Piacentino di Marco Bellocchio», «La Ravenna del Deserto Rosso e del Grido», «Le Terre del Fiume Po», «Le Terre di Zavattini» e «Suggestioni dall’Appennino».

Le Terre del Novecento legate a Bertolucci

La Rimini di Federico Fellini

Del resto, l’Emilia Romagna ha molto da proporre: atmosfere raccolte, portici infiniti, dehors in piazze rinascimentali, osterie della tradizione e ristoranti stellati, siti Unesco, architettura internazionale e un ricco calendario annuale di mostre, festival culturali ed eventi. È il biglietto da visita delle dieci Città d’Arte dell’Emilia-Romagna che punteggiano la millenaria Via Emilia.

Da Piacenza «terra degna e di passo" come la definiva Leonardo da Vinci, a Rimini, che dietro al volto di capitale del turismo balneare cela testimonianze romaniche, medievali e rinascimentali, la full immersion nella Grande Bellezza d’Italia fa tappa a Parma (capitale Italiana della cultura 2020-21 e cuore della Food Valley regionale), Reggio Emilia (la patria del Tricolore italiano, tra gli affreschi di Guercino e l’architettura contemporanea di Santiago Calatrava), Modena, dove i monumenti Unesco (Duomo Romanico, Piazza Grande, Torre della Ghirlandina) convivono con il rombo delle supercar più amate nel mondo, Bologna, da scoprire in ogni stagione grazie ai suoi oltre 40 km di porticati (candidati Patrimonio Unesco), Ferrara, capitale del Rinascimento italiano e città bike friendly per antonomasia, Ravenna che si prepara a celebrare nel 2021 i 700 anni dalla morte di Dante, Faenza, capitale internazionale della ceramica artistica, Forlì nuova tappa del turismo d’arte grazie alle mostre ospitate ai Musei di San Domenico e Cesena, culla della Biblioteca Malatestiana, Memoria del mondo Unesco e prima biblioteca civica d’Italia e d’Europa.

Piacenza, Piazza Cavalli

Ravenna

Per saperne di più

Chi siamo

TurismoItaliaNews, il web magazine che vi racconta il mondo.

Nasce nel 2010 con l'obiettivo di fornire un'informazione efficace, seria ed obiettiva su tutto ciò che ruota intorno al turismo...

Leggi tutto

Questo sito utilizza cookie, di prima e di terza parte, per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la Cookie Privacy...