Gli oliveti terrazzati di Vallecorsa paesaggio di interesse storico tra i più suggestivi del Lazio

images/stories/lazio/VallecorsaOlivetiTerrazzati01FR.jpg

Ci sono più di ottocento anni di storia nel Dna di questo paesaggio rurale del Lazio:  gli oliveti terrazzati di Vallecorsa definiscono un territorio di interesse storico tra i più suggestivi della regione, nell'antica Castrum Valis Cursae, alle pendici sud-occidentali dei Monti Ausoni, in provincia di Frosinone. Ecco perché il ministero delle Politiche agricole ha voluto iscriverlo nel Registro nazionale dei Paesaggi rurali di interesse storico.

 

(TurismoItaliaNews) Gli oliveti terrazzati di Vallecorsa costituiscono un paesaggio rurale di interesse storico tra i più significativi nel panorama dell'olivicoltura nazionale, la cui presenza è attestata dagli Statuti concessi dalla famiglia Caetani nel 1327 e rimasti in vigore nei secoli successivi. La vallata in cui si trovano è posta nelle pendici sud-occidentali dei monti Ausoni ed è delimitata da due contrafforti montuosi disposti tendenzialmente in senso nord-sud che raggiungono alle quote più elevate i 900-1000 metri. Lungo i pendii si possono individuare tre sistemi paesaggistici abbastanza nettamente distinti, ma in passato fortemente integrati. Alle quote più basse (indicativamente comprese dai 160 metri del fondovalle a 300 metri di quota), e in genere dove minori sono le pendenze dei versanti, vi sono appezzamenti di dimensioni maggiori, delimitati o da piccoli ciglioni o da muretti a secco.

Nella fascia altimetrica superiore, posta indicativamente tra i 300 e i 700 m s.l.m. l'aumento delle pendenze ha reso necessario realizzare, a partire dall'antichità, un'estesissima rete di muretti a secco in cui viene coltivato l'olivo in coltura specializzata. Infine, la fascia superiore, in passato, era destinata al pascolo, anche se attualmente il pascolo non viene più effettuato se non in modo del tutto sporadico. Gli oliveti terrazzati coprono ancora complessivamente un'estesa superficie, solo di poco inferiore a quella riscontrabile nel secondo dopoguerra. A causa della notevole variabilità morfologica del territorio in passato sono state adottate tecniche costruttive dei terrazzamenti assai variegate, che hanno consentito di estendere la coltivazione dell'olivo fin nelle zone più impervie. Sono, perciò, presenti
nel territorio svariate soluzioni costruttive e colturali che vanno dai sistemi ordinati e lineari di terrazzi, ai terrazzamenti di dimensioni rrìinori e di forma irregolare, ai piccoli muretti che consentono di ricavare superfici molto limitate dove è possibile coltivare uno o due olivi.Nelle situazioni più estreme gli olivi sono stati piantati in piccole nicchie scavate nella roccia.

L'area si è conservata ancora sostanzialmente integra anche per l'assenza di fenomeni di dispersione insediativa, di opere viarie o di altre infrastrutture di rilevante impatto paesaggistico. Non va però trascurato che circa il 15% delle aree terrazzate attualmente è abbandonato e parzialmente interessato da fenomeni di rimboschimento spontaneo. L'abbandono della coltivazione costituisce perciò la più forte minaccia alla conservazione dell’integrità del paesaggio dei terrazzamenti. Inoltre, specialmente nelle zone di più difficile accessibilità, si assiste a fenomeni di riduzione delle cure colturali che di fatto possono preludere al futuro abbandono totale della coltivazione di ulteriori aree.

La conservazione dei terrazzamenti necessita di una continua presenza del coltivatore che attui una costante azione di manutenzione dei muri a secco e svolga almeno le principali pratiche colturali negli oliveti. L'invecchiamento degli attivi in agricoltura potrebbe perciò costituire una minaccia per la conservazione dei paesaggi terrazzati di Vallecorsa. Va però sottolineato che negli ultimi anni sono stati realizzati, ad opera di una cooperativa locale, interventi di recupero degli oliveti e dei terrazzamenti che hanno interessato porzioni significative del paesaggio olivicolo terrazzato. Si tratta di un modello organizzativo che, se opportunamente sostenuto, potrebbe garantire in futuro la conservazione degli oliveti di Vallecorsa.

Chi siamo

TurismoItaliaNews, il web magazine che vi racconta il mondo.

Nasce nel 2010 con l'obiettivo di fornire un'informazione efficace, seria ed obiettiva su tutto ciò che ruota intorno al turismo...

Leggi tutto

Questo sito utilizza cookie, di prima e di terza parte, per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la Cookie Privacy...