ISOLE | Elba Book, la letteratura incontra il mare: dal 17 al 20 luglio il Festival dedicato all'editoria indipendente

images/stories/varie_2018/ElbaBook01.jpg

Torna “Elba Book”, alchimia di pagine e luoghi esclusivi, tra spiagge, stelle, borghi e storie. L'appuntamento è dal 17 al 20 luglio nel centro storico di Rio. Una trentina gli editori che partecipano alla kermesse.

 

(TurismoItaliaNews) La bellezza concentrata in poche centinaia di chilometri quadrati: monti boscosi, corsi d'acqua, fonti termali, spiagge ruvide di sassi o di sabbia serica. Una storia densa e altrettanto variegata, invasioni ed esìli si intrecciano su un'isola che deve il suo rigoglio a un suolo ricco di ferro. Materia duttile, versatile e resistente come il carattere degli abitanti dell'Elba. In una destinazione che unisce la comoda villeggiatura degli hotel a progetti innovativi di turismo slow torna Elba Book, il festival dell'editoria indipendente che per il quarto anno, da martedì 17 a venerdì 20 luglio, fa del Comune di Rio uno tra i più interessanti ed esclusivi punti di incontro dell'estate. Con una trentina di editori dislocati per il centro storico del borgo fra cui Sem, Neo, Exòrma, Edicola, Quodlibet, Moretti&Vitalie e L'orma, i visitatori potranno scoprire esperienze editoriali alternative e vere chicche per gli amanti dei libri. A corredo è prevista una corposa proposta di iniziative culturali: dall'alba al tramonto si alterneranno degustazioni dei prodotti locali, performance, installazioni artistiche, spettacoli teatrali, escursioni, reading e concerti all'aperto.

Il programma 2018 comincia dal porto di Piombino: "Moby Book", la partnership sviluppata con la compagnia di navigazione Moby Lines, presenterà sul ponte dei traghetti autori, editori e associazioni ospiti del festival, a metà strada tra il blu del Tirreno e quello del cielo. Con un mare dominato dagli insediamenti più antichi e pittoreschi – su quei picchi che difendevano la popolazione da pirati e violente mareggiate – tra le spiagge verdi-azzurre e la varietà della flora e della fauna che ne caratterizzano il paesaggio, l'Elba si tiene in equilibrio tra l'altura e le onde. La rigenerazione che parte dal radicamento, dalle premure per il luogo in cui viviamo e siamo cresciuti: sta all'origine del concept grafico di LiberaMente Design e Marco Barretta che si sviluppa, infatti, dalla foto di una radice che ai suoi estremi genera parole e consente il confronto. Una radice che non si ferma, ma che cerca sempre nuovi appigli, nuovi stimoli creativi da condividere.

Se ogni mattina, dalle 10 alle 12, i più piccoli potranno mettere in pratica i concetti di riciclo e di risparmio energetico grazie ai laboratori didattici organizzati dall'Istituto Confucio di Pisa, la sera, dalle 20 alle 23, l'illustratrice Silvia Meneghini li accompagnerà nel rappresentare la loro idea di rispetto per l'ambiente, specie quello dietro casa. Percorsi che non sarebbero stati possibili senza l'impegno del Consorzio Comieco, che crede nella formazione dei cittadini di domani. La rete di storie e contatti che sostiene il festival si mostra già in apertura, martedì 17 alle 18, con la consegna dei premi "Città di Siena" e "Lorenzo Claris Appiani" per la traduzione, insieme al Consolato Cinese, all'Università per Stranieri di Siena e realizzato con il sostegno di Locman Orologi, un'eccellenza dell'artigianato italiano. Dalla Terrazza del Barcocaio a strapiombo sul mare si passa in Piazza Matteotti, mercoledì 18 alle 21.30, quando Paola Farinetti e Luciano Minerva si racconteranno in "Attorno a Gianmaria Testa", mentre alle 22.15 i Donauwellenreiter presenteranno il loro nuovo album, Play Gianmaria Testa (Aestate Records), in collaborazione con il Festival Intonazione.

A notte fonda il gruppo di astrofili di San Piero occuperà il centro del borgo per scrutare le costellazioni: occhi all'insù grazie ai telescopi e fantasia che spazia fra Giove e Saturno. Giovedì 19, alle 21, il collettivo Cardiopoetica si prenderà lo spazio che merita con la performance "Se una notte d'estate un isolano..." nel mezzo di un'isola che è un lungo racconto, un libro di roccia e acque, di quelli con le copertine sorprendenti che promettono altri mondi. Durante il giorno il terzetto poetico sarà a zonzo sul lungomare di Rio Marina, il porto del Comune, il suo volto più accogliente nonché meta di ogni scambio, chiacchiera o ispirazione.

Alle 22.30, invece, i riflettori saranno solo per Giuseppe Cederna interprete di Da questa parte del mare, un monologo teatrale dell'amico Gianmaria Testa. Il gran finale sarà dedicato all'istanza sociale del festival: venerdì 20, alle 22, toccherà a "Gioco a somma zero", un focus sul giornalismo d'inchiesta e sui suoi effetti, condotto da Sigfrido Ranucci e Stefano Lamorgese di Report con Giovanni Tizian.

Per saperne di più
www.elbabookfestival.com
www.facebook.com/Elbabookfestival

 

Chi siamo

TurismoItaliaNews, il web magazine che vi racconta il mondo.

Nasce nel 2010 con l'obiettivo di fornire un'informazione efficace, seria ed obiettiva su tutto ciò che ruota intorno al turismo...

Leggi tutto

Questo sito utilizza cookie, di prima e di terza parte, per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la Cookie Privacy...