COURMAYEUR | Unesco, parte la candidatura dell’Alpinismo a patrimonio culturale immateriale

images/stories/varie_2018/CourmayeurMontBlanc01.jpg

Sarà presentata il 31 marzo la candidatura dell'Alpinismo a patrimonio culturale immateriale dell'Unesco. Lo ha annunciato il sindaco di Courmayeur, Stefano Miserocchi, dopo aver incontrato a Parigi, con il collega di Chamonix Eric Fournier, l'ambasciatore francese all'Unesco Laurent Stefanini. Tra le altre proposte, c’è anche l’idea di avviare lo studio preparatorio per una possibile candidatura della città valdostana per il marchio Best of Alps.

 

(TurismoItaliaNews)  La formalizzazione della candidatura dell’Alpinismo a patrimonio culturale immateriale, prevista nelle prossime settimane, chiude un percorso avviato nel 2011 nell'ambito dei Piolets d'or, manifestazione internazionale dedicata alle migliori imprese alpinistiche. All'incontro di Parigi, ultimo adempimento prima del deposito della candidatura che sarà valutata dall'Unesco entro il 2019, hanno partecipato anche i rappresentanti del Museo nazionale della Montagna del Cai di Torino. Sul fronte del turismo, peraltro, l’Amministrazione comunale di Courmayeur ha voluto recentemente delineare le proprie linee guida al fine di raccogliere idee, suggestioni, problematiche per una fattiva collaborazione da parte di tutto il comparto turistico.

Tra i punti qualificanti, c’è lo sviluppo di un piano strategico triennale (estate 2018 – estate 2021) di riorganizzazione dell'offerta turistica Courmayeur / Valdigne. In particolare una progettualità turistica impostata su sport e attività stagionali con attenzione anche ai non sciatori e all’utenza internazionale (in particolare Regno Unito, Stati Unit, Aspac); promozione di attività commerciali; spettacolo; eventi culturali e d’arte; fashion; enogastronomia del territorio. L’Amministrazione comunale ha evidenziato la necessità di progetti turistici che siano interconnessi fra di loro, con la Valdigne, con la Regione Valle d’Aosta e con il resto dell'area Monte Bianco (Francia, Svizzera) in una logica di autofinanziamento dei progetti attraverso sponsorizzazioni e cofinanziamenti, sponsorizzazioni organiche al piano turismo e di altissima qualità, con una calendarizzazione distribuita il più possibile in modo omogeneo su tutti i mesi dell'anno. Tra gli indirizzi si è evidenziato anche lo sviluppo di un progetto di riqualificazione, segnalazione e promozione della rete sentieristica e di prolungamento della stagione del trekking / escursionismo / mountain bike su tutto il territorio di Courmayeur, da fare in coordinamento con il resto della Regione e con l'Espace Mont-Blanc.

Si parla anche di progetti di sviluppo di interconnessione fra turismo e produzione locali agricole / dell'allevamento / artigianali, con un particolare occhio alle produzioni di nicchia e alla possibilità di visita di attività produttive. Guardando strettamente al territorio, le linee di indirizzo prendono in considerazione lo sviluppo di un progetto di riequilibrio progressivo fra spazio ricreativo e spazio abitabile di Courmayeur; progetti di studio per un possibile recupero delle attività termali storiche di Courmayeur; lo sviluppo di un piano strategico di collaborazione in temi ambientali, culturali e sportivi con gli altri comuni della Valdigne e di accordi con gli enti del turismo della città italiane in funzione di valorizzazione delle attrazioni di Courmayeur.

Il sito di

Chi siamo

TurismoItaliaNews, il web magazine che vi racconta il mondo.

Nasce nel 2010 con l'obiettivo di fornire un'informazione efficace, seria ed obiettiva su tutto ciò che ruota intorno al turismo...

Leggi tutto

Questo sito utilizza cookie, di prima e di terza parte, per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la Cookie Privacy...