COVID | Test molecolare o antigenico per l’ingresso in Italia dai Paesi europei: lo prevede la nuova ordinanza del ministro Speranza

images/stories/varie_2020/Coronavirus01.jpg

 

Per l’ingresso in Italia dai Paesi europei sarà necessario un test molecolare effettuato con un tampone nelle 48 ore prima dell'ingresso nel territorio nazionale o un test antigenico con tampone nelle 24 ore antecedenti all'ingresso in Italia. Lo prevede la nuova ordinanza firmata dal ministro della Salute Roberto Speranza. La validità del test antigenico è dunque portata a 24 ore dalle 48 al fino ad ora previste.

 

(TurismoItaliaNews) Il divieto, già previsto, di ingresso in Italia a chi negli ultimi 14 giorni è stato in Malawi, Sudafrica, Lesotho, Botswana, Zimbabwe, Mozambico, Namibia ed Eswatini è prorogato fino alla data di cessazione dello stato di emergenza, e comunque non oltre il 31 gennaio 2022. E il Consiglio dei ministri ha anche dato il via libera al decreto per la proroga al 31 marzo dello stato d'emergenza per il Covid. Il provvedimento si compone di 11 articoli e proroga tutte le misure legate all'emergenza. Viene prorogato fino al 31 marzo anche il Super Green pass in zona bianca. Ad oggi il Green pass rafforzato è in vigore fino al 15 gennaio ma il decreto stabilisce che nelle zone bianche fino al 31 marzo 2022 dovrà essere usato per le attività che sono oggetto di limitazioni in zona gialla. Questo vuol dire che resteranno precluse ai non vaccinati attività come i ristoranti al chiuso, i cinema, le discoteche, gli stadi.

E non mancano i commenti. "La firma dell’ordinanza da parte del ministro della Salute, Roberto Speranza, che reintroduce l’obbligo di tampone per chi arriva da qualsiasi Paese europeo, che entrerà in vigore dal 16 dicembre al 31 gennaio, è una decisione che ancora una volta non lascia la possibilità agli operatori turistici di potersi  organizzare - commenta la presidente di Federturismo Confindustria, Marina Lalli - comprendiamo  la necessità di salvaguardare la salute e la sicurezza di tutti, ma ne discutiamo il metodo. E’ un provvedimento che  adottato a ridosso delle vacanze di Natale, accompagnato dallo sconsiglio dei viaggi da parte degli Stati Uniti,  provocherà  inevitabili disdette rendendo per la nostra industria turistica lo scenario ancora più critico di quanto già non lo fosse. A pagare il prezzo più alto rischiano di essere di nuovo le strutture ricettive e le città d’arte che vedranno inevitabili cancellazioni anche da parte di quei turisti più vicini, come francesi e spagnoli, che avevano già programmato una vacanza nel nostro Paese".

Tra l'altro ci sono novità nella classificazione dei Paesi in relazione al Covid.
Destinazioni in Elenco C: rispetto alla precedente normativa, è ora anche richiesto esito negativo di test molecolare nelle 48 ore antecedenti il rientro in Italia, o di test antigienico nelle 24 ore antecedenti il rientro in Italia per tutti gli arrivi dai Paesi dell'Unione Europea. Per i non vaccinati oltre al test negativo è prevista quarantena obbligatoria di 5 giorni.
Variano le destinazioni in Elenco D, tra cui ora figurano: Argentina, Arabia Saudita, Australia, Bahrein, Canada, Cile, Colombia, Emirati Arabi Uniti, Giappone, Indonesia, Israele, Kuwait, Nuova Zelanda, Perù, Qatar, Ruanda, Regno Unito di Gran Bretagna e Irlanda del nord (compresi Gibilterra, Isola di Man, Isole del Canale e basi britanniche nell'isola di Cipro ed esclusi i territori non appartenenti al continente europeo), Repubblica di Corea, Stati Uniti d'America, Uruguay, Taiwan, Regioni amministrative speciali di Hong Kong e di Macao.
Rispetto alla precedente ordinanza, non figurano più in Elenco D Giordania, Kosovo, Singapore, Ucraina. Resta invariata, con validità fino al 31 gennaio 2022, la Normativa Corridoi Turistici "Covid-Free", operativi verso Aruba, Maldive, Mauritius, Seychelles, Repubblica Dominicana, Egitto (limitatamente alle zone turistiche di Sharm El Sheikh e Marsa Alam).

Chi siamo

TurismoItaliaNews, il web magazine che vi racconta il mondo.

Nasce nel 2010 con l'obiettivo di fornire un'informazione efficace, seria ed obiettiva su tutto ciò che ruota intorno al turismo...

Leggi tutto

Questo sito utilizza cookie, di prima e di terza parte, per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la Cookie Privacy...