PAESTUM | Nella città dei templi disco verde alla didattica quotidiana di musico-archeologia nel parco archeologico

images/stories/varie_2018/Paestum_SynauliaTempioNettuno.jpg

Il Parco archeologico di Paestum mette in campo a partire dal mese di luglio 2018 un nuovo progetto didattico: raccontare i templi greci meglio conservati della penisola attraverso la musico-archeologia. L'idea nasce da una collaborazione con l'associazione Synaulia, guidata dal noto archeo-musicista Walter Maioli, il cui impegno è stato riconosciuto anche da istituzioni importanti quale l'Icom. Sacrifici e rituali, feste, banchetti, recitazioni, funerali, persino combattimenti di gladiatori e battaglie si compivano al suon della lira, dei flauti, dei timpani e via dicendo...

 

(TurismoItaliaNews) “Comincia una nuova era per la fruizione del sito – sottolinea il direttore Gabriel Zuchtriegel – d’ora in poi tutti i visitatori potranno avvicinarsi alla storia di Paestum attraverso il tema della musica, che è trasversale: sacrifici e rituali, feste, banchetti, recitazioni, funerali, persino combattimenti di gladiatori e battaglie si compivano al suon della lira, dei flauti, dei timpani e via dicendo... La musica è un linguaggio universale con il quale miriamo a comunicare il patrimonio archeologico di Paestum a pubblici diversificati, dai bambini ai grandi e a persone con disabilità mentali come per esempio l'autismo. Insomma, facciamo didattica con e per tutti i sensi”.

Il programma di attività quotidiane (escluso il lunedì) comprende rappresentazioni interattive e laboratori per bambini e adulti, ma anche sedute di "musico-terapia". È stato elaborato dal gruppo guidato dal maestro Maioli insieme al Parco Archeologico di Paestum e si avvale dell'archivio e della collezione di strumenti di Synaulia. "Viviamo in un tempo del visivo – spiega Walter Maioli – dagli antichi possiamo imparare a riappropriarci il senso e il potere dei suoni e dell'udito, fino alla dimensione terapeutica dei suoni... suoneremo la cithara all'ombra del Tempio di Athena ogni giorno alle 17 per 'armonizzare' il corpo e la mente di chi vorrà partecipare".

Il laboratorio per bambini è stato fissato per le ore 12, "anche perché i bambini, dalle 12 alle 16, non dovrebbero stare al sole in spiaggia – come precisa Maioli – portateli al museo per divertirsi con gli strumenti antichi”. Il progetto si ispira ai sistemi di fruizione dei siti archeologici diffusi soprattutto nell'Europa del Nord, dove rievocazioni e spettacoli spesso fanno parte dell'esperienza quotidiana del pubblico. "Il nostro progetto ha però qualcosa in più – afferma Zuchtriegel – in quanto c'è un filo rosso che è la musica degli antichi e c'è alla base un progetto scientifico-culturale che garantisce un livello alto dei contenuti”.

Per saperne di più
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 
tel. +39 328-9050792 | +39 327-2297213
www.museopaestum.beniculturali.it
Facebook: Parco Archeologico Paestum
Twitter: @paestumparco
Instagram: paestumtempli

Chi siamo

TurismoItaliaNews, il web magazine che vi racconta il mondo.

Nasce nel 2010 con l'obiettivo di fornire un'informazione efficace, seria ed obiettiva su tutto ciò che ruota intorno al turismo...

Leggi tutto

Questo sito utilizza cookie, di prima e di terza parte, per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la Cookie Privacy...