Vino, arte antica e comunicazione: in Spagna dalla Rioja a Merida e Madrid la bellezza di tre luoghi da vedere assolutamente

images/stories/spagna/2021_LaRiojaMuseoVivanco.jpg

 

Giovanni Bosi, Madrid

Tre luoghi diversi fra loro, accomunati però dalla mission condivisa di trasmettere cultura, valori e storia, quella del territorio che raccontano. Così enologia ed enoturismo diventano testimonial della tradizione antichissima della Rioja, l’ingegno e la bellezza della cultura romana sono i protagonisti a Merida mentre a Madrid si documenta l’evoluzione delle telecomunicazioni. Siamo ovviamente in Spagna e i tre luoghi sono il Museo Vivanco de la Cultura del Vino, il Museo Nacional de Arte Romano di Mérida e il Museo Postal y Telegráfico di Madrid. Andiamo alla loro scoperta…

 

(TurismoItaliaNews) Chi non conosce i vini della Rioja? Questa zona della Spagna, con più di 500 cantine, è famosa in tutto il mondo per la qualità dei suoi vini. Così legata al famoso Cammino di Santiago, questa regione sa farsi apprezzare per i suoi prodotti, i suoi magnifici vigneti, magari da esplorare a cavallo oppure sorvolarli in mongolfiera, attraversarli su fuoristrada…  Cultura e vino formano un connubio davvero unico e a questo si aggiunge una natura sorprendente – ci dicono da Turespaña, l’Instituto de Turismo de España deputato alla promozione della Spagna – offre anche attività culturali perché oltre al capoluogo, Logroño, sono da scoprire località come Santo Domingo de la Calzada e la sua cattedrale, San Millán de la Cogolla con i monasteri di Suso e Yuso, dichiarati Patrimonio dell'Umanità dall'Unesco e famosi perché proprio qui furono scritte le prime parole in lingua spagnola”.

Chi non conosce i vini della Rioja? Questa zona della Spagna, con più di 500 cantine, è famosa in tutto il mondo per la qualità dei suoi vini

IlMuseo Vivanco de la Cultura del Vino

Ma di certo se dici Rioja, dici vino. E se dici vino, dici Museo Vivanco de la Cultura del Vino. Considerato uno dei migliori al mondo, è nato con lo scopo di educare, diffondere e interagire con il vino come elemento di civiltà. “E tutto fatto di esperienza, sensibilità, rispetto e innovazione” tengono a dire dal museo, che occupa ben 4.000 mq articolati in 5 sale espositive permanenti, una sala mostre temporanee e, all'esterno, il Giardino Bacco, una raccolta di viti che conta più di 220 varietà provenienti da tutto il mondo. Il tutto si deve alla famiglia Vivanco, che con La Rioja ha uno stretto legame: qui sin dai tempi antichi, la vinificazione ha rappresentato molto più di un'attività economica, è di fatto un simbolo di identità culturale.

Vitigni autoctoni utilizzati nei vini Doc sono Viura, Malvasía, Garnacha blanca, Tempranillo blanco, Tempranillo, Garnacha, Graciano, Mazuelo, Maturana ink. Oggi il Museo Vivanco in quanto centro di divulgazione, è diventato un punto di riferimento internazionale sul vino, la sua storia, le tecniche di produzione, la ricerca e tutte le manifestazioni culturali e artistiche che gli ruotano intorno.

Il Museo Vivanco de la Cultura del Vino

Il francobollo emesso nel 2021 dalla Spagna dedicato al Museo Nacional de Arte Romano

Il Teatro romano di Merida

Se è vero che il vino è arrivato nella Rioja con i Romani, c’è un altro posto che condivide la storia a piene mani: Merida, in Estremadura. In questa città si respira ancora oggi l'atmosfera dell'epoca romana, grazie ad uno dei complessi monumentali meglio conservati al mondo. Come lo spettacolare teatro che mostra numerosi elementi originali, un anfiteatro, un circo romano, un paio di acquedotti, vari templi, alcune antiche domus romane… E a Mérida c’è anche il Museo Nacional de Arte Romano, la cui collezione comprende grandi mosaici, il tracciato di un’antica strada romana e persino la decorazione del portico del foro. Questo museo è un'istituzione di lunga data. Con i suoi oltre 175 anni, risale a una piccola collezione di carattere locale che, per l'importanza del sito di Mérida, è cresciuta fino a raggiungere la categoria nazionale ed è riuscita a soggiornare in un nuovo edificio dove esporre, con la dignità che meritano, le loro collezioni. “Passeggiare tra i negozi di moda, svoltare l'angolo e trovarsi davanti a un tempio romano. Assistere a uno spettacolo all'aria aperta all'interno di un monumentale teatro con oltre 2.000 anni di storia. Attraversare un ponte romano e ammirare al tempo stesso una cittadella araba. Questa è Mérida” sottolineano da Turespaña. E del resto la città è iscritta nell'elenco del Patrimonio Mondiale…

Telecomunicazioni, si diceva: a Madrid il Museo Postal y Telegráfico propone al visitatore un viaggio tematico e cronologico attraverso la storia delle comunicazioni, da quella più tradizionale, la lettera, alle comunicazioni satellitari. In questo museo, le collezioni sono conservate ed esposte dai primi monumenti conosciuti fino ai giorni nostri. Il museo è uno degli strumenti educativi più importanti che la società ha per bambini e adulti. “Trasmette cultura, preserva il patrimonio e aiuta le persone a conoscere il proprio passato, a costruire il proprio futuro” sottolineano dal museo.

Il francobollo emesso nel 2021 dalla Spagna dedicato al Museo Postal y Telegráfico

Il Museo Postal y Telegráfico di Madrid

I tre francobolli che le Poste spagnole emettono in questo 2021 nell’ambito della serie dedicata ai musei del Paese

I tre musei della Rioja, di Merida e di Madrid trovano contemporaneamente una vetrina internazionale grazie ai tre francobolli che le Poste spagnole emettono in questo 2021 nell’ambito della serie dedicata ai musei del Paese.

Per saperne di più
vivancoculturadevino.es
www.spain.info/it
museopostalytelegrafico.es

 

Giovanni Bosi, giornalista, ha effettuato reportages da numerosi Paesi del mondo. Da Libia e Siria, a Cina e India, dai diversi Paesi del Sud America agli Stati Uniti, fino alle diverse nazioni europee e all’Africa nelle sue mille sfaccettature. Ama particolarmente il tema dell’archeologia e dei beni culturali. Dai suoi articoli emerge una lettura appassionata dei luoghi che visita, di cui racconta le esperienze lì vissute. Come testimone che non si limita a guardare e riferire: i moti del cuore sono sempre in prima linea. E’ autore di libri e pubblicazioni.
mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. – twitter: @giornalista3

Chi siamo

TurismoItaliaNews, il web magazine che vi racconta il mondo.

Nasce nel 2010 con l'obiettivo di fornire un'informazione efficace, seria ed obiettiva su tutto ciò che ruota intorno al turismo...

Leggi tutto

Questo sito utilizza cookie, di prima e di terza parte, per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la Cookie Privacy...