Vaticano, Italia e Polonia celebrano insieme la canonizzazione di Giovanni XXIII e Giovanni Paolo II

images/stories/vaticano/BasilicaSanPietro04.jpg

Il 27 aprile 2014 è una data destinata a segnare la storia contemporanea della Chiesa cattolica. E che sia papa Francesco a suggellare il tutto assume evidentemente ancor più valore. Quel giorno Giovanni XXIII e Giovanni Paolo II, già beati, saranno proclamati santi nel corso di una solenne celebrazione nella Basilica di San Pietro in Vaticano. Sono attesi migliaia di fedeli, a testimonianza del grande attaccamento nei confronti di Angelo Giuseppe Roncalli e Karol Józef Wojtyla. Non manca la sottolineatura filatelica, anche con un’emissione congiunta con Italia e Polonia in circolazione dal 21 marzo.

 

(TurismoItaliaNews) Sarà dunque Papa Francesco a proclamare santi Giovanni XXIII e Giovanni Paolo II. Il beato Angelo Giuseppe Roncalli è da tutti conosciuto come il «papa buono», appellativo che meglio rispecchia non solo i tratti somatici del suo volto, così caro a tanti fedeli, ma soprattutto il carattere di un pastore premuroso che non mancava mai, con poche e semplici parole, di dare conforto a coloro che ne avevano più bisogno. La sua fondamentale intuizione storica fu la convocazione del Concilio Vaticano II, fortemente voluto e aperto l’11 ottobre del 1962: il Concilio sarà un punto di svolta nella storia della Chiesa. Papa Roncalli morì il 3 giugno del 1963 e fu proprio in quei tristi giorni di commiato che si comprese appieno quanto la Sua figura fosse universalmente amata e quanto fondamentale fu il suo magistero

Il beato Karol Józef Wojtyla è stato il pastore che ha guidato la Chiesa nel nuovo millennio e la sua figura è considerata una delle più significative e influenti della storia contemporanea non solo della Chiesa, ma del mondo intero. Solo per citare alcuni degli aspetti salienti che possono riassumere il suo straordinario Pontificato: i viaggi apostolici nel mondo, il dialogo con le altre confessioni, la difesa costante dei valori morali, della vita e della famiglia, il rapporto speciale con la gente e in particolare con i giovani, la promulgazione del catechismo della Chiesa cattolica e lo spirito con cui affrontò la malattia soprattutto negli ultimi giorni terreni.

L’Ufficio filatelico e numismatico della Città del Vaticano celebra l’evento con una serie di francobolli ed un foglietto stampato in 200.000 esemplari e in emissione congiunta con la Polonia; su quest’ultimo, Giovanni XXIII è rappresentato insieme a Giovanni Paolo II, inquadrati ciascuno in un francobollo da un euro. Il francobollo per Roncalli, in emissione congiunta con l’Italia, ha il valore di 0,70 euro ed è stampato in fogli di dieci esemplari, per complessivi 300.000 serie complete. Il francobollo dedicato a Wojtyla ha il valore di 0,85 euro stampato in minifoglio da sei esemplari (valore complessivo 5,10 euro e 1.500.000 di serie complete). Ci saranno inoltre due foglietti da 1,90 e 2,50 euro realizzati ciascuno in 200.000 esemplari. Disponibile anche un folder ceduto a 12 euro. Debutta pure la Stamp&coin card venduta a 4,50 euro.

Chi siamo

TurismoItaliaNews, il web magazine che vi racconta il mondo.

Nasce nel 2010 con l'obiettivo di fornire un'informazione efficace, seria ed obiettiva su tutto ciò che ruota intorno al turismo...

Leggi tutto

Questo sito utilizza cookie, di prima e di terza parte, per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la Cookie Privacy...