Carlo Magno, a 1200 anni dalla morte grandi celebrazioni in Germania e in Vaticano

Carlo Magno ad Aquisgrana. Come ogni sette anni, dal 20 al 29 giugno 2014 la città tedesca sarà meta di un importante pellegrinaggio. Migliaia di fedeli raggiungeranno la grandiosa cattedrale della città voluta intorno all'800 da Carlo Magno, la prima a essere stata riconosciuta come sito Unesco in Germania nel 1978. Un evento, perché nel 2014 si celebra anche il 1200° anniversario della morte di Carlo Magno. A cui la Città del Vaticano dedica ben due francobolli, su uno dei quali è raffigurato uno scorcio della splendida Cattedrale della natia Aquisgrana.

 

(TurismoItaliaNews) Quest'anno il celebre santuario festeggia i 600 anni del suo prezioso coro, ma in realtà il festeggiato più importante è proprio Carlo Magno, al quale Aquisgrana nel 1200° anniversario della morte dedica una grande mostra intitolata "Carlo Magno. Potere Arte Tesori". Divisa in tre sezioni nel Municipio, al Centre Charlemagne e nella Camera del Tesoro della cattedrale, resterà aperta dal 20 giugno al 21 settembre per raccontare la vita del capo del Sacro Romano Impero.

La storia. Carlo Magno nasce nel 742 ad Aquisgrana ed eredita dal padre, Pipino il Breve, il regno dei franchi. Il trono, inizialmente diviso dalla successione, viene nuovamente unificato con la morte del fratello Carlomanno nel 771. Da quel momento, Carlo Magno avvierà una serie di campagne militari che lo porteranno nel corso degli anni a ricostituire gran parte di quello che era stato l’impero romano d’occidente. Nella notte di Natale dell’800, nella Basilica di San Pietro a Roma, papa Leone III lo incoronerà quale primo imperatore del Sacro Romano Impero. La grandezza della sua visione anticipò di secoli il concetto stesso di Europa; Carlo Magno mirò infatti a creare nel regno, oltre all’unità politica, l’unità religiosa, legislativa, monetaria, culturale e sociale.


Per questo l’Ufficio Filatelico e Numismatico della Città del Vaticano per celebrare i 1200 anni dalla sua morte il 20 maggio 2014 metterà in circolazione due francobolli. Nel valore da 0,85 centesimi l’artista Patrizio Daniele ha reinterpretato l’imponente statua equestre del sovrano realizzata da Agostino Cornacchini nel 1725 per la Basilica di San Pietro in Vaticano. Sullo sfondo si intravedono i profili di due abbazie: quella di Fulda (Germania), riedificata per il bene della Chiesa, e quella di Saint-Denis, ove venivano conservate le corone dei re di Francia (distrutte durante la rivoluzione francese). Nel francobollo da 1,90 euro Carlo Magno viene invece rappresentato come appare nella iconografia classica con lo scettro e il globo sormontati dalla Croce; sullo sfondo c’è lo scorcio della Cattedrale di Aquisgrana. I due francobolli sono stampati con una tiratura di 200.000 serie complete.


Centri storici “targati” Unesco. I requisiti per essere riconosciuti come Patrimonio dell'umanità sono vari: può trattarsi di singoli edifici, archeologia industriale, paesaggi o altri tesori culturali. Sette dei 38 siti tedeschi rappresentano interi centri storici: nuclei di antiche città con architetture pregevoli e ben conservate. Risalendo la Germania da sud, si incontrano prima Ratisbona e Bamberga in Baviera. Nei monti dell'Harz c'è Quedlinburg con più di 1.300 case a graticcio, mentre la vicina Goslar annovera tra i suoi edifici l'antico Palazzo imperiale. I tre centri storici Unesco nel nord sono Lubecca, Wismar e Stralsund sul Baltico, le cui raffinate architetture in laterizio rosso sono testimoni dell'epoca anseatica iniziata nel Medioevo.

 

 


Per saperne di più sul Duomo di Aquisgrana

Per saperne di più sui siti Unesco in Germania

Il convento di Carlo Magno, cultura emozionante

 

 

turismo italia news
turismoitalianews
TurismoItaliaNews.it
www.facebook.com/turismoitalianews
www.twitter.com/turismoitalianw

Chi siamo

TurismoItaliaNews, il web magazine che vi racconta il mondo.

Nasce nel 2010 con l'obiettivo di fornire un'informazione efficace, seria ed obiettiva su tutto ciò che ruota intorno al turismo...

Leggi tutto

Questo sito utilizza cookie, di prima e di terza parte, per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la Cookie Privacy...