PASQUA | Coldiretti/Ixè: 4 italiani su 10 in viaggio nel lungo weekend. E a tavola vince la tradizione (come in Umbria)

images/stories/ricette_laura/PizzaPasqualeVernaccia012.jpg

Quasi 4 italiani su 10 di italiani (36%) hanno scelto di mettersi in viaggio nel lungo weekend di Pasqua per raggiungere parenti e amici, andare in vacanza i o semplicemente fare una gita in giornata. E’ quanto emerge dall’analisi Coldiretti/Ixè che evidenzia, dopo un lungo periodo di incertezza climatica, la voglia di evasione degli italiani con le previsioni di caldo e sole sia a Pasqua che a Pasquetta. E per chi è in Umbria ecco un menù tradizionale da provare…

 

(TurismoItaliaNews) La tradizione pasquale si apprezza anche a tavola, come in Umbria. Casa Spineto ci propone come esempio un menù decisamente tradizionale con qualche rivisitazione: Coratella al sugo con bocconcini di pizza umbra al formaggio, Tagliatelline con ricotta saporita, radicchio e tartufo, Stufato ai carciofi, Agnello al forno con patate gialle e finocchio, Agretti in salsa di capperi e limone, Tiramisù con amaretti al sapore di liquirizia e naturalmente Vernaccia di Cannara.

Ma come si ripartiscono gli italiani in movimento per Pasqua? La maggioranza di 12 milioni ha deciso una trasferta per trascorrere le feste con parenti e amici mentre oltre 7 milioni hanno colto l’occasione per una vacanza. Le mete preferite – sottolinea la Coldiretti – restano quelle lungo la Penisola che consentono di ottimizzare il tempo limitato a disposizione con appena il 2% dei vacanzieri che varca le frontiere. Sul podio salgono a pari merito con il 28% la montagna, il mare e la campagna ed i parchi mentre piu’ ridotte sono le presenze nelle grandi città (16%) anche per le preoccupazioni determinate dal terrorismo. La paura – precisa la Coldiretti - ha condizionato infatti la scelta delle destinazioni delle festività di Pasqua di quasi un italiano su quattro (23%).

La metà ha scelto di alloggiare nelle case in affitto, di parenti o amici o di proprietà che in molti casi vengono riaperte in vista dell’estate, mentre circa ¼ l’albergo ma molto gettonati anche i rifugi alpini, i bed and breakfast e gli agriturismo. La ricerca della tranquillità favorisce la vacanza in campagna che è la vera star di questo weekend in un periodo cui si assiste nelle campagne al pieno risveglio della natura. Oltre trecentomila sono gli italiani a tavola in agriturismo nel giorno di Pasqua. I circa 23mila agriturismi presenti nella Penisola svolgono anche un’importante funzione di traino per le economie locali, come dimostrano le zone del terremoto dove nonostante le difficoltà si stima di aumento del 10% delle presenze secondo Coldiretti. La capacità di mantenere inalterate le tradizioni alimentari nel tempo con menù di Pasqua locali a base prodotti di stagione a chilometri zero e biologici è la qualità più apprezzata dagli ospiti degli agriturismi dove è in continua crescita anche l’offerta di servizi aggiuntivi come passeggiate all’aria aperta a piedi e in bicicletta, trekking, lezioni di equitazione e tiro con l’arco, ma anche corsi in cucina o di orticoltura.

La tendenza è verso la prenotazione last minute, ma per scegliere l’agriturismo giusto il consiglio –  sottolinea la Coldiretti – è quello di preferire aziende accreditate da associazioni e di rivolgersi su internet a siti come www.campagnamica.it o sull’App farmersforyou che permette di scegliere gli agriturismi dove poter soggiornare nei più bei paesaggi della campagna italiana, i mercati di Campagna Amica, le fattorie e le botteghe dove poter comprare il vero made in Italy agroalimentare, ma anche i ristoranti che offrono menù con prodotti acquistati direttamente dagli agricoltori.

Chi siamo

TurismoItaliaNews, il web magazine che vi racconta il mondo.

Nasce nel 2010 con l'obiettivo di fornire un'informazione efficace, seria ed obiettiva su tutto ciò che ruota intorno al turismo...

Leggi tutto

Questo sito utilizza cookie, di prima e di terza parte, per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la Cookie Privacy...