EMILIA ROMAGNA | A Carpi fine settimana con la Festa del Gioco: la seconda edizione dedicata ai “Macchinisti di Miraggi”

images/stories/emiliaromagna/Carpi_panoramica01.jpg

Il grande evento di piazza dove “giocare imparando e imparare giocando” ruota attorno ai giochi di invenzione che vedono ciò che non c’è. Sabato 30 settembre e domenica 1 ottobre il centro storico di Carpi (Modena) ospita la seconda edizione della Festa del Gioco, dal titolo “Macchinisti di Miraggi”.

 

(TurismoItaliaNews) Dopo il grande successo di pubblico ottenuto nel 2016, Piazza Martiri, il Cortile d’Onore e le vie del centro di Carpi si animano di nuovo con giochi, laboratori, dimostrazioni e installazioni per bambini dai due anni in su, ragazzi e adulti. Ideata e organizzata dal Castello dei Ragazzi di Carpi, sostenuta dal Comune di Carpi con il patrocinio dell’Ufficio scolastico regionale Regione Emilia-Romagna, col contributo di Bper e di Conad, la Festa del Gioco avrà come tema centrale l’inventare. In particolare, verrà esplorato il rapporto tra l’invenzione e il pensiero tecnico-scientifico seguendo le parole del grande poeta inglese William Blake, “ciò che è oggi dimostrato fu un tempo solo immaginato”.

Inoltre come spiega il giornalista scientifico Andrea Vico, consulente della Festa del gioco, “la scienza è un gioco. Lo scienziato gioca tutta la vita e fa esperimenti per capire come va il mondo e migliorare la relazione tra uomo e natura. Anche il bambino gioca, poi spesso smette perché la scuola tende a omologarlo (la classe è più facile da gestire) e la famiglia gli dice che “il gioco non è una roba seria”. Invece è più che mai urgente giocare e giocare con la scienza”. “La conoscenza scientifica - continua Andrea Vico - è oggi determinante affinché ciascuno possa costruire una propria opinione, in autonomia. E così dare il proprio contributo, come cittadino, a una società realmente democratica e rispettosa. Per un mondo migliore dobbiamo stimolare i ragazzi al pensiero libero e critico su scienza, tecnologia e ambiente”.

La Festa del gioco potrà contare anche quest’anno sulla partecipazione di illustri ospiti e associazioni che si sono distinti nell’ambito della ricerca scientifica, quali la Fondazione Golinelli di Bologna, Andrea Vico, lo scrittore per ragazzi Davide Morosinotto, il ludologo e allenatore della mente Carlo Carzan, l’Associazione Tecnoscienza di Bologna e la società Bricks4Kidz, specializzata nell’apprendimento Steam, nel quale pensiero logico-scientifico e pensiero artistico-creativo collaborano in stretta sinergia. Grazie a questi contributi verranno analizzati molti aspetti del mondo quotidiano attraverso le lenti della matematica, della chimica, della fisica, della biologia, della meccanica e della robotica, sempre però con un’attenzione particolare al giocare e all’imparare divertendosi.

Il programma della Festa del Gioco è suddiviso in 5 macroaree:
- Make the Future
Qui il pubblico troverà laboratori di chimica, fisica e robotica curati dalla Fondazione Golinelli, la grande Palestra Allenamente di Carlo Carzan e Sonia Scalco, le postazioni Lego di Bricks4Kidz dove si potranno costruire architetture e congegni meccanico-motorizzati, gli esperimenti sul mondo della scienza a cura di Tecnoscienza e tantissime proposte laboratoriali della Scuola dei Ragazzi Inventori.
-Play the Present
È un’area in cui soprattutto i più piccoli potranno divertirsi con il grande gioco urbano di movimento Snug, col Bakoba, morbidi moduli incastrabili con i quali è possibile scatenare la fantasia e con la novità dei Calafant, architetture e navi pirata in cartone con i quali vivere mirabolanti avventure. E infine L’isola dei Lego con decine di kit Lego tradizionali.
- Architetture poetiche
Si tratta di tre grandi installazioni che caratterizzeranno la Festa del Gioco, all’insegna della fantasia e dell’invenzione. La prima, Pescatori di sogni, è un’enorme onda di pesci coloratissimi, realizzata dal Centro Zaffiria e dal Castello dei Ragazzi, già attiva in via Paolo Guaitoli durante l’estate; Atlantide, un labirinto di mattoncini Lego giganti di 280 metri quadrati che occuperà Piazza Martiri durante le due giornate della festa dove i bambini potranno giocare, correre, saltare e perdersi e, infine, Mirabilia Animalia, un’installazione sognante di animali fantastici al centro del Cortile d’Onore di Palazzo dei Pio.
-La scuola dei ragazzi inventori
La festa del gioco vede anche quest’anno la presenza della scuole di Carpi. In Piazza Martiri e nel Cortile d’Onore decine di laboratori nei quali si potranno toccare con mano alcuni fenomeni fisici, chimici e meccanici che governano la nostra quotidianità.

Sabato 30 settembre e domenica 1° ottobre 2017
Orari: sabato dalle 17 alle 20; domenica dalle 10 alle 20
www.castellodeiragazzi.it
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
fb Il castello dei ragazzi

 

Chi siamo

TurismoItaliaNews, il web magazine che vi racconta il mondo.

Nasce nel 2010 con l'obiettivo di fornire un'informazione efficace, seria ed obiettiva su tutto ciò che ruota intorno al turismo...

Leggi tutto

Questo sito utilizza cookie, di prima e di terza parte, per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la Cookie Privacy...