Adrenalina a mille al Parco delle Stelle di Trecchina, in Basilicata: dal Big Bang alla Via Lattea emozioni a go-go in una cornice unica

images/stories/varie_2021/ParcoDelleStelle_BigBang01.jpg

 

Giovanni Bosi, Trecchina / Basilicata

Già dal punto di vista paesaggistico e naturalistico è uno spettacolo. Se poi aggiungi che qui puoi vivere un’esperienza a tutto tondo in un parco divertimenti senza eguali, in una cornice mozzafiato, allora andarci è un must. Il Parco delle Stelle di Trecchina, in Basilicata, a quota 1.030 metri sul Monte Serra Pollino è un’attrazione formidabile, su cui peraltro si punta molto per la promozione turistica delle zone interne del versante tirrenico della Basilicata. Siamo andati a vedere.

 

(TurismoItaliaNews) Si sale da Trecchina, in provincia di Potenza, in direzione della Cappella della Forraina in cui si venera l’immagine cinquecentesca della Madonna del Perpetuo Soccorso (dove vale la pena fare una sosta per ammirarla) e poi si comincia a salire lungo le curve alberate del Monte Serra Pollino, scoprendo via via scorci suggestivi della costa di Maratea e della Calabria. Finché ad un certo punto ci si rende conto di essere praticamente più alti delle nuvole, con il territorio sottostante punteggiato di montagne appuntite che digradano verso il mare azzurro. E’ emozionante, così come l’adrenalina si prepara a scorrere alla vista delle attrazioni del Parco delle Stelle, nostra meta finale. Il suo nome svela l’iniziale progetto di renderlo luogo privilegiato per l’osservazione del cosmo, obiettivo comunque di prossima realizzazione nelle intenzioni dell’amministrazione comunale di Trecchina e del gestore del parco. Già ora, in ogni caso, ci sono buoni motivi per arrivare quassù. Oltre alla bellezza del paesaggio, ci sono proposte entusiasmanti.

Adrenalina a mille al Parco delle Stelle di Trecchina, in Basilicata: dal Big Bang alla Via Lattea emozioni a go-go in una cornice unica

La Via Lattea

Giovanna CresciCome la “Via Lattea”, una slittovia della lunghezza di circa un chilometro che si snoda tra gli alberi, consentendo di provare l’ebrezza di una discesa mozzafiato a tutta velocità. “Il divertimento è alla portata di tutti: grandi, piccini, temerari e non – ammicca Giovanna Crespi, direttore del Parco delle Stelle - il percorso da compiere a bordo di una sorta di bob su una rotaia, si snoda tra gli incantevoli alberi del monte Serra Pollino. Caratterizzata da curve, dossi e paraboliche di varia ampiezza, Via Lattea è paragonabile alle montagne russe, contraddistinta tuttavia dalla particolarità che ogni bob è dotato di un sistema di frenatura. Ogni pilota, infatti, può decidere la velocità di discesa, può accelerare, fino ad una velocità massima di 40 km/h, o decelerare in modo tale da rendere la discesa confortevole per i più timorosi”.

Ma il top è decisamente Big Bang, per molti ma non per tutti! “E’ il macro–attrattore di punta, da cui è possibile ammirare le meraviglie della natura, oscillando dalle maestose cime montuose lucane, all’incantevole costa tirrenica – sottolinea Giovanna – un’emozione unica ed irripetibile, perché il Big Bang ha un raggio di rotazione di 10 metri, un angolo di rotazione a 360° e una velocità massima di 60 km/h”. Preparatevi a sperimentarlo e a rimanere a testa in giù per 3 secondi dopo aver compiuto un giro completo a tutta velocità. A proposito: non vale chiudere gli occhi, perché uno sguardo a quello che c’è intorno lo merita…

Il Big Bang

Il Big Bang

Altra attrazione divertente è Synestia: si parte in tutta tranquillità su un comodo gommone monoposto, finché due curve paraboliche garantiscono un’esperienza adrenalinica e indimenticabile. Veloce, ma ovviamente anche sicura grazie alle adeguate protezioni laterali. Ci sono poi le Comete, per tornare bambini con un po’ di adrenalina in più. “Le nostre comete sono le gioie dei piccini e un tuffo nel passato per i grandi – ci spiega il direttore del Parco delle Stelle - si parte con Hyakutake, uno scivolo a tubo con andamento ad onda, a seguire l’Hale-Bopp che è uno scivolo a due postazioni parallele a pendenza costante ed infine Halley, lo scivolo di punta, con una pendenza del 35%, modello kamikaze”.

Ovviamente ci sono spazi pensati anche per riposarsi. All’interno infatti sono state pensate una zona barbecue e pic-nic, e un’area parco giochi attrezzata per i più piccini: scivoli, altalene, gonfiabili, immersi nella natura in cui scoprire le meraviglie di flora e fauna. “Siamo certi che venendo qui con tutta la famiglia ognuno può trovare il suo giusto grado di divertimento - sottolinea Giovanna Crespi – e del resto siamo in una zona della Basilicata che già di per sé è straordinaria. Il Parco delle Stelle è il valore aggiunto”. Da vedere e soprattutto da provare!

Synestia

Synestia

Il sito del Parco delle Stelle

Il sito di Percorsi Lucani per il turismo esperienziale

 

La Basilicata più vera si mette in vetrina: turismo esperienziale con imprenditori e istituzioni alleati per valorizzare i territori interni

Basilicata adventure: river trekking sul fiume Noce fra Trecchina e Rivello, ecco come sentirsi novelli Livingstone

Chi siamo

TurismoItaliaNews, il web magazine che vi racconta il mondo.

Nasce nel 2010 con l'obiettivo di fornire un'informazione efficace, seria ed obiettiva su tutto ciò che ruota intorno al turismo...

Leggi tutto

Questo sito utilizza cookie, di prima e di terza parte, per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la Cookie Privacy...