The Gambassi Experience, in Toscana c'è un motivo in più per scoprire luoghi straordinari

images/stories/varie_2019/GambassiExperience08.jpg

A metà strada tra Firenze e Siena, immersa in un paesaggio collinare, ancora e tenacemente rurale, che si apre sulle torri di San Gimignano, sulle mura di Certaldo e sui paesaggi lunari della campagna volterrana, c'è Gambassi Terme. In Toscana nasce una nuova destinazione che si propone per un'esperienza a tutto tondo: una rete di imprese e operatori per lo sviluppo turistico sostenibile lancia “The Gambassi Experience” per la valorizzazione turistica. Con una premessa di non poco conto: questo è un centro gravitazionale da cui iniziare ogni viaggio nel cuore toscano.

 

(TurismoItaliaNews) Un gruppo di imprese locali, insieme all’amministrazione pubblica e coordinate da Smartourism Srl, ha creduto nel potenziale turistico del proprio territorio e perseguito un obiettivo ambizioso: attivare un processo sostenibile di sviluppo locale basato su un’offerta turistica esperienziale. Non è caso che la storia parli di Gambassi come una terra di passaggio, attraversata da alcune delle principali arterie medievali, vie religiose e rotte commerciali: l’ormai nota Via Francigena e la Via del Sale, su cui correva l’oro bianco di Volterra diretto verso i mercati di Firenze. Perché in fondo, da qui in poco più di un’ora si arriva a Pisa, Siena e Lucca ma anche sulla costa tirrenica. Gambassi Terme è ancora oggi un baricentro, dietro l’angolo c’è una Toscana spettacolare dei borghi, a due passi da tutto eppure anni luce dalla canicola affollata delle grandi città. La Toscana ospitale dove l’accoglienza non è solo una professione.

 

 

La proposta esperienziale
È con questo spirito che un gruppo di aziende turistiche con anni di accoglienza alle spalle, artigiani, botteghe e produttori locali ha voluto mettere in rete e commercializzare la propria offerta esperienziale, per promuovere il territorio di Gambassi Terme e comunicare in modo innovativo coi turisti in arrivo. Ben 16mila arrivi nel corso del 2017, ospiti che fino ad oggi non hanno potuto contare su un’offerta e una comunicazione integrata. Obiettivo di The Gambassi Experience è riposizionare Gambassi Terme da metà di prossimità dove dormire a destinazione toscana da scoprire facendo, vivendo a contatto con i migliori produttori, operatori turistici e guide locali.

Tra le proposte che si possono scegliere attraverso il sito www.thegambassiexperience.com ci sono esperienze enogastronomiche come la raccolta dello zafferano, i corsi di cucina rurale, le degustazioni di olio e vino o la scoperta dei formaggi di capra; tra la proposte outdoor vi sono escursioni in ebike lungo le antiche vie, passeggiate a cavallo, weekend trekking, escursioni per i più piccoli e uscite notturne per astrofili…

E allora ecco che Gambassi Terme si rivela meta ideale per chi desidera una vacanza di relax a poca distanza dalla Toscana delle città d’arte, non solo quelle principali ma anche quei borghi che costituiscono le eccellenze della regione. Sono 18 i chilometri da San Gimignano, il borgo delle 13 torri, uno degli skyline più popolari d’Italia; 28 invece sono quelli per raggiungere Volterra, la città medievale, famosa per la lavorazione dell’alabastro e le sue imponenti mura a picco sulla spettacolare Valdera.

Non solo: il territorio di Gambassi serba numerose tracce del suo passato neolitico, etrusco e romano. Nonostante la sua posizione collinare, l’abitato di Gambassi è cresciuto grazie al passaggio d’importanti vie di transito: la Via Volterrana era utilizzata già dagli Etruschi sull’asse Firenze – Volterra mentre la Via Clodia, quella che i romani seguivano tra Siena e Lucca, segnerà il passo dei pellegrini medievali e prenderà il nome di Via Francigena. La presenza di tali tracciati determinò la natura e l’organizzazione dei diversi insediamenti sorti in quest’angolo di Valdelsa. In epoca medievale, la centralità viaria di Gambassi fu la ragione principale della fondazione di numerosi castelli che non avevano solo fini difensivi, ma anche economici.

Il castello di Gambassi è attestato per la prima volta nel 1037, quando Guido di Ranieri, il signore del forte, vendette alcuni suoi diritti e proprietà ai vescovi di Volterra. Intorno all’abitato medievale, si sviluppano le più moderne Via Garibaldi, Piazza Roma e Via Vittorio Veneto coi negozi del centro, i caffè e le botteghe artigiane. È in questo crocevia di strade che i gambassini vivono il proprio paese ed è qui che ogni anno si ripetono alcuni degli appuntamenti più importanti per Gambassi, come l’imperdibile Palio delle Contrade di agosto. Il parco comunale, parallelo a Via Garibaldi, abbraccia il comune e le terme ed è il cuore delle serate estive per gli adulti e i bambini.

The Gambassi Experience è un progetto finanziato da Regione Toscana nel quadro del Por_Fesr 2014-2020 e con il patrocinio del Comune di Gambassi Terme. Le aziende fondatrici di The Gambassi Experience sono: Agriturismo Renai & Monte, Agriturismo Pietralta, Agriturismo Pompone & Pola, Villa La Fonte, Tenuta Il Quadrifoglio, Terme della Via Francigena, Pontormo Caffè, Hotel Il Gatto e la Volpe, Osteria Pinchiorba.

Per saperne di più
www.thegambassiexperience.com
Fb | Ig thegambassiexperience

Chi siamo

TurismoItaliaNews, il web magazine che vi racconta il mondo.

Nasce nel 2010 con l'obiettivo di fornire un'informazione efficace, seria ed obiettiva su tutto ciò che ruota intorno al turismo...

Leggi tutto

Questo sito utilizza cookie, di prima e di terza parte, per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la Cookie Privacy...