Cento anni di Targa Florio: la passione della sua gente, unica ed inconfondibile, che esprime e condivide i valori della Sicilia

E’ la centesima edizione quella 2016 della Targa Florio e la sottolineatura del prestigio traguardo arriva anche attraverso un francobollo in distribuzione dal 7 maggio 2016 e sul quale è raffigurata la vettura Alfa Romeo 33 TT3, 8 cilindri, che gareggiò nel 1972 alla 56ª edizione della Targa Florio. L’unico elemento che rimane inalterato alla Targa Florio è la passione della sua gente, unica ed inconfondibile, una passione radicata, che esprime e condivide i valori della Sicilia.

 

(TurismoItaliaNews) La corsa automobilistica più antica del mondo raggiunge quota 100 edizioni e guarda con fierezza al futuro, attraverso un evento che ne racchiude quattro: Targa Florio Rally; Targa Florio Historic Rally; Targa Florio Classica e Targa Florio Historic Speed. Momento esclusivo da vivere in Sicilia dal 5 all’8 maggio 2016.

La Targa Florio nacque nel 1906, quando il 6 maggio si disputò la prima edizione di quella competizione destinata a divenire la più famosa corsa del Mondo, icona dell’Italia e della Sicilia in particolare, volòno che ha portato ad ogni latitudine la passione, le tradizioni e l’attaccamento dell’isola a quell’evento che sente particolarmente. La Targa Florio nacque grazie all’illuminato e lungimirante ingegno di Vincenzo Florio, spirito imprenditoriale, ma soprattutto uomo di grande ingegno e cultura, innamorato della sua terra. Vide lontano Florio quando affermò “A cosa servono le automobili da viaggio se non si costruiscono strade sulle quali fare viaggiare”.

 

Dalla vittoria del giovane meccanico torinese Alessandro Cagno su Itala alla prima edizione, altre 98 se ne sono susseguite. La Targa Florio si fermò soltanto per via dei conflitti mondiali, poi il suo glorioso e luminoso cammino non ha conosciuto sosta ed ora si appresta a celebrare le 100 edizioni. Sempre pronta a guardare con entusiasmo al futuro, poggiando sulle solide basi di un passato tanto glorioso quanto prestigioso. L’unico elemento che rimane inalterato alla Targa Florio è la passione della sua gente, unica ed inconfondibile, una passione radicata, che esprime e condivide i valori della Sicilia, una passione verso un evento che esterna al meglio i colori, i profumi, i sapori, le tradizioni e la storia di una terra dove l’ospitalità è culto.

“La Targa Florio rappresenta per la Sicilia una straordinaria occasione di rilancio del territorio – sottolineano insieme Angelo Pizzuto, presidente dell’Automobile Club Palermo, e Luciano Seminara, presidente del Circolo Filatelico Numismatico Termitano - la Corsa è stata testimone dell'evoluzione di oltre un secolo di automobilismo, ma anche della storia e della cultura dei tempi che cambiano. La centesima edizione non è un fatto soltanto sportivo, ma segna il riscatto di una terra che, attraverso la Targa, aspira a nuovi e più moderni traguardi.

 

Era il 1906 quando vide la luce la prima edizione della Corsa; l'anno precedente, Vincenzo Florio, avvalendosi della collaborazione di Desgrange, Faroux e Meurisse, amici e cultori di motori nonché esperti di gare automobilistiche, con in mano una cartina della provincia di Palermo, individuò nella zona delle Madonie il percorso da utilizzare per il nascente circuito della Targa, indicandone anche i 17 Paesi che ne furono coinvolti”. Prese così forma una gara modernissima con un circuito in grado di testare i prototipi delle nascenti case automobilistiche, organizzata con una logistica di eccezionale efficacia, rilanciata in tutto il mondo da pubblicità, stampa e dal cinematografo.

Nel 2016, grazie anche al lavoro svolto da parte dell'Automobile Club d'Italia, l’appuntamento comprende quattro eventi sportivi di assoluto valore: Rally, Historic Rally, Classic, Historic Speed. La centesima Targa Florio può inoltre contare su un elemento unico in Sicilia: la passione dei siciliani per l'automobilismo in genere e per "A Cursa" in particolare.

 

Il francobollo che celebra il centenario, in distribuzione dal 7 maggio, rientra nella serie tematica “lo Sport” ed ha il valore di 0,95 euro. Il bozzettista è Fabio Abbati. La tiratura annunciata è di seicentomila francobolli in fogli da quarantacinque. A commento dell’emissione c’è il bollettino illustrativo a firma di Angelo Pizzuto, presidente dell’Automobile Club Palermo, e di Luciano Seminara, presidente del Circolo Filatelico Numismatico Termitano.

 

Per saperne di più

 

turismo italia news
turismoitalianews
TurismoItaliaNews.it
www.facebook.com/turismoitalianews
www.twitter.com/turismoitalianw

Chi siamo

TurismoItaliaNews, il web magazine che vi racconta il mondo.

Nasce nel 2010 con l'obiettivo di fornire un'informazione efficace, seria ed obiettiva su tutto ciò che ruota intorno al turismo...

Leggi tutto

Questo sito utilizza cookie, di prima e di terza parte, per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la Cookie Privacy...