UMBRIA | “Chimere Musicali”, strumenti e suoni rari dall'antichità all'800 in mostra a Villa Fabri di Trevi

images/stories/varie_2017/TreviStrumenti01.jpg

Un’esposizione temporanea di strumenti da tasto restaurati, già facenti parte della collezione "Tempio dell'Armonia" in San Francesco di Camerino, sono in mostra sino al 2 settembre 2017 a Trevi, in Umbria. Un’occasione per visitare anche Villa Fabri, lo splendido palazzo completamente decorato a ridosso del centro storico della cittadina.

 

(TurismoItaliaNews) Sono oltre 40 le tastiere storiche in esposizione a Villa Fabri di Trevi per la mostra “Chimere Musicali. Strumenti e suoni rari dall'antichità all'800” presentata nel contesto del “Festival Federico Cesi. Musica Urbis” che fino al 26 novembre 2017 si svolge in location d’eccezione a Spello, Trevi ed Acquasparta, in provincia di Perugia, proponendo concerti sinfonici, recitals, musica da camera, musica da film, mostre, eventi e degustazioni. In tutto 40 appuntamenti ad ingresso libero.

L’esposizione temporanea di Trevi è un’opportunità speciale per ammirare un autentico patrimonio artistico. Come il pianoforte a coda di Ignace Pleyel costruito nel 1852, oppure l’organo positivo napoletano all'ottava superiore Hyeronimus Baffi 1729, a 5 registri, tastiera di 45 tasti con ottava "scavezza". O ancora, l’organo di tipo enarmonico realizzato da Bartolomeo Formentelli nel 1974/76: è una realizzazione ispirata alla Scuola veronese gardesana della metà del XVII secolo e una facciata di canne tortili in lega stagno-argento.

Viene presentato, tra gli altri, anche un pianoforte storico verticale modello Kabinett-Piano, uscito dalla Cooper & Company di Londra all’inizio del XIX secolo; e poi un organo storico di scuola emiliana riconducibile alla famiglia Traeri, metà del XVII secolo: è un pregevole organo positivo a 6 registri reali, una tastiera di 45 tasti con ottava "scavezza" e la pedaliera di 8 note sempre fissa; la cassa dipinta e il materiale sonoro sono originali ed al completo. Interessante anche la copia di clavicembalo italiano copia da scuola marchigiana (Senigallia), seconda meta del XVII secolo, realizzato in cipresso. Molto bello anche l’organo storico di scuola napoletana opera di Domenico Antonio Rossi, costruito per la Cappella Regia nel 1789.

Per saperne di più
www.festivalfedericocesi.com
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Un pezzo di Boemia nel cuore dell’Umbria: Villa Fabri a Trevi testimonial della scuola artistica benedettina di Beuron

Chi siamo

TurismoItaliaNews, il web magazine che vi racconta il mondo.

Nasce nel 2010 con l'obiettivo di fornire un'informazione efficace, seria ed obiettiva su tutto ciò che ruota intorno al turismo...

Leggi tutto

Questo sito utilizza cookie, di prima e di terza parte, per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la Cookie Privacy...