Notte in aeroporto, consigli su come dormire

Stansted, aeroporto. E’ questa la base di arrivo e partenza per chi decide di recarsi a Londra con un volo low cost. Per andare nella città del Big Ben basta saltare sul treno o su un bus per trovarsi in riva al Tamigi. Eppure può accadere che quando si tratta di rientrare in Italia, il volo sia programmato per un orario tale che in molti preferiscono trascorrere la notte a Stansted, in sala d’attesa. Ma dormire nell’area pubblica di un aeroporto è facile, tranquillo, comodo? Ecco alcuni suggerimenti su come comportarsi.

 

(TurismoItaliaNews) Dormire in aeroporto come in un albergo. Non è semplicissimo, ma possibile. Basta organizzarsi in maniera da non perdere del tutto la notte, confidando nel fatto che così si risparmiano soldi e denaro, che si arriva tra i primi al check in e che l'alba non è niente male, comunque.

 

Basta non farsi prendere dal panico e seguire gli accorgimenti dei giovanissimi, per i quali la dormita in aeroporto, stimolata dal basso costo dei voli mattutini, è un'abitudine consolidata. Prima cosa da fare è armarsi di acuta attenzione per individuare, appena entrati in aeroporto, la panca o il gruppo di poltrone migliori. Evitare rigorosamente quelle posizionate accanto alle uscite di sicurezza, che di notte vengono spalancate e si corre il rischio di farsi svegliare da una ventata gelida invece che dalla brezza mattutina.

Scelto il posto, è ben avere il corredo necessario a portata di mano. Ovvero una copertina da viaggio leggera, un piccolo cuscino gonfiabile (sì, di quelli da mare che non pesa e non occupa spazio ma è funzionale a evitare la rigidità delle poltrone in dotazione), una mascherina di quelle da notte e un paio di calzettoni o ciabatte di carta. Per sentirsi a proprio agio fare quello che abitualmente si fa prima di andare a letto, dal lavaggio dei denti alla lettura.

 

Collocarsi il bagaglio a portata di mano, magari approfittando delle tracolle (per esempio del computer) o di una semplice cinta per stare più tranquilli. In molti aeroporti, come quelli inglesi, la vigilanza interna è costante e quindi, trovato il proprio cantuccio, per qualche ora si può dormire senza paura. Non dimenticate la sveglia. Se si trova la posizione il problema è poi svegliarsi.

 

 

 

 

turismo italia news
turismoitalianews
TurismoItaliaNews.it
www.facebook.com/turismoitalianews
www.twitter.com/turismoitalianw

Chi siamo

TurismoItaliaNews, il web magazine che vi racconta il mondo.

Nasce nel 2010 con l'obiettivo di fornire un'informazione efficace, seria ed obiettiva su tutto ciò che ruota intorno al turismo...

Leggi tutto

Questo sito utilizza cookie, di prima e di terza parte, per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la Cookie Privacy...