Antico e moderno in Valle d'Aosta: il Forte di Bard è un polo museale all'avanguardia

images/stories/valle_daosta/ForteDiBard2.jpg

 

Giuseppe Botti, Aosta

E' la più imponente fortezza collocata nel cuore delle Alpi e dell'Europa, un tempo presidio di sbarramento per la sicurezza. Oggi è un polo museale all'avanguardia, un luogo di incontro aperto alla conoscenza e al dialogo che unisce tradizione e innovazione, dove l'antica architettura si fonde e convive con la tecnologia e la multimedialità. E' il Forte di Bard, in Valle d'Aosta.

(TurismoItaliaNews) Un centro di conoscenza del mondo della montagna e sede di mostre di interesse internazionale, eventi culturali e spettacoli. Un complesso che fonde in un'unica struttura, spazi e servizi innovativi per la cultura e strutture ricettive di alta qualità che a dieci anni dalla sua apertura ha accolto oltre due milioni e mezzo di visitatori. "L'ambizioso piano di recupero e valorizzazione, fortemente voluto dalla Regione Autonoma Valle d'Aosta - spiega Augusto Rollandin, presidente dell'Associazione Forte di Bard - a partire dal 2006 ha restituito alla comunità un complesso completamente ristrutturato e funzionalmente ridestinato".

Attualmente la struttura offre ai visitatori Musei permanenti (il Museo delle Alpi, le Alpi dei Ragazzi, le Prigioni del Forte e il Grande Museo del Forte), spazi dedicati a progetti espositivi di carattere internazionale, uno spazio di promozione del patrimonio culturale e artistico valdostano, un moderno Infopoint, un'area didattica per le scuole che include un auditorium, due sale conferenze, percorsi storici e tematici, una caffetteria e ristorante, un'area commerciale, un bookshop e un hotel di charme.

La storia. Il Forte di Bard è protagonista di una storia lunga oltre mille anni. Distruzioni e ricostruzioni, alternate a passaggi di personaggi illustri, da Napoleone a Stendhal, a Cavour, fanno di Bard un sito storico, monumentale di notevole suggestione. Data la sua posizione strategica, il Forte in passato è stato utilizzato come roccaforte sin dall'epoca romana. Risale al 1034 il primo insediamento fortificato appartenuto ai visconti di Aosta Boso, che nel 1242 passò sotto il dominio sabaudo e nel 1661 divenne il presidio delle forze del Ducato di Savoia in Valle d'Aosta. La valorosa resistenza opposta a Napoleone nel maggio 1800 è l'episodio militare più noto di cui il Forte fu protagonista: la resa delle armi fu firmata il 1 giugno, solo dopo un lungo assedio. Successivamente, per ordine di Napoleone il "vilain castel de Bard" fu raso al suolo. Nel 1827 Carlo Felice promosse la ricostruzione del Forte, affidando il progetto all'ingegnere militare Francesco Antonio Olivero. I lavori, iniziati nel 1830, si conclusero nel 1838.

La piazzaforte è tuttora costituita da tre principali corpi di fabbrica disposti su diversi livelli: l'Opera Ferdinando in basso, l'Opera Vittorio nella zona mediana e l'Opera Carlo Alberto, la più imponente, alla sommità. Dismesso nel 1975 dal demanio militare, il Forte di Bard è stato acquisito nel 1990 dalla Regione Autonoma Valle d'Aosta, che nel 1993 ne ha quindi avviato il piano di recupero.

Tratto distintivo del Forte nella sua veste attuale sono le moderne strutture architettoniche capaci di fondere impianto militare e nuove tecnologie: architetture d'avanguardia, al servizio del complesso storico e dell'eccezionale contesto naturalistico, permettono di ammirare la profondità della valle e il dispiegarsi dell'antico borgo. Un progetto culturale quindi che unisce il rigore della missione educativa e scientifica del museo alla forza comunicativa del linguaggio multimediale unito all'attenzione nei confronti dell'accessibilità e funzionalità, per capire e conoscere attraverso emozione e divertimento. È questa oggi la vocazione del Forte di Bard.

Come raggiungerlo. Il Forte di Bard è situato all'imbocco della Valle d'Aosta, a 48 km da Aosta e 78 km da Torino, a metà strada tra Milano e Ginevra. Bard è accessibile in automobile dalla SS. 26 della Valle d'Aosta e con l'autostrada A5, con uscita ai caselli di Pont-Saint-Martin a sud e di Verrès a nord, rispettivamente a 6 e 9 km di distanza. Un percorso meccanizzato consente di accedere agevolmente all'antica struttura.

Per saperne di più
www.fortedibard.it

Chi siamo

TurismoItaliaNews, il web magazine che vi racconta il mondo.

Nasce nel 2010 con l'obiettivo di fornire un'informazione efficace, seria ed obiettiva su tutto ciò che ruota intorno al turismo...

Leggi tutto

Twitter feed

Questo sito utilizza cookie, di prima e di terza parte, per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la Cookie Privacy...