Moldova: Castel Mimi, il designer italiano Arnaldo Tranti svela il concept di un luogo votato al gusto e al benessere

images/stories/varie_2018/ArnaldoTranti_CastelMimi01.jpg

Giovanni Bosi, Chișinău / Moldova

Designer, art director e consulente per aziende e enti pubblici nel mondo. Da oltre 30 anni lavora su progetti transdisciplinari. I suoi prodotti sono una fusione tra arte, design, grafica, architettura, moda e pratiche sociali. Lui è l’italiano Arnaldo Tranti, che annovera realizzazioni per luoghi e brand cult come Castel Mimi (Moldova) Château de Ferrand (Francia), Ferrero (Italia), Bargash Mohammed Al Said (Oman) e Cantine Pescaja (Italia). La cantina Castel Mimi è diventata in pochissimi anni un luogo di forte attrazione, legata alla produzione del vino ma anche al benessere. Ne abbiamo parlato con lui.

 

(TurismoItaliaNews) Arnaldo Tranti, come nasce il concept contemporeaneo del Castel Mimi Wine Resort?
-Innanzitutto ho pensato a un cosmo composto da attività ricettive e di servizio necessarie ad attirare turisti, amanti del vino o semplicemente gente curiosa.  Il progetto è forse il più grande di questo tipo nell'area dell'Est Europa e si sviluppa su un territorio di 35.000 metri quadrati. Al centro dell'area si trova il castello di fine ‘800, un luogo raccolto, intimo e familiare per rivivere la storia e la memoria. Davanti al castello si sviluppa un mondo apollineo e rassicurante: spettacolari fontane multicolore, giardini e percorsi ordinati e rettilinei. Disegni ortogonali e punti di vista dove lo sguardo riposa e amplifica le prospettive. Uno spazio ideale per attività conviviali di rappresentanza e incontri. L'area dietro al castello invece è lasciata a Dioniso con un giardino medievale apparentemente caotico: un'esplosione di colori, varietà e profumi inebrianti, con al centro una cucina tradizionale all'aperto e naturalmente un labirinto dove potersi perdere.

Di fatto il visitatore si rende subito conto di essere in un luogo speciale, dove l’architettura si conferma una volta di più arte e cerniera con il territorio.
-Il visitatore è accolto dal Diaframma, un ingresso che divide in modo netto e importante il dentro e il fuori. Uno spazio che ospita e racconta il wine resort. Al suo fianco ho disegnato l'archetipo della casa tradizionale moldava: le Lodges. Sulla destra, racchiusa in uno scrigno di legno, si trovano una Wine Spa, una piscina, le Secret Cellars e l'hotel del castello con centro congressi. Sulla sinistra del Diaframma c'è la Casa di Luce un edificio in vetro che attraverso i suoi riflessi "gioca" con l'ambiente. La grande piazza con la fontana centrale e la lunga Pergola definiscono il secondo asse del giardino.

E poi c’è il Castello, cuore dell’intera struttura…
-Il piano terra del castello ospita 2 sale: in una c'è un grande tavolo interattivo per raccontare il vino, nell'altra c'è la sala degustazione. Al primo piano c'è un confortevole ristorante e un salone dedicato ai wine parties. Il secondo piano, più privato, restituisce l'ambiente familiare con la Constantin Room che evoca l'abitazione e l'ufficio di Constantin Mimi, fondatore del castello. A fianco si trova la Time Room uno spazio immersivo dove il visitatore potrà ripercorrere la storia della Moldavia con postazioni interattive.

Quali sono i criteri che ha voluto privilegiare nella scelta dei materiali impiegati?
-In uno spazio costruito amo ritrovare le tracce di un popolo e di un territorio ma allo stesso tempo sentirne anche l'attualità. Lo studio delle tradizioni moldave e i segni del tessile tradizionale hanno influenzato il design, l'utilizzo dei materiali, la decorazione dei tessuti e dei complementi d'arredo e in primis la concezione del logo.
Volevo avere un aggancio storico con il castello. Questa continuità l'ho trovata nel materiale più importante e nobile: la pietra locale “casouti”. Questa pietra considerata una pietra non idonea e poco estestica per le sue ossidazioni e alterazioni nel tempo in questo progetto è diventata il filo conduttore, la pelle degli edifici fino a rivestire anche i tetti.

Per saperne di più
castelmimi.md
moldova.travel/it

Moldova, a Castel Mimi vini di alta qualità con una lunga storia: la nuova frontiera è la wine-spa

Chi siamo

TurismoItaliaNews, il web magazine che vi racconta il mondo.

Nasce nel 2010 con l'obiettivo di fornire un'informazione efficace, seria ed obiettiva su tutto ciò che ruota intorno al turismo...

Leggi tutto

Questo sito utilizza cookie, di prima e di terza parte, per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la Cookie Privacy...