Sapienza e tradizioni dell’Umbria nel benessere a tutto tondo di Borgobrufa, esperienza per i cinque sensi (e per la mente e il cuore)

images/stories/benessere/Umbria_BorgobrufaSpaResort20.jpg

Giovanni Bosi, Brufa / Perugia

Il benessere a tutto tondo. Quello che riscalda e tonifica, ma anche quello che soddisfa i cinque sensi e persino il cuore. E sì, perché già percorrendo la strada che conduce al borgo votato al ben-essere, sulla dolce collina vitata che accoglie l’abitato di Brufa con l’antico Castello Grifone, la mente sembra ritrovare dimensioni ormai perdute. Da queste parti è Borgobrufa la testimonial del wellness che combina nella stessa cornice tutte le opportunità per ritrovare l’equilibrio del corpo.

 

(TurismoItaliaNews) Siamo lungo la Strada dei Vini del Cantico, in una delle porzioni più autentiche dell’Umbria, dove tutto riafferma l’identità storica, culturale, ambientale, sociale ed economica dei territori alleati in un mosaico dalle mille sfaccettature. Territori dove la slow life non è un valore aggiunto: è l’essenza stessa dei luoghi, è un modo di vivere che si rinnova ogni giorno secondo uno stile consolidato.

Ed è proprio questo, a ben guardare, l’insieme dei valori che a Borgobrufa hanno deciso di rendere il leit-motiv del benessere nello spa resort più grande dell’Umbria. A cominciare dallo stile architettonico che si è voluto adottare, rispettoso di quella tipologia della casa umbra e dunque degli antichi borghi che punteggiano la regione. Del resto, volgendo lo sguardo a 360 gradi, una volta arrivati sul “poggio” su cui sorge la struttura, scorrono una dietro l’altra Perugia, Assisi, Spello, Spoleto fino ai centri dei Monti Martani. La grande bellezza umbra.

E questo è solo l’inizio, perché il meglio deve ancora arrivare con l’esplorazione di Borgobrufa: 1.200 metri quadrati di area benessere, piscine esterne ed interne, una grotta salina, bagno rasul e tre private spa, le stanze della struttura alberghiera organizzate secondo l’assetto di un borgo antico, tra gli ulivi. E quando dalla propria stanza si spalanca la finestra, appare lo scenario infinito di vigneti, cipressi e altre dolci colline, là dove nascono blasonate Docg e Doc. E pure il Parco dell’arte, dove da alcuni anni si installano sculture di artisti di fama internazionale.

Ecco perché si può parlare di benessere a tutto tondo: si passa senza soluzione di continuità dal benessere del corpo al gusto del palato, al gusto di ritrovare sensazioni e sapori che fanno parte della tradizione umbra. “Questo è ciò che vogliamo per i nostri ospiti” ci spiegano mentre visitiamo Borgobrufa. Tra le tentazioni proposte agli ospiti, c’è da perdersi: dal lago salino con area relax alla piscina con acqua calda, nella quale vivere in inverno il contrasto del freddo nella zona esterna; dalla sauna finlandese al bagno di vapore, dal Vitarium (il calore robusto e un mite vapore - uniti alle essenze naturali e profumi stimolanti, alla musica meditativa e ad un’illuminazione monocromatica - stimolano le vie respiratorie e liberano dallo stress), alla cosiddetta Aemotio Spa, un lettino ad acqua riscaldata, cromoterapia personalizzata e una calda pioggia filiforme.

E vale la pena di approfondire: il Tempio del Sale è uno spazio in cui domina un laghetto nel quale l’elevata concentrazione salina permette il galleggiamento del corpo, che fluttua in uno stato di abbandono e assoluto relax accompagnato da musicoterapia e cromoterapia subacquea. “L’elevata temperatura dell’acqua e l’alta concentrazione di sale permettono il rilassamento muscolare, la depurazione e la purificazione delle vie respiratorie. Il percorso prosegue nella zona relax del sale dove si continua a beneficiare delle proprietà di questo minerale” ci spiegano. E che dire del rituale Oscar Green? “Si tratta davvero di un rituale nel quale le eccellenze umbre, in sinergia tra di loro, accompagnano questo magnifico viaggio nella cura della bellezza del corpo, del benessere psico-fisico e delizieranno il palato con preparati dai sapori unici” sottolinea la nostra guida. Il rituale prevede un percorso di depurazione e rilassamento con pediluvio, sauna e bagno in vasca imperiale accompagnato dalla degustazione Oscar Green; peeling/impacco del corpo ai vinaccioli, peeling del viso all’olio di nocciole; il massaggio della schiena profondo o rilassante; il massaggio della gambe profondo/circolatorio o rilassante alle more; il massaggio del viso rilassante ed anti-age al tartufo bianco.

Beh, che altro si dovrebbe aggiungere? Magari un antico massaggio del corpo al modo degli Etruschi con olio di vinacciolo; oppure un massaggio mediterraneo, ritmico e caldo, che sfrutta le proprietà delle erbe mediterranee. O magari un trattamento rilassante in acqua, accompagnato dal suono armonico delle campane tibetane, fonte immensa di energia e spiritualità.

Le tentazioni proseguono a tavola, con l’executive chef che si sbizzarrisce in una “cucina creativa ma profondamente legata al territorio, in cui si privilegia l’utilizzo di prodotti freschi di stagione e a chilometro zero vengono lavorati quotidianamente”. Pietanze tipiche della terra umbra e della cucina mediterranea, ma anche internazionale. “Essere un hotel tradizionale umbro vuol dire in primo luogo rispettare le tradizioni secolari di questa meravigliosa terra che ci ospita. Per questa ragione la nostra cucina si basa esclusivamente su prodotti salutari e regionali, in alcuni casi direttamente prodotti da noi, come i nostri vini e l’olio” tiene a dire il direttore dello spa-resort. In cantina spiccano il “Nobile del Borgo”, un blend di Sangiovese e Cabernet dai profumi intensi e freschi con un veloce passaggio in barrique; e il bianco “Poggio Belvedere”, incrocio tra Manzoni e Trebbiano.

Dunque tanto da fare, da apprezzare e altrettanto da scoprire. Del resto, l’Umbria sorprende sempre…

Per saperne di più

Chi siamo

TurismoItaliaNews, il web magazine che vi racconta il mondo.

Nasce nel 2010 con l'obiettivo di fornire un'informazione efficace, seria ed obiettiva su tutto ciò che ruota intorno al turismo...

Leggi tutto

Questo sito utilizza cookie, di prima e di terza parte, per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la Cookie Privacy...