Ecco la Thermal Spa dove si cede alle lusinghe dello star bene: al Salus di Viterbo tra rituali e massaggi

images/stories/terme/Viterbo_SalusTerme05.jpg

Giovanni Bosi, Viterbo / Lazio

Un resort che si avvia a diventare sempre più un boutique hotel e una Thermal Spa che si richiama alla grande tradizione del territorio, con tentazioni che strizzano l’occhio ad un benessere sempre più personalizzato e innovativo. A condire il tutto, tre dettagli di non poco conto per il gusto: leggerezza, genuinità e originalità a tavola. Questo è l’Hotel Salus Terme di Viterbo. Siamo andati a vederlo.

 

(TurismoItaliaNews) Dici Viterbo e pensi subito alle terme. Questa porzione straordinaria di Lazio - dove storia e salute sono andate sempre a braccetto – lega indissolubilmente la sua essenza alla risorsa naturale di cui può beneficiare: un bacino idrominerale e idrotermale punteggiato da varie sorgenti, per lo più ipertermali, con temperature che vanno da 40 ad oltre 56°. Un autentico tesoro che esercita da millenni un’attrazione fortissima e che ancora oggi è assicurata da strutture all’avanguardia che puntano sempre più al segmento luxury.

Come il Salus Terme, alle porte del capoluogo della Tuscia, dove si lavora per offrire un’autentica italian experience. “Siamo immersi nella natura – sottolinea la general manager Tiziana Governatori – questa è una struttura esclusiva dotata di ogni comfort, resa unica dalle benefiche acque delle antiche terme etrusche. Soggiornare al Terme Salus Hotel è il miglior modo di scoprire l’Italia senza dimenticare la cura di sé, il relax e l’armonia dei sensi”. Con un suggestivo parco termale, piscine interne ed esterne, sale relax, palestra e saune, la struttura valorizza e sfrutta a pieno le molteplici proprietà benefiche dell’acqua che dalla sorgente San Valentino sgorga alla temperatura di 36-40 gradi.

Inutile dire che sono sempre più coloro che decidono di trascorrere un weekend, long o short che sia, cedendo alle lusinghe dello star bene. E se agosto appare incredibilmente un mese in cui si registrano picchi di presenze, è evidentemente in inverno che la passione per il benessere aumenta. Cercando, per quanto possibile, di ritrovare quei rituali antichi che si richiamano proprio alla storia di questi luoghi. “Tradizione e innovazione nella cura della persona: è così che da sempre intendiamo l’esperienza che desideriamo offrire ai nostri ospiti – spiega Alessandra Biagini, hotel manager - non c’è da stupirsi, dunque, per come nella nostra Thermal Spa i più antichi rituali trasmessi da filosofie e culture millenarie si perfezionano alla luce delle più recenti acquisizioni in fatto di benessere, salute e bellezza. La professionalità delle nostre spa therapists garantisce una costante ricerca e aggiornamento delle proposte. L’esperienza e la competenza della spa manager ci consente di offrire una consulenza gratuita per costruire programmi personalizzati per una o più giornate di trattamenti”.

Una particolarità: seguendo gli antichi insegnamenti dei primi estimatori di queste acque, è stato letteralmente progettato per gli ospiti un percorso composto da 7 tappe esperienziali che puntano a far scoprire i benefici delle acque termali viterbesi. Tra rituali e massaggi. Un’esperienza totale, insomma, attraverso specifici percorsi in grado di rigenerare corpo e mente. “La prima impressione è il verde, quello dei Giardini di Turan – sottolinea la general manager Tiziana Governatori – c’è poi il celeste opalescente e fumante dei ruscelli termali che guidano fin dentro la vasca Menerva, in cui ci si può abbandonare alla pace del tempo sospeso tra acqua e cielo. Turan, nome tutelare di Vulci, era per gli etruschi la dea dell’amore. E scegliere il Percorso Etrusco significa in effetti questo: amarsi”.

Il resort nel tempo ha finito col diventare un punto di riferimento per il territorio, anche per i diversi servizi che può mettere a disposizione, come il grande salone convegni, e per le iniziative culturali che vi trovano una degna cornice: concerti del jazz internazionale, mostre fotografiche, esposizioni, eventi enogastronomici, seminari su temi di filosofia, arte e letteratura. Ma anche per la cura dei dettagli negli spazi comuni e nelle camere, dove il design costituisce un altro elemento irrinunciabile.

E se si parla di benessere, appare chiaro che anche in cucina bisogna muoversi ad alti livelli. A pensarci nel ristorante “Salus Mood” con le migliori specialità della cucina mediterranea e internazionale, esaltandone leggerezza, genuinità e originalità, è l’executive chef Valentino Catucci con il sous chef Raffaele Galeota. E siccome cominciare bene la giornata è fondamentale, è  a partire già dalla prima colazione che si dedica particolare attenzione.

La Thermal Spa è aperta tutti giorni dalle 9 fino alle 20. “Offriamo un’esperienza di benessere in un’atmosfera unica dove il relax e l’eleganza si incontrano” chiosa Tiziana Governatori.

Per saperne di più
Hotel Salus Terme
Strada Tuscanese 26/28, Viterbo
tel. +39 0761-18755 | 0761-1970000
www.hotelsalusterme.it 
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Chi siamo

TurismoItaliaNews, il web magazine che vi racconta il mondo.

Nasce nel 2010 con l'obiettivo di fornire un'informazione efficace, seria ed obiettiva su tutto ciò che ruota intorno al turismo...

Leggi tutto

Questo sito utilizza cookie, di prima e di terza parte, per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la Cookie Privacy...