Pedaggio autostradale ridotto per i motociclisti, fino al 31 dicembre 2017 sperimentazione per ottimizzarne l’utilizzo

images/stories/trasporti/Autostrada6.jpg

La mancata distinzione tra auto e moto in autostrada è stata una particolarità tutta italiana nel contesto europeo. Adesso si supera l’anomalia con l’introduzione (in via sperimentale fino al 31 dicembre 2017) la riduzione del pedaggio del 30% per i motocicli con targa. E’ possibile solo per clienti che hanno un contratto di telepedaggio.

 

(TurismoItaliaNews) Una misura a lungo attesa dal settore, che si realizza grazie all’accordo raggiunto tra il ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti e l’Aiscat, l’Associazione italiana società concessionarie e trafori. Finora il sistema era suddiviso in cinque classi tariffarie, mediante l’utilizzo di due parametri, gli assi e la sagoma, e non distingueva nei pedaggi i motoveicoli rispetto agli autoveicoli di classe A.

“La mancata distinzione tra auto e moto è una particolarità tutta italiana nel contesto europeo, una ingiustizia che ora viene superata – commenta il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Graziano Delrio – una modifica giustamente richiesta a gran voce da molti protagonisti, tra cui associazioni di categoria e di motocilisti, per ottimizzare l’uso dell’autostrada. La richiesta dei vertici del Mit ha incontrato la disponibilità di Aiscat e si è tradotta in un accordo, che riconosce un pedaggio ridotto. Al momento in via provvisoria e sperimentale, con l’obiettivo di pervenire all’inserimento di una apposita classe di pedaggio per le due ruote. Verificheremo a dicembre l’impatto che ha avuto la misura”.

“E’ un pezzo della strategia dell’attenzione all’utenza – ha continuato Delrio - come avvenuto con lo sconto per i pendolari che riguarda circa 200mila persona e che nel primo semestre ha visto uno sgravio per 4 milioni di euro”. Il ministro si è anche raccomandato sul rispetto della sicurezza stradale: “Davanti al traffico in aumento c’è stato in Italia un forte calo di morti in autostrada, anche se sono ancora troppi, grazie alle politiche applicate. E’ bene quindi insistere molto sulla prudenza”.

L’adeguamento di specifici Telepass Moto sarà effettivo dal 15 settembre 2017, ma lo sconto è in vigore dal 1° agosto e potrà essere recuperato in seguito. Fino al 15 settembre, il recupero dello sconto potrà avvenire solo per coloro che, con una moto dotata di un contratto di telepedaggio, avranno presentato apposita richiesta di essere dotati di Telepass Moto. Lo ha precisato il direttore generale di Aiscat, Massimo Schintu: “Soltanto per chi fa la domanda per il Telepass moto, anche se non immediatamente consegnato, verranno calcolati a sconto i pedaggi nel periodo a seguire”. I motociclisti e scooteristi clienti del servizio dovranno naturalmente utilizzare lo specifico sistema di telepedaggio solo per il veicolo a due ruote e verrà eseguita una verifica del corretto abbinamento del sistema di pagamento al mezzo utilizzato. La modulazione non sarà cumulabile con altri sconti, quale, per esempio, lo sconto pendolari. I clienti Telepass riceveranno apposita comunicazione sulle modalità e le tempistiche di applicazione e di recupero dello sconto.

Secondo i dati della Motorizzazione, ad oggi i motocicli e scooter con targa che possono transitare in autostrada sono circa 5 milioni. I minori introiti di ogni concessionaria verranno rendicontati al Mit e verranno recuperati secondo quanto previsto dalle pattuizioni convenzionali. Le concessionarie sono inoltre impegnate nel fornire specifici servizi di informazione per i motociclisti che utilizzeranno le autostrade.

Per saperne di più

Chi siamo

TurismoItaliaNews, il web magazine che vi racconta il mondo.

Nasce nel 2010 con l'obiettivo di fornire un'informazione efficace, seria ed obiettiva su tutto ciò che ruota intorno al turismo...

Leggi tutto

Questo sito utilizza cookie, di prima e di terza parte, per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la Cookie Privacy...