Quintana di Foligno, la Fiera dei Soprastanti

NOTIFICAZIONE

 I PRESIDENTI DELLA FIERA

DELLA CITTÀ `DI FOLIGNO

 Dovendosi celebrare anche in questo anno

La magnifica et antichissima Fiera de’ Soprastanti

libera et franca de ogni datio et gabella;

se fa invito alla S.V. Ill.ma ad intervenirvi

con le proprie merci, con avvertimento che sarà ben

accolta, trattata e difesa in ogni incontro.

La quale Fiera avrà svolgimento in luogo opportuno

nei pressi del Centro Storico, avendo inizio ad ore 16 et fino alle 24.

 

In fede. Dato dalla Residenza del Magnifico

Cancelliere della Giostra della Quintana

Inizia con questo annuncio la preparazione alla Fiera dei Soprastanti, la rievocazione del mercato che si svolgeva per le vie della città di Foligno nel Rinascimento e che per il 2011 dà appuntamento per domenica 4 settembre in via Scuola di Arti e Mestieri. L’appuntamento acquisisce anno dopo anno un valore ed un sapore inconfondibile, tanto da risultare sempre più attesa ed apprezzata in Umbria e nel resto d’Italia, anche per la sua unicità. "L’originalità in effetti sta sì nella riproposizione di scene di quotidiana vita barocca animata da popolani e commercianti specializzati nella vendita di oggetti rigorosamente coevi – spiega l’architetto Stefano Trabalza, presidente della Commissione Artistica dell’Ente Giostra – ma soprattutto perché la ricostruzione è talmente fedele che le transazioni si concludono solo attraverso il pagamento con i quattrini".

E questo rappresenta di sicuro il punto di forza della Fiera dei Soprastanti, dettaglio non secondario che diverte i suoi avventori e che li fa ripiombare indietro di quattro secoli. Ecco allora che il visitatore dimentica il presente rituffandosi nel passato e munito dei quattrini, si perde tra le botteghe delle stoffe impreziosite da splendidi broccati, degli ori pregiati che raccontano storie di dame, libri e stampe antichissime, la fedele riproposizione dei cibi dell’epoca riscoprendone gli odori e i sapori autentici. Il quattrino era la moneta dello Stato Pontificio di papa Paolo V nella Foligno del ‘600, appositamente ri-coniato dall’Ente Giostra della Quintana.

A fare da contorno alla Fiera, i mestieri presentati dai rionali: da quelli più antichi come il bordello, al baratto del bestiame. Così tra un assaggio e un sorso di buon vino, al calar della sera la luce del giorno lascia il posto alle innumerevoli fiaccole che illuminano le facciate dei palazzi e ci si può perdere tra i canti e gli stornelli proposti dai popolani e dalle compagnie teatrali ospiti della manifestazione.

Ma perché la Fiera dei Soprastanti? Nel Seicento, per la sua naturale conformazione, Foligno era divenuta crocevia di viandanti e mercanti che raggiungevano Roma provenendo sia dal mare Adriatico che dalla Pianura Padana. Per questa peculiarità, soprattutto nel medioevo, si acuì l’aspetto commerciale e mercantile del borgo. Basti pensare che i capi di alta moda arrivavano a Foligno prima di giungere a Roma e Firenze. Il numero dei mercanti e gli interessi che vi gravitavano erano talmente elevati ed importanti, che intorno ai secoli XVI e XVII i folignati si spinsero a regolamentare i mercati, che nascevano spontaneamente in città, attraverso un rigido e severo "dictatum": nasce così quella che oggi rievochiamo e ricordiamo con il nome di "Fiera dei Soprastanti".

I Soprastanti era cittadini illustri di Foligno che di anno in anno venivano nominati per soprintendere alla fiera, il Capitano della Fiera era invece quel cittadino che aveva massima autorità per tutta la durata della fiera; il Capitano ed i Soprastanti avevano l’autorità di chiudere banchi, disporre ammende e addirittura condannare a morte i mercanti che violavano le regole o che fossero stati colti ad ingannare. La fiera durava due mesi, si teneva in ricordo di Santo Manno e vi potevano partecipare mercanti e cittadini provenienti da ogni dove.

 

 

 

Chi siamo

TurismoItaliaNews, il web magazine che vi racconta il mondo.

Nasce nel 2010 con l'obiettivo di fornire un'informazione efficace, seria ed obiettiva su tutto ciò che ruota intorno al turismo...

Leggi tutto

Questo sito utilizza cookie, di prima e di terza parte, per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la Cookie Privacy...