Friuli Venezia Giulia, dove la tradizione si fa arte: tra le Alpi Carniche c’è Sutrio, il paese della magia del legno

images/stories/friuli_Sutrio/Sutrio_Magia_del_legno_01.jpg

Giovanni Bosi, Sutrio / Friuli Venezia Giulia

Qui le tradizioni non sono mai state accantonate. Quello che si faceva in passato continua ad essere un modo di vivere condiviso e vitale, perché la gente della montagna non rinuncia mai a quello che rappresenta ben più di un’usualità. A Sutrio, nel cuore della Carnia, a due passi dal confine austriaco, c’è una comunità che ha molto da raccontare ed offrire. In una cornice straordinariamente suggestiva ed accogliente. E la “Magia del legno” qui si coglie davvero…

 

(TurismoItaliaNews) In estate quanto in inverno - con paesaggi che si propongono con livree diverse – questo paesino dalle case di pietre e dalla grande chiesa bianca di Sant’Ulderico che lo sovrasta (quasi a voler ribadire la protezione divina), ti prende il cuore. Questa di Sutrio è una delle porzioni della Carnia friulana dove il terremoto del 1976 ha colpito duro, lasciando segni indelebili almeno nella gente. Ma quel drammatico evento alla fine ha rappresentato una sorta di giro di boa e con la forza che le è tipica, la popolazione ha reagito facendo di necessità virtù. Ricostruzione mirata del patrimonio edilizio, ma anche di un’economia peraltro in rapida trasformazione e persino del modo di concepire l’approccio con il mondo esterno. Leggi: turismo.

Friuli Venezia Giulia, dove la tradizione si fa arte: tra le Alpi Carniche c’è Sutrio, il paese della magia del legno

Friuli Venezia Giulia, dove la tradizione si fa arte: tra le Alpi Carniche c’è Sutrio, il paese della magia del legno

Enzo MarsilioCosì, tra i tanti eventi che Sutrio propone periodicamente c’è proprio “Magia del legno”, appuntamento che si rinnova ogni prima domenica di settembre e che ogni volta richiama migliaia di curiosi ed appassionati: il paese si trasforma in un grande e animatissimo laboratorio che mette in mostra l’abilità dei suoi mastri intagliatori e i visitatori possono ammirare le sapienti mani degli artigiani scolpire il legno. Guardarli al lavoro ti incanta: per l’abilità nell’esecuzione e per l’amore nella scelta dei soggetti. Tutto parla di montagna, di Carnia, di Sutrio.

Di fatto, si esalta la vocazione di questo territorio, dove la lavorazione del legno e dunque l’artigianato sono stati attività primarie, al pari dell’allevamento delle splendide mucche Brune alpine o delle capre camosciate delle Alpi (e quindi della produzione di formaggi straordinari). Del resto “Sutrio deve la sua notorietà alla presenza di alcune tra le più apprezzate botteghe artigiane di intaglio e scultura di tutta la regione” ci spiega Enzo Marsilio, storico sindaco del paese nonché ex assessore regionale ed attualmente consigliere del consesso friulano. Oltre che memoria storica del passato, è una di quelle anime che da sempre lavora per la crescita della Carnia.

Friuli Venezia Giulia, dove la tradizione si fa arte: tra le Alpi Carniche c’è Sutrio, il paese della magia del legno

Friuli Venezia Giulia, dove la tradizione si fa arte: tra le Alpi Carniche c’è Sutrio, il paese della magia del legno

Friuli Venezia Giulia, dove la tradizione si fa arte: tra le Alpi Carniche c’è Sutrio, il paese della magia del legno Friuli Venezia Giulia, dove la tradizione si fa arte: tra le Alpi Carniche c’è Sutrio, il paese della magia del legno

Modesto NodaleIl giorno della festa c’è grande fermento lungo le stradine lastricate di pietra e in ogni angolo si scoprono persone – di ogni fascia di età – impegnate a fare qualcosa. “Un microcosmo operoso che mostra al visitatore incantato – commenta Modesto Nodale, personaggio che qui è un’istituzione, ‘eletto’ a guida naturale del paese - i mille modi di lavorare il legno, accanto alle più raffinate espressioni dell’arte femminile, del ricamo, della confezione di ‘scarpets’ e della filatura. In ogni caratteristico borgo, in ogni corte, sotto ogni porticato viene allestito un piccolo laboratorio; la musica di una fisarmonica, la degustazione di piatti tipici e dei prodotti Carnia Doc concorrono a creare la magia. Sutrio si mostra allora come un laboratorio mondiale per la qualità della vita, custode del passato, vedetta sul futuro”.

Manlio Mattia, sindaco di SutrioE’ un invito a saper ancora distinguere ed apprezzare l’originalità di un prodotto nato dalle mani di sapienti artigiani: “Magia del Legno è una rassegna che tenta di proporre un modello socio-economico progettato per uno sviluppo coerente con le peculiarità della montagna – sottolinea il sindaco di Sutrio, Manlio Mattia - siamo certi che l’artigianato, la piccola impresa, il settore agro-alimentare, il comparto turistico, coniugati alla valorizzazione del patrimonio culturale, costituiscono l'unica risposta sostenibile per contrastare i fantasmi di un futuro che inquieta ormai tutti gli abitanti della montagna. Così intesa, la festa della Magia del legno non si configura come un rimpianto del tempo che fu, ma piuttosto come un'equilibrata risposta alternativa agli effetti disumanizzanti della moderna globalizzazione. E se richiami allettanti promettono altrove illusioni di benessere, la festa si fa testimone di una cultura che indica l’unica possibile salvezza di queste valli e di questi paesi. Continuare ad attingere nel proprio passato non è caparbia illusione o balordo miraggio: è, anzi, tenacia di chi crede nella forza della determinazione, necessaria per progettare il futuro”.

Friuli Venezia Giulia, dove la tradizione si fa arte: tra le Alpi Carniche c’è Sutrio, il paese della magia del legno

Friuli Venezia Giulia, dove la tradizione si fa arte: tra le Alpi Carniche c’è Sutrio, il paese della magia del legno Friuli Venezia Giulia, dove la tradizione si fa arte: tra le Alpi Carniche c’è Sutrio, il paese della magia del legno

Friuli Venezia Giulia, dove la tradizione si fa arte: tra le Alpi Carniche c’è Sutrio, il paese della magia del legno Friuli Venezia Giulia, dove la tradizione si fa arte: tra le Alpi Carniche c’è Sutrio, il paese della magia del legno

Contando anche su altri elementi di forza: la bellezza delle Alpi Carniche che circondano Sutrio, il massiccio dello Zoncolan (d’estate rappresenta una temibile scalata resa famosa dal Giro d’Italia, mentre d’inverno è meta ideale per gli amanti dello sci tra sole e neve), più in generale la Carnia e la tradizione enogastronomica. Insomma, un luogo da conoscere. E in cui tornare. Le occasioni non mancano, in ogni stagione.

Per saperne di più
comune.sutrio.ud.it
albergodiffuso.org

I dintorni di Sutrio, dalla frazione di Priola

Lo Zoncolan

 

Cjarsons, oltre cinquanta ricette da provare a tavola: il raviolo della Carnia conquista ogni palato 

 

Giovanni Bosi, giornalista, ha effettuato reportages da numerosi Paesi del mondo. Da Libia e Siria, a Cina e India, dai diversi Paesi del Sud America agli Stati Uniti, fino alle diverse nazioni europee all’Africa nelle sue mille sfaccettature. Ama particolarmente il tema dell’archeologia e dei beni culturali. Dai suoi articoli emerge una lettura appassionata dei luoghi che visita, di cui racconta le esperienze lì vissute. Come testimone che non si limita a guardare e riferire: i moti del cuore sono sempre in prima linea. E’ autore di libri e pubblicazioni.
(A.F.)

 

Chi siamo

TurismoItaliaNews, il web magazine che vi racconta il mondo.

Nasce nel 2010 con l'obiettivo di fornire un'informazione efficace, seria ed obiettiva su tutto ciò che ruota intorno al turismo...

Leggi tutto

Questo sito utilizza cookie, di prima e di terza parte, per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la Cookie Privacy...