Agriristoranti per la prima volta nella guida “Ristoranti d’Italia”, si valorizza la loro proposta a tavola

images/stories/ricette_laura/CoratellaUmbra01.jpg

Gambero Rosso e Agriturismo.it insieme alla scoperta dei migliori ristoranti in agriturismo: le due aziende annunciano una collaborazione speciale volta a valorizzare la proposta ristorativa degli agriturismi italiani “certificati”. La partnership punta a valorizzare la proposta ristorativa degli agriturismi italiani attraverso la valutazione di utenti ed esperti.

 

(TurismoItaliaNews) Gli utenti di Agriturismo.it fino al 30 aprile 2019 potranno diventare ambasciatori del gusto e recensire gli agriristoranti presenti sul portale. Per farlo sarà sufficiente compilare una scheda di valutazione elaborata dalla redazione della guida “Ristoranti d’Italia” del Gambero Rosso. Grazie ai criteri e alle modalità di giudizio indicate dal Gambero Rosso, gli utenti potranno valutare con un punteggio da 1 a 5 quattro aspetti dei loro agriristoranti preferiti: cucina, cantina, servizio e ambiente.

Alla fine del periodo indicato Agriturismo.it fornirà al Gambero Rosso i risultati delle votazioni dei suoi utenti da cui verrà estrapolata una prima classifica con la selezione dei 20 migliori agriristoranti, che saranno quindi visitati dagli ispettori del Gambero Rosso. Per la prima volta la guida “Ristoranti d’Italia” del 2020 inserirà così fra le sue pagine i migliori ristoranti in agriturismo e quello che avrà conquistato il primo posto, rispondendo al meglio a tutti i parametri di valutazione, sarà premiato a Roma in occasione della conferenza stampa di ottobre 2019.

Inoltre, gli utenti del blog Agriturismo.it avranno a disposizione anche degli itinerari enogastronomici regionali, redatti in collaborazione con il Gambero Rosso, per orientarsi al meglio grazie a percorsi completi per scoprire piatti e prodotti del territorio. La forte crescita del turismo in Italia ha confermato che la ricchezza e la diversità del cibo e del vino italiani sono tra le prime motivazioni della scelta del viaggio in Italia. Il turismo enogastronomico, infatti, rappresenta il 26% del complessivo con oltre 110 milioni di presenze per l’anno 2017, di cui 43% italiani e il 57% stranieri (dati Isnart-Unioncamere 2018). Inoltre, la scelta del Governo di affidare al Ministero delle politiche agricole, alimentari e forestali anche il settore turistico crea l’opportunità di rafforzare l’evoluzione degli agriturismi in un sistema ricettivo unico a livello internazionale, che possa accelerare la qualità dell’offerta e le capacità promozionali.

“È un onore per noi annunciare una partnership con una realtà come Gambero Rosso – sottolinea Francesco Lorenzani, ceo del gruppo Feries, proprietario di Agriturismo.it e CaseVacanza.it – il cibo rappresenta un driver fondamentale per il turismo in Italia, soprattutto per l’utenza straniera, ed è per questo che crediamo fortemente nella partnership. Siamo certi che lo spazio concesso per la prima volta a questo settore in una guida così prestigiosa per la ristorazione sarà un’occasione importantissima di ulteriore crescita degli agriristoranti del nostro Paese”.

“Il turismo rappresenta un pilastro fondamentale per il nostro Paese - sottolinea il presidente di Gambero Rosso, Paolo Cuccia - realtà come quelle degli agriturismi attirano una vasta clientela straniera fortemente affascinata dalle nostre tradizioni enogastronomiche ed enologiche e costituiscono un forte richiamo anche tra i nostri connazionali. È per questo motivo che abbiamo aderito con entusiasmo alla partnership con Agriturismo.it, che può rappresentare un ulteriore passo per la crescita del settore turistico, agroalimentare e per il mondo del vino made in Italy”.

Chi siamo

TurismoItaliaNews, il web magazine che vi racconta il mondo.

Nasce nel 2010 con l'obiettivo di fornire un'informazione efficace, seria ed obiettiva su tutto ciò che ruota intorno al turismo...

Leggi tutto

Questo sito utilizza cookie, di prima e di terza parte, per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la Cookie Privacy...