Il Passaporto della Strada del Vino e dei Sapori del Friuli Venezia Giulia apre le porte di produttori vitivinicoli e birrifici artigianali

images/stories/friuli/Collio_Vigneti01.jpg

 

Passa al formato digitale il Passaporto della Strada del Vino e dei Sapori del Friuli Venezia Giulia e dà il benvenuto a nuovi aderenti, con un’offerta che abbraccia cinquanta produttori tra cantine e birrifici: un prodotto pensato per i turisti che desiderano scoprire le bellezze e il territorio della regiona anche attraverso nuove esperienze di degustazione e conoscenza della tradizione enogastronomica regionale.

 

(TurismoItaliaNews) È possibile scaricare il Passaporto online sul web shop del sito di PromoTurismoFvg o, per gli amanti della carta stampata, ritirarlo in uno degli info point dislocati sul territorio. Il Passaporto rientra inoltre nelle agevolazioni della Fvg Card. Gli enoturisti potranno scegliere tre aziende da visitare tra quelle che aderiscono al progetto e godersi tre degustazioni gratuite, ognuna delle quali prevede due calici di vino. Si potrà andare alla scoperta dei grandi vini bianchi della regione, considerati tra i migliori al mondo, come ad esempio il Friulano, il Collio Bianco - il blend caratteristico del Collio -, la Ribolla Gialla (ferma, spumante o macerata), la Malvasia, la Vitovska, ma anche gli internazionali Sauvignon e Pinot Bianco, il raffinato Pinot Grigio o il delicato Chardonnay; senza trascurare gli ottimi rossi come il Merlot e il Cabernet, o gli autoctoni Pignolo, Refosco dal Peduncolo Rosso e Tazzelenghe, coltivati in particolare sui Colli Orientali del Friuli. Prima della degustazione, il personale della cantina validerà il passaporto e apporrà un timbro sul passaporto cartaceo.

Il Passaporto della Strada del Vino e dei Sapori del Friuli Venezia Giulia apre le porte di produttori vitivinicoli e birrifici artigianali

Al raggiungimento di tre degustazioni usufruite, sarà possibile ritirare, in uno degli info point, una bottiglia in omaggio messa a disposizione dalle cantine aderenti.L’elenco completo delle cantine che aderiscono è disponibile sul www.turismofvg.it/passaporto o all’interno del passaporto cartaceo. Dalle colline della provincia di Gorizia alle Valli del Torre, passando per Cormòns, Cividale del Friuli e San Daniele del Friuli, si svela una terra promessa per i turisti del gusto, con numerose cantine aderenti al Passaporto, tra le zone Doc Carso, Collio, Friuli Isonzo, Friuli Colli Orientali, Friuli Grave, che rappresentano un patrimonio vitivinicolo, oltre che agroalimentare, di altissima qualità. È possibile visitare anche alcune delle aziende della Bassa Friulana, la zona che comprende altre tre Doc - Aquileia, Annia e Latisana -, che si sviluppano lungo la fascia lagunare, da Grado a Marano e Lignano. Una pianura dove si coltivano terreni argillosi e sabbiosi, che grazie alla vicinanza del mare, fanno nascere vini dall’eccellente mineralità e sapidità.

La Strada del Vino e dei Sapori del Friuli Venezia Giulia è un progetto che riunisce cantine, ristoranti, gastronomie, enoteche e produttori del Friuli Venezia Giulia rispettosi dei valori di qualità, genuinità, professionalità e unicità dei prodotti. Una guida del gusto che permette di esplorare sei itinerari diversi lungo un percorso che collega idealmente la costa con l’area montana, passando per i vigneti e le colline dell’entroterra regionale.

Chi siamo

TurismoItaliaNews, il web magazine che vi racconta il mondo.

Nasce nel 2010 con l'obiettivo di fornire un'informazione efficace, seria ed obiettiva su tutto ciò che ruota intorno al turismo...

Leggi tutto

Questo sito utilizza cookie, di prima e di terza parte, per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la Cookie Privacy...