Sulle ali degli ascolti record in tv di Montalbano, l’area degli Iblei si propone con crescente impegno al turismo internazionale

images/stories/varie_2017/Montalbano-Scicli.jpg

Una vetrina importante anche per la Sicilia e in particolare per l’area iblea, che comprende Ragusa, Scicli, Modica e molti altri centri). Dall’8 al 12 marzo è in corso alla Fiera di Berlino l’Internationale Tourismus - Börse Berlin Itb, uno dei più importanti appuntamenti fieristici mondiali del settore turistico, che vede la partecipazione di oltre 10mila espositori di ben 187 Paesi dei 5 continenti.

 

(TurismoItaliaNews) L’area iblea anche quest’anno è presente alla manifestazione berlinese mediante una delegazione del Distretto Turistico. Dal punto di vista turistico il 2017 si annuncia un anno importante per un territorio che ancora una volta, grazie alla serie tv del Commissario Montalbano, è entrato nelle case di moltissimi italiani (e non solo) con la bellezza dei suoi paesaggi costieri e dei capolavori del barocco siciliano. I nuovi episodi della serie andati in onda in Italia in queste settimane su Rai1 hanno superato ogni aspettativa. In particolare, la puntata del 6 marzo 2017 (“Come voleva la prassi”) è stato l’episodio più visto di sempre (la serie è andata in onda per la prima volta bel 1999) sia in termini di spettatori (11,3 milioni) che di share (44,1%).

Numeri paragonabili in Italia ormai solo a quelli di una importante partita della nazionale di calcio o del Festival di Sanremo. Ma la popolarità della serie tv girata negli Iblei, come è noto, travalica i confini nazionali, dato che è stata distribuita con successo in numerosi paesi, tra i quali Germania e Regno Unito. Peraltro, il traino promozionale delle vicende del Commissario Montalbano è destinato a durare ancora: la troupe tornerà nell’area iblea a fine aprile 2017 per girare altre due puntate della fiction tv. La presenza all’Itb di Berlino testimonia ancora una volta dell’impegno del Distretto Turistico a promuovere l’area iblea e le sue attrazioni naturali e storico-artistiche sui mercati internazionali. In questo impegno il Distretto intende sempre più muoversi in modo sinergico a livello regionale, e ponendosi sul proprio territorio come soggetto federatore, stimolando cioè enti, istituzioni e operatori a superare la frammentazione e a fare squadra, a partire proprio dall’immagine esterna.

In questa logica, il recente ingresso tra i soci del Distretto della Diocesi di Noto segna un ulteriore e importante passo in avanti verso una sempre maggiore convergenza dei principali soggetti del territorio (pubblici e privati) in un progetto che mira a fare del turismo una importante leva di sviluppo economico, sociale e occupazionale. Si tratta di un percorso che sta raccogliendo già importanti risultati (vedi la presenza del tour operator internazionale Thomas Cook) e che mira a conseguire non solo un ulteriore aumento delle presenze, ma anche un costante miglioramento dell’organizzazione territoriale, grazie anche a progetti come quello della Carta di Valorizzazione che il Distretto sta attuando.

Modica, il Duomo di San Giorgio

Chi siamo

TurismoItaliaNews, il web magazine che vi racconta il mondo.

Nasce nel 2010 con l'obiettivo di fornire un'informazione efficace, seria ed obiettiva su tutto ciò che ruota intorno al turismo...

Leggi tutto

Questo sito utilizza cookie, di prima e di terza parte, per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la Cookie Privacy...