Le donne nel cantiere di San Pietro in Vaticano: artiste, artigiane e imprenditrici dal XVI al XIX secolo

images/stories/libri/DonneNelCantiereSanPietroVaticano2017.jpg

Nel cantiere petriano sin dal Cinquecento ampi e variegati furono gli impieghi femminili in ambiti considerati da sempre appannaggio esclusivo degli uomini. Nel cantiere vaticano le donne ebbero un ruolo importante: figlie e mogli partecipavano in diverso modo all'attività di famiglia, garantendone la prosecuzione e lo sviluppo in caso di morte del padre o marito, e potendo godere di una sostanziale parità economica rispetto all'uomo. Lo racconta il libro “ Le donne nel cantiere di San Pietro in Vaticano. Artiste, artigiane e imprenditrici dal XVI al XIX secolo”.

 

(TurismoItaliaNews) Il volume di 267 pagine è pubblicato da “Il Formichiere” e racconta un risvolto insolito della costruzione della grande basilica vaticana. Qui il lavoro delle donne non è stato sempre un completamento di quello del capofamiglia, ma anche un'esperienza autonoma vissuta da donne scelte per le loro rare capacità artistiche, e non perché eredi di un defunto padre o marito.

Riemergono così, dalla documentazione dell'Archivio Storico della Fabbrica di San Pietro le figure di carrettiere, 'mastre muratore', 'pozzolaniere', 'capatrici' di smalti per i mosaici, 'fornaciare' di laterizi e vetri, stampatrici, 'vetrare', ma anche intagliatrici di legno e pietre dure, fino ad arrivare alle 'patentate', ovvero le fornitrici accreditate presso l'Istituzione. Questa originale raccolta di saggi ha il merito di raccontare La presenza femminile nel cantiere vaticano.

Al libro “Le donne nel cantiere di San Pietro in Vaticano” si accompagna un altro volume pubblicato sempre da “Il Formichiere” (592 pagine, prezzo di copertina 35 euro): “Quando la fabbrica costruì San Pietro. Un cantiere di lavoro, di pietà cristiana e di umanità XVI-XIX secolo” curato dall’archivista Assunta Di Sante e da Simona Turriziani, direttrice dell’Archivio. Il libro raccoglie gli esiti di originali e inedite ricerche condotte nell'Archivio Storico della Fabbrica di San Pietro in Vaticano. L'opera affronta diverse tematiche, dal delicato tema del finanziamento e amministrazione del denaro destinato alla costruzione e decorazione della Basilica di San Pietro, fino alle politiche lavorative messe in atto dalla Fabbrica di San Pietro...

E lo fa presentando aspetti sconosciuti e meno noti dell'Istituzione, che si rivela uno dei più autorevoli modelli di pratica edilizia dell'età moderna e allo stesso tempo all'avanguardia nelle politiche lavorative. L'opera dà voce anche al silenzioso servizio di anonime persone e di dimenticati artisti, artigiani e operai che per diversi secoli hanno contribuito all'interminabile cantiere petriano. In tale contesto, giunge oggi inaspettato e sorprendente il ruolo esercitato dalle donne, attive nel cantiere già dal XVI secolo: accanto alle umili ma forti e coraggiose carrettiere, troviamo “tagliatrici di pietre dure, vetrare, ferrare, fornaciare, cristallare, indoratrici e capatrici di smalti per i mosaici”...

Chi siamo

TurismoItaliaNews, il web magazine che vi racconta il mondo.

Nasce nel 2010 con l'obiettivo di fornire un'informazione efficace, seria ed obiettiva su tutto ciò che ruota intorno al turismo...

Leggi tutto

Questo sito utilizza cookie, di prima e di terza parte, per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la Cookie Privacy...