Due capolavori di inestimabile pregio artistico, storico e religioso (anche un Della Robbia) rintracciati in Canada e riportati in Italia

images/stories/varie_2019/DellaRobbiaOttawa.jpg

Due capolavori di inestimabile pregio artistico, storico e religioso, sono stati infatti rintracciati in Canada e riportati in Italia. Un bassorilievo della Madonna con il bambino di Luca e Andrea della Robbia, risalente alla fine del Quattrocento, e una predella con episodi della vita di Gesù e Maria, attribuita a Manfredino da Pistoia del secolo XIV sono state recuperate in Canada.

 

(TurismoItaliaNews) Un’azione di successo dell’Ambasciata d’Italia a Ottawa e della Farnesina ha contribuito al recupero delle due importanti opere d’arte italiane trafugate. Il bassorilievo era stato asportato nel 1971 dalla Chiesa di San Giovanni Battista a Scansano e riconosciuto dai carabinieri nel 2013 tra le opere vendute ad una società di New York. L’opera è stata poi rintracciata presso l’abitazione di una collezionista canadese, che lo aveva acquistato in buona fede. La predella, invece, era stata asportata nel 1988 da un’abitazione privata di Varazze e recuperata a Londra nel febbraio 2019 da una collezionista canadese.

Grazie a due negoziati extragiudiziali condotti dall’esperto per la sicurezza in servizio presso l’Ambasciata, le due opere sono state recuperate e riportate in Italia.
Il bassorilievo e la predella sono state presentate a Roma il 17 aprile, insieme ad altri capolavori, nel corso di una conferenza illustrativa dell’attività svolta nel 2018 dal Comando dei carabinieri per la Tutela del Patrimonio Culturale, alla presenza del Ministro dei beni e le attività culturali Alberto Bonisoli.

Chi siamo

TurismoItaliaNews, il web magazine che vi racconta il mondo.

Nasce nel 2010 con l'obiettivo di fornire un'informazione efficace, seria ed obiettiva su tutto ciò che ruota intorno al turismo...

Leggi tutto

Questo sito utilizza cookie, di prima e di terza parte, per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la Cookie Privacy...