La Mortadella Bologna Igp vola anche all’estero: si modifica il Disciplinare per renderla ancor più genuina

images/stories/enogastronomia/MortadellaBolognaIgp_PhConsorzioTutela.jpg

Inutile dire che è un simbolo dell'Italia a tavola oltre che un biglietto da visita della gastronomia emiliana: la Mortadella Bologna Igp vola anche all’estero, con un aumento delle vendite dell’8,6 % e nell’anno del suo diciottesimo compleanno il Consorzio Mortadella Bologna si regala un Disciplinare nuovo: niente glutammato e solo aromi naturali.

 

(TurismoItaliaNews) Si chiama Mortadella Bologna ed è uno dei salumi più amati non solo in Italia ma nel mondo. In tanti la legano ai ricordi dell’infanzia, quando a merenda il profumo panino con la Mortadella appena affettata si propagava per tutta la casa. Ora che è diventata grande, la Mortadella Bologna Igp viaggia sempre di più, affermandosi all’estero anno dopo anno. Dei 33 milioni di kg venduti nel 2018, l’84% viene consumato in Italia e il 16% all’estero, per un valore totale di 320 milioni di euro. In particolare, le vendite all’estero sono cresciute del +8.6% rispetto al 2017, un aumento dovuto non solo alla propensione sempre maggiore dei consumatori esteri verso i cibi genuini, ma anche alle attività che il Consorzio Mortadella Bologna sta portando avanti sia in Europa (Germania e Belgio) sia nei mercati extra Ue in forte espansione, come Giappone e Hong Kong. I principali Paesi consumatori, per quel che riguarda l’Unione Europea, si confermano Francia e Germania, in quest’ultimo Paese il consumo è aumentato del 33% rispetto all’anno precedente.

Si confermano grandi consumatori di Mortadella Bologna anche la Spagna e la Gran Bretagna. Per quel che riguarda invece l’export extra Ue (per ora ancora il 6% del totale, ma con ampi margini di crescita) la Mortadella Bologna Igp viene acquistata principalmente in Svizzera (39%) e nell’est asiatico (13% in Giappone). Un successo che arriva in un anno importante per il Consorzio Mortadella Bologna, quello del suo diciottesimo compleanno. Il regalo per questo traguardo non poteva che essere un altro passo verso la qualità: un Disciplinare di produzione che prevede l’eliminazione del glutammato e l’utilizzo di soli aromi naturali.

“Un anno importante per la Mortadella Bologna Igp, che si impone sempre di più non solo sul mercato italiano ma anche su quello estero grazie al grande lavoro che il Consorzio sta svolgendo in alcuni Paesi del mondo che stanno dimostrando buona ricettività verso la Mortadella Bologna Igp, uno dei simboli gastronomici del Made in Italy nel mondo. Il nostro obiettivo è quello di continuare a lavorare con costanza per riuscire ad avere anche quest’anno ottimi risultati ed avere sempre qualcosa per cui valga la pena festeggiare – commenta il presidente del Consorzio Mortadella Bologna, Corradino Marconi - sono dati, dunque, davvero incoraggianti, segno della qualità sempre crescente delle produzioni italiane, ma anche di un maggiore sforzo di comunicazione e promozione che permette ad eccellenze come la Mortadella Bologna Igp di imporsi sempre di più nel mondo”.

Chi siamo

TurismoItaliaNews, il web magazine che vi racconta il mondo.

Nasce nel 2010 con l'obiettivo di fornire un'informazione efficace, seria ed obiettiva su tutto ciò che ruota intorno al turismo...

Leggi tutto

Questo sito utilizza cookie, di prima e di terza parte, per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la Cookie Privacy...