Peparello (VisiTuscia - Buy Lazio): “Rilanciare subito dopo l’emergenza l’immagine e l’organizzazione dell’offerta di questo inimitabile Paese”

images/stories/varie_2020/VincenzoPeparello01.jpg

“Purtroppo il coronavirus sta mettendo in ginocchio l’Italia, ma dobbiamo subito dopo l’emergenza rilanciare l’immagine e l’organizzazione dell’offerta di questo inimitabile Paese e il territorio rappresentato da 8.500 Comuni pieni di storia, cultur,a tradizioni, folclore, eccellenze agroalimentari e tantissimi altro”: la sottolineatura è del gran patron e anima di VisiTuscia Vincenzo Peparello, presidente di Confesercenti Viterbo nonché coordinatore tecnico di Buy Lazio.

 

(TurismoItaliaNews) “Il nostro è un patrimonio che ci invidiano in tutto il mondo e che non teme concorrenza – sottolinea ancora Peparello - ma dobbiamo lavorare tutti insieme, a partire dal governo che dovrà metterci tante risorse soprattutto in questo momento di grande difficoltà del sistema dell’accoglienza nazionale e delle imprese dell intero comparto per ritornare ad essere la prima destinazione turistica mondiale”.

Il Lago di Bolsena

Bolsena

Le terme sono una delle principali attrazioni della TusciaParole importanti quelle che arrivano dal gran patron di VisiTuscia, territorio laziale che in questi ultimi anni ha saputo proporsi e crescere addirittura in modo esponenziale. Ecco perché proprio l’esperienza di VisiTuscia può addirittura porsi come “best practices” per sostenere e rilanciare il turismo dopo la tremenda esperienza del coronavirus. La Tuscia, a ben guardare, compendia al suo interno l’intera offerta nazionale e non solo perché da migliaia di anni questo splendido territorio laziale racconta la storia unica degli Etruschi ed esibisce un patrimonio ambientale e culturale irripetibile: nell’ottica del turismo slow è riuscita ad incunearsi nel turismo internazionale rilanciandosi in chiave sostenibile e favorendo esperienze di viaggio innovative. Tanto che si è passati passando dalle 600mila presenze di 10 anni fa ad 1 milione e 200mila di oggi. E VisiTuscia è la carta vincente che da anni promuove questo poliedrico lembo di Lazio.

Il segreto è l’alleanza tra pubblico e privati, tra amministratori ed operatori economici, tra gli appassionati del proprio territorio e quegli esperti che da tempo lavorano nel campo della valorizzazione grazie agli strumenti che la legislazione italiana ed europea mettono sul piatto. Promossa dal Cat-Confersercenti, VisiTuscia si pone come elemento cardine dello sviluppo e della promozione turistica del territorio in provincia di Viterbo mettendo in vetrina quanto di meglio può offrire attraverso la rete degli operatori economici di quel settore che si interfaccia con il turismo. Un vero e proprio trait d’union tra quelli che si identificano con i termini buyers e sellers, creando momenti d’incontro attraverso i quali toccare con mano i contenuti della vasta offerta.

Tarquinia, i Cavalli Alati

Chi siamo

TurismoItaliaNews, il web magazine che vi racconta il mondo.

Nasce nel 2010 con l'obiettivo di fornire un'informazione efficace, seria ed obiettiva su tutto ciò che ruota intorno al turismo...

Leggi tutto

Questo sito utilizza cookie, di prima e di terza parte, per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la Cookie Privacy...