Il mondo da leggere

Turismo Italia News

Nella difficile città di Tripoli del Libano alla scoperta del Khan dei saponieri, prezioso commercio che richiama la tradizione dei Fenici

Giovanni Bosi, Tripoli del Libano

Qualcuno l’ha ribattezzata la città dei murales, un’espressione artistica che va ben al di là del puro e semplice messaggio del tratto e del colore. Perché questa è una di quelle città per niente facili, dove le divisioni ideologiche restano all’ordine del giorno e dove ci vuol poco perché la discordia verbale si trasformi in ben altro. Ma questa è anche una città dalla grande storia, con un patrimonio artistico di tutto rilievo e una popolazione che l’ama all’inverosimile. Visitarla è dunque un must: per questo siamo andati a Tripoli del Libano e vi raccontiamo cosa abbiamo visto.

Cipro, a Lefkara paese dei pizzi e dei ricami: in un villaggio di montagna un patrimonio Unesco che il mondo intero apprezza

Giovanni Bosi, Lefkara / Cipro

Se il mare che la circonda è meraviglioso, altrettanto si deve dire dell’introterra dell’Isola. Rimasto praticamente intatto dal punto di vista ambientale e tradizionale, la zona montuosa di Cipro con i suoi villaggi e la sua gente dispensa sorprese a non finire quando si decide di esplorarla. Un’esperienza irrinunciabile, da provare con quel ritmo slow che connota questi territori. Lefkara è uno dei villaggi in cui ci si imbatte: per la verità è famoso in tutto il mondo grazie ai tradizionali ricami in pizzo e alla filigrana d'argento. E c’è anche un motivo in più: gustarsi un buon caffè alla carruba in uno dei suoi piccoli bar. Ecco perché abbiamo deciso di andare a vederlo.

Il castello-fortezza dei Veneziani a Lefkada, anche i cannoni di bronzo dell’antica fonderia Camolli di Bergamo sono un’attrazione

Giovanni Bosi, Lefkada / Grecia

A due passi dal ponte mobile che unisce Lefkada alla terraferma non si può non notare il Castello che documenta una volta di più l’antico dominio veneziano sulle Isole Ionie, secondo quello straordinario “sito seriale” di fortificazioni costruite nei secoli a partire dal periodo pre-bizantino nel Mediterraneo. In passato chiamato Leukàs, Lèucade e Leuca, questo lembo di Grecia adagiato sullo Jonio ha avuto anche la denominazione di isola di Santa Maura, tanto che le vestigia che la vigilano sono chiamate Kastro Agia Mavra. Non andarlo ad esplorare sarebbe un delitto…

Aosta, a spasso nella storia: il capoluogo valdostano protagonista del passato, dalla preistoria all’epoca medievale

La visita della città porta i visitatori a spasso per la storia, fino al presente: si può passeggiare tra le animate vie pedonali e la centrale Piazza Chanoux, all’insegna dello shopping, delle specialità gastronomiche, da gustare nei numerosi ristoranti, bar ed enoteche del centro o assistendo ad eventi e attività organizzate. Aosta rappresenta il punto di partenza ideale anche per muoversi in tutta la regione, cogliendo le varie opportunità sportive e di intrattenimento che essa offre sia d’estate che d’inverno.

Repubblica Ceca: l’architettura di un Paese-capolavoro si misura (anche) con il design moderno

Mattone su mattone (e prima ancora pietra su pietra) nei secoli si crea un grande Paese, dal sicuro fascino e dalla storia immortalata in tante, variegate e pregiate architetture. Dall’archeologia industriale ai palazzi funzionalisti, da un Barocco autoctono e davvero unico fino ai florealismi del Liberty, dal nudo Romanico alle eleganze rinascimentali, dallo sfarzo leggero del Rococò alla rigidità pretenziosa delle architetture di epoca comunista, attraverso altre correnti e infinite declinazioni… Ecco un viaggio nell’architettura della Repubblica Ceca.

Hide Main content block

Ultime novità

Giovanni Bosi, Argyll / Scozia

E’ un’iconica attrazione scozzese. E nella migliore delle tradizioni non manca neppure il fantasma che rimanda ad una raccapricciante cronaca di un passato assetato di sangue. Sulla costa occidentale della Scozia, nella contea di Argyll, sorge l’imponente castello di Inveraray, dimora ancestrale del Duca di Argyll, capo del clan Campbell, una delle famiglie più potenti degli altipiani scozzesi. Tra gli splendidi giardini della tenuta e le tantissime stanze del maniero in stile neogotico e al contempo barocco e palladiano, c’è da compiere un vero e proprio viaggio nella storia. Noi lo abbiamo fatto e ve lo raccontiamo. Con un pizzico di pelle d’oca che torna solo a ripensarci.

Nascerà nei primi mesi del 2021 il Movimento Turismo dell’Olio prendono, il nuovo consorzio che intende promuovere e raccontare il turismo del petrolio verde. Agricoltura sostenibile, produzione sana e naturale e salvaguardia del territorio tra i valori fondamentali.

Eugenio Serlupini, Roma

Il Maxxi di Roma? Un laboratorio di futuro. Compie dieci anni il Museo nazionale delle arti del XXI secolo, che celebra il suo decennale nella consapevolezza di essersi affermato come autorevole centro dedicato alla creatività contemporanea nelle sue diverse forme. Parola di Giovanna Melandri, presidente della omonima Fondazione. L’evento trova anche una sottolineatura filatelica, con l’emissione di un francobollo dedicato al contenitore artistico che è pure un pezzo d’architettura contemporanea.

Alla scoperta della sua flora e fauna con numerosi trekking negli ambienti più diversi, come la Cordigliera di Talamanca, la foresta pluviale in cui svetta maestoso il vulcano Arenal, la Riserva privata Bosque Eterno de los Niños, la laguna de Hule e il Parco nazionale Tenorio e Rio Celeste, senza perdere una visita “alternativa” della città di San Josè e una rilassante esperienza presso le terme del vulcano Arenal. A proporre per il 2021 un tour di 9 giorni immersi nella rigogliosa natura costaricense, è Go Trekking, il brand di viaggi a tema della famiglia Go World dedicato agli appassionati di alpinismo e percorsi di trekking.

E' il primo nel suo genere in Liguria: il tour virtuale della Sala Coeclerici e della mostra “Navigare nell'Arte” interamente finanziato da Fondazione Paolo Clerici per il Galata Museo del Mare. Inaugurata nel giugno 2018, la Sala ospita una selezione di 60 dipinti scelti dalla collezione della Fondazione che raccoglie nel complesso oltre 250 dipinti e opere a tema marittimo. La mostra dalla sua apertura è stata visitata da oltre 297.000 persone e potrà essere ora apprezzata anche virtualmente dai visitatori.

Sia che preferiate la scenografica costa per essere accarezzati dalla profumata brezza marina, sia che, invece, preferiate il placido entroterra, troverete luoghi intrisi di un’intensa carica energetica, soprattutto in momenti topici della giornata come le scenografiche albe. E sì, perché la natura che caratterizza l’arcipelago si presta felicemente alla pratica all’aperto. Stiamo parlando di Malta e di yoga.

Passeggiate nei boschi, ciaspolate, allenamenti open air e corsi per imparare a fare il pane: l’altipiano del Renon della tranquillità, a due passi da Bolzano, si presenta fin d’ora come la destinazione giusta per chi cerca una vacanza d’alta quota sicura e confortevole.

Una nuova straordinaria scoperta nel Parco archeologico di Pompei: durante le attività di scavo in corso in località Civita Giuliana sono stati rinvenuti due scheletri di individui colti dalla furia dell'eruzione del Vesuvio nel 79 d.C.. I corpi sono stati individuati in un vano laterale del criptoportico, corridoio di passaggio sottostante della villa, che consentiva l'accesso al piano superiore.

Il piacere di mangiare

Tutte le Stelle della Guida Michelin 2021: debutta il riconoscimento per chi promuove una cucina più sostenibile

Tra le 29 novità stellate che hanno delineato un nuovo firmamento in tredici regioni della penisola, figurano tre new entry 2 stelle e 26 novità 1 stella, per un totale di 371 ristoranti stellati. Confermati tutti gli undici ristoranti italiani a tre stelle. Sono questi i numeri fondamentali della Guida Michelin Italia 2021, giunta alla 66.a edizione, in cui spicca il debutto del nuovo pittogramma dedicato alla sostenibilità, la stella verde, assegnata agli chef che promuovono una cucina più sostenibile: 13 quelli che l'hanno ricevuta.

La tavola di Natale a Genova: dal Cappon Magro ai Natalini in brodo di cappone

Scoprire i segreti delle ricette tradizionali di Genova e, perché no, provare a prepararle a casa propria. Del resto, la straordinaria ricchezza della cucina italiana è che ogni regione, ogni città, quasi ogni quartiere hanno una vasta tradizione di ricette, prodotti, sapori. E quindi vale sicuramente la pena di fare un viaggio alla scoperta dei piatti e dei prodotti che riempiono le tavole dei genovesi durante le Feste.

Pencianelle, il segreto a tavola di Serra Sant'Abbondio: all’ombra dell’Appennino nascono solo eccellenze di gusto

Giovanni Bosi, Serra Sant'Abbondio / Marche La ricetta è segretissima. Del resto è comprensibile: sono l’orgoglio del paese, una tipicità fortemente identitaria. E infatti l’amministrazione comunale è decisa a suggellarla con la De.Co., vale a dire la denominazione per questa produzione propria del territorio, legata alla cultura della comunità, in un più ampio ragionamento di valorizzazione delle attività agroalimentari tradizionali. Siamo a Serra Sant'Abbondio e parliamo delle pencianelle.

Chi siamo

TurismoItaliaNews, il web magazine che vi racconta il mondo.

Nasce nel 2010 con l'obiettivo di fornire un'informazione efficace, seria ed obiettiva su tutto ciò che ruota intorno al turismo...

Leggi tutto

Questo sito utilizza cookie, di prima e di terza parte, per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la Cookie Privacy...